Schianto contro un pullman Muore in moto come il fratello - BergamoNews
Ponte di legno

Schianto contro un pullman Muore in moto come il fratello

Christian Fedriga, 26 anni di Costa Volpino, è morto in Valcamonica. Faceva il pizzaiolo a Piancogno. Il fratello William era deceduto a 16 anni, sempre in un incidente.

Un motociclista di 26 anni di Costa Volpino, Christian Fedriga, è morto nel primo pomeriggio del 31 agosto a Ponte di Legno, a causa dell’incidente in cui è rimasto coinvolto anche un pullman. Il drammatico incidente, a Costa Volpino, ha scosso la memoria di molti. Un fratello di Christian, William, era morto a 16 anni in un incidente in moto, come ha ricordato la sorella di entrambi.
I genitori della vittima, che vivono in via Nazionale 149, a Costa Volpino, dove abitava anche Christian, sono stati informati dell’accaduto poco prima delle 18, dalla figlia che era stata contattata pochi minuti prima.
Secondo una prima ricostruzione dei carabinieri intervenuti sul posto il giovane motociclista si è schiantato con un pullman all’altezza della biglietteria degli impianti sciistici. Il mezzo pubblico viaggiava in direzione opposta alla sua e a quanto pare stava svoltando a sinistra verso il centro del paese. Nello schianto, dal quale la motocicletta è uscita semi distrutta, anche il bus ha preso fuoco. Il giovane di Costa Volpino è morto sul colpo.
Da quattro anni Christian Fedriga gestiva la pizzeria d’asporto Kawabonga di Cogno (frazione di Piancogno) nel Bresciano.

commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it