BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Un lusso la sicurezza sul lavoro? Peggio degli ultrà“

Un lettore condanna la frase detta dal ministro Tremonti alla Bèrghem Fest. Stupito che si arrivi a paventare come si debba entrare nell’ottica di lavorare senza diritti e senza salute.

Più informazioni su

Un lettore di Bergamonews condanna la frase detta dal ministro Giulio Tremonti alla Bèrghem Fest la sera dell’assalto ultrà.

Sembra, ho letto su vari giornali che il ministro Tremonti abbia affermato l’altra sera ad Alzano che la legge 626 che tutela la sicurezza sul lavoro sia per un Paese come l’Italia un lusso che non possiamo permetterci: “Robe come la 626”, una legge sulla sicurezza sul posto di lavoro, “sono un lusso che non possiamo permetterci”.
Se un’idea di questo genere, GRAVISSIMA, è stata espressa, considerato che quest’anno sul lavoro in Italia sono morte 19 persone il Ministro ne ha detto una veramente di troppo.
Per assurdo a mio parere il danno provocato dagli Ultras che ha attirato una miriade di condanne è ben poca cosa rispetto al danno provocato dalle idee di Tremonti: sì perché se la sicurezza sul lavoro è un lusso che non possiamo permetterci dobbiamo entrare nell’ottica di lavorare senza diritti, senza salute, senza sicurezza…con i morti sul lavoro …. “alla cinese”.
Questo è proprio il modo di pensare che ha provocato e continua a provocare tanti morti, invalidi e feriti sul posto di lavoro. Pensare che lavoro significhi soltanto produzione e alla fine soldi e che la sicurezza e la salute sul lavoro siano un optional è un’affermazione di tale gravità che ha tutta la mia personale disapprovazione.
Non vorrei che tra il fumo creato dagli Ultras non si riescano più a vedere affermazioni e tendenze gravissime e lesive della dignità umana. Sì perché pare che Tremonti abbia affermato che “non sono gli altri che devono avvicinarsi alle nostre condizioni di lavoro”, ma “è l’Europa che deve adattarsi alla condizione di lavoro degli altri paesi del mondo” dove i diritti sono ben pochi.
Estremizzando a modo mio: se i concorrenti cinesi introducono la schiavitù, l’Europa deve adeguarsi e per stare sul Mercato e reggere la concorrenza deve reintrodurre la schiavitù.
Se il prezzo che devo pagare per vivere è finire al manicomio, in ospedale, su una sedia a rotelle o al cimitero, allora sì che il lavoro mi costa troppo.
Qualcuno mi sa dire cosa ha precisamente detto Tremonti, e se veramente ha detto queste cose? … Perché se ha detto cose del genere a fianco dei 250 commenti di condanna degli ultras, me ne aspetto almeno 1.000 di disapprovazione per chi considera la sicurezza sul lavoro come un lusso.

Carmelo

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da MATTIA BONETTI

    Dopo molti giorni trascorsi dall’ uscita dell’ articolo noto con rammarico che i commenti sono solo 45, PER ALTRI ARGOMENTI PIU’ SUBDOLI PER NON DIRE ASSURDI TUTTI SI SPRECANO A COMMENTARE CON RABBIA E CONVINCIMENTO , A QUANTO PARE NON GLIENE FREGA NIENTE A NESSUNO DELLA SALUTE E DELLA SIICUREZZA, TUTTI PENSANO < TANTO A ME' NON SUCCEDE SONO BRAVO E SVEGLIO IO > ma che bravi che sono gli Italiani, intelligenti e realisti : USCITE DA QUESTO MONDO VIRTUALE E FANTASIOSO IN CUI VIVETE ED ATTERRATE.

  2. Scritto da rf

    La sicurezza si fa con la formazione, che deve essere costante e rinnovata, perché è un fatto culturale che deve entrare nella prassi lavorativa quotidiana, come lo è stato l’uso della cintura di sicurezza in auto. Ci vuole tempo perché lo diventi e soprattutto bisogna crederci. Certi lavoratori, specie nell’edile, si comportano in modo inconsapevole solo per ignoranza e mancata formazione nei termini indicati. Inutile poi piangere o diventare pallidi solo quando c’è il morto. Troppo tardi…

  3. Scritto da Paolo

    Concordo pienamente. Dichiarazioni gravissime e senza senso da parte del Ministro. La cosa ancora più grave è la mancata reazione delle parti politiche che, devo supporre, non considerano il tema di fondamentale importanza. Davvero preoccupante!

  4. Scritto da M.M.

    Sensa polèmiche: ma ergù dè otèr fina al 28, if facc amò di cors per la sigürèsa? Sè se,sif pròpe segür de is en buna fede?

  5. Scritto da rf

    x 29. Non c’è stata reazione semplicemente perché in materia c’è un’ignoranza bestiale dai parte dei politici, altrimenti non si spiega come una persona intelligente come Tremonti possa venire a dire delle bestiate del genere non sapendo nemmeno che la 626 è stata abrogata. Una figura barbina di cui non si è accorto nessuno, men che meno i leghisti della Berghem Fest. Il che dà la misura del portato culturale medio dei ns attuali politici che purtroppo sono lo specchio del paese

  6. Scritto da rf

    Il problema è che tentiamo di inseguire la Cina sul suo terreno sperando di rallentare un declino politico-economico a mio avviso inarrestabile, proprio perché l’Europa ha perso il suo primato molto prima sul piano etico-culturale e delle idee, direi almeno dalla II guerra mondiale. Purtroppo il benessere del dopoguerra, favorito paradossalmente dalla presenza del blocco comunista, ha portato alla implosione delle idee e delle menti e al degrado etico. La CIna l’ha solo messo pienamente in luce.

