BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Naturalmente”, un altro modo di vivere l’arte

Dopo la visita all'esposizione artistica di Albino un nostro lettore ci ha inviato questo contributo che pubblichiamo.

Dopo la visita ad una esposizione artistica ad Albino un nostro lettore ci ha inviato questo contributo che volentieri pubblichiamo.

L’invito parlava di un “laboratorio artistico”, di 31 artisti che avrebbero materialmente occupato con installazioni la casa, il giardino, l’orto e lo studio di Virgilio Fidanza, fotografo, nella valle del Lujo, ad Albino.

Mostre, esibizioni, vernissage di gallerie d’arte ce ne sono tante, anche a Bergamo, e come spesso accade queste sono marcate da un certo formalismo, dalla necessità di apparire oltre che di mostrare, di recitare una parte su di un palcoscenico dove attori e spettatori si scambiano continuamente i ruoli.

Ma “Naturalmente” è qualcosa d’altro, un momento di incontro tra persone che rappresentando solo se stesse hanno dato luogo ad un evento all’interno dell’evento, hanno portato interesse, cultura e contemporaneamente giovialità ed allegria, dando luogo a quello che chiamerei una sagra culturale di altissimo livello.

Il luogo è magico, una casa immersa nel verde, ai piedi di una collina che sale a gradoni e lungo la quale gli artisti hanno interpretato la relazione con il contesto. Opere a volte evidenti, altre volte mimetizzate tra le piante e ortaggi, tra la baracca degli attrezzi e i muretti di contenimento, dentro quello che sembra essere stato un rosen-garden, oppure galleggianti nella piscina a metà pendio. La cosa più divertente è che spesso si guarda un’opera e senza saperlo si parla con l’artista che l’ha inventata, si osserva un oggetto che sembra essere uno dei tanti attrezzi agricoli ed invece è una creazione, oppure ci si interroga davanti ad una specie di vecchia culla piena di oggetti cercando di capire se si tratta solo di un contenitore e senza dare nell’occhio si cerca la didascalia che improvvisamente renderebbe nobile la composizione…

Il laboratorio prosegue in casa, sui tavoli, sui balconi, nelle scale. Gente, tanta gente, musica balcanica da festa popolare, salumi, formaggi, torte dolci e salate, bevande. Chiacchierare diventa naturale, passeggiare osservando, commentando, mangiando.

Si conoscono tante persone e allo stesso tempo ci si interroga, esplicitamente o inconsciamente, sull’arte e sul rapporto della stessa con il nostro mondo, si guardano le realizzazioni e se ne misura l’efficacia artistica.

Il tempo passa veloce ed alla fine viene il momento di partire, malvolentieri, lasciandosi alle spalle una bellissima esperienza umana e culturale, gestita con intelligenza da Fidanza e la sua famiglia. Bravi!

Oliviero Godi

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da amministratore

    per saperne di più vai sul sito www:artenaturalmente.it

  2. Scritto da marilena

    potreste dare qualche indicazione in più su questa mostra?Mi piacerebbe visitarla, grazie