BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Mia figlia sognava un bimbo Non si aspettava una coltellata”

Parla il padre di Nicoletta Gaspani, la donna che ha perso il bambino dopo le botte e una coltellata del fidanzato immigrato. "Una brava figlia che non ha ascoltato i nostri consigli".

Più informazioni su

“Mia figlia è una romantica. Forse sognava, si è lasciata conquistare da un sogno nonostante i nostri consigli, ma non si aspettava di certo che finisse così”: sono parole sofferte quelle di Angelo Gaspani, pensionato, padre di Nicoletta, la 25enne di Capriate San Gervasio che nella serata tra sabato e domenica è stata accoltellata dal fidanzato marocchino in un appartamento di Colognola, a Bergamo, e ha perso il bimbo che aspettava da tre mesi.
Nicoletta è ricoverata nel reparto di Ostetricia degli Ospedali Riuniti. Al suo fianco ci sono la madre Giuseppina e la zia. E’ arrivata in ospedale perché dopo aver preso botte ed essere stata accoltellata è riuscita a scappare e scendere in strada, a Colognola, dove una donna l’ha vista e ha chiamato i soccorsi. “Era già ricoperta di sangue quando ha incrociato quella donna, se no chissà come andava a finire – dice il padre . Mia figlia Nicoletta aveva studiato al liceo, poi ha trovato più volte lavoro e non ha mai voluto pesare sulle nostre spalle. Una brava figlia”.
Nicoletta, secondo il papà, “vedeva quel disgraziato da almeno cinque mesi. Le avevamo detto di lasciar perdere, perchè lui aveva già precedenti penali, ma lei ha voluto andare avanti a seguire il suo sogno. E’ una romantica, mia figlia. E lui le ha teso una trappola, non so a quale scopo. Mia figlia aveva il sogno di un bimbo e non credeva di certo che il padre di suo figlio le avrebbe tirato una coltellata. Adesso non sta bene”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.