  7. Scritto da MATTIA BONETTI

    per M.M. @30. non ti preoccupare che ne ho fatti a centinaia di corsi sulla sicurezza, so quasi a memoria la 626 e sto studiando il D.lgs 81/ 2008 che se venisse applicato alla lettera farebbe porre sotto sequestro il 65 % delle aziende grandi ed il 99 % di quelle artigiane. I BERGAMASCHI NON SI SMENTISCONO MAI ( io sono bergamasco ) LAVORARE, LAVORARE, LAVORARE COME GLI ASINI, E MORIRE COME LE BESTIE.

  8. Scritto da M.M.

    x33 forse però to vivèt mia che? Pensèt mìa chè i persune di ölte i pöl anche sbaglià söl laurà? Arda cos’à i à cumbinat a cèrte dutur chi de ché

  9. Scritto da SHERWOOD

    Il problema della legislazione attuale (D.Lgs.81/2008 che ha abroogato il D.Lgs. 626/94 e parecchie altre leggi) sono gli eccessi….
    Un esempio: LO STRESS LAVORO CORRELATO !
    Questa invenzione del legilsatore che nessuno sa cosa sia (innumerevoli Linee Guida diverse tra loro dai più svariati enti), per valutare se un lavoratore è stressato.
    Attenzione: si lavora in fabbrica mediamente 40 su 168 ore la settimana…. cioè per 3/4 del tempo si è fuori… e le aziende devono valutare lo stress.

  10. Scritto da Ol ciccio

    La sicurezza sul luogo di lavoro è un diritto ma anche un dovere per tutti i lavoratori.
    Spesso ci si trova di fronte a lavoratori che sono i primi a sbattersene altamente della loro incolumità.
    non è questione di generalizzare o meno ma, di essere realisti e di vedere il mondo del lavoro in modo obbiettivo.
    I lavoratori devono avere tutti gli strumenti necessari alle loro lavorazioni ma, devono anche utilizzarli!

  11. Scritto da sherwood

    Per il 37: si ho provato a lavorare sia in tessitura che attaccato ad una macchina per stampaggio materie plastiche, su 3 turni. E’ alienante ! Ma per capire questo non ci vogliono fiumi di inchiostro e consulenti ben pagati dagli enti locali…. basta un sindacato che faccia davvero gli interessi dei lavoratori. Ho invece l’impressione che lo Stress Lavoro correlato sia un’invenzione ad uso e consumo di certi uffici parastatali….

  12. Scritto da marcolucio53

    Mi occupo da 32 anni di sicurezza sul lavoro e ho constatato che il D.Lgs. 626 è nato e morto senza che tantissime aziende se ne siano rese conto ( cioè è stato letteralmente ignorato) e ora, con il D.lgs. 81 ( T.U.) poco cambia . Il costo sociale degli infortuni sul lavoro è stimato in oltre 40 miliardi di euro ( il 3% del ns.Pil ) mentre i controlli sulle aziende sono pari al 5 per mille .Cioè niente. Tra l’altro, il D.lgs.81 prevede l’autocontrollo delle imprese,ma anche qui pochi fanno.

  13. Scritto da Mimi

    x38 Robyn Hoo:appunto,ALIENANTE!

  14. Scritto da marcolucio53

    CHE STRANO! SENZA ESSERE ESTEROFILI ( W L’ITALIA!) QUELLO CHE ALTROVE E’ SCONTATO ( MACCHINE,IMPIANTI,AMBIENTI DI LAVORO CON SICUREZZA INTRINSECA, INFORMAZIONE), DA NOI E” UN OPTIONAL, CIOE’ UN COSTO. E SI CERCA IL MASSIMO RISPARMIO, ANCHE SULLA PELLE DEGLI ALTRI, CONFIDANDO CHE VADA SEMPRE BENE.
    EPPURE CON IL 626 E’ ENORMEMENTE CRESCIUTA LA “CULTURA DELLA SICUREZZA”,CHE RISPARMIA VITE E COSTI SOCIALI,OLTRE CHE DRAMMI FAMIGLIARI. MISCONOSCERE TUTTO CIO’ E’ PURA BARBARIE O PURA DEMAGOGIA !

  15. Scritto da CONTROLLI MA ITALIANI

    Abito vicino a una ditta (torneria) in cui per tutta l’estate o tengono le porte aperte ( e gli abitanti della zona sentono un gran rumore) o chiudono i portoni e gli operaio vengono intossicati. Quando viene l’ASL il titolare offre il pranzo, e denunciati ai carabinieri gli stessi vanno in ditta, stanno lì seduti 2 ore alla macchina del caffè e la ditta tiene le porte chiuse. Appena van via i carabinieri la Ditta riapre… controlli PROPRIO italiani … COME IL GIOCO GUARDIE E LADRI

  16. Scritto da ho sete.

    CROMO ESAVALENTE:tutti o quasi sanno da dove viene,ma morire che qualcuno vada a”chiudere il Rubinetto”e dopo i ta dis de mia föma che elfa mal!

  17. Scritto da disoccupato valseriana

    La lega fa di tutto per spostare l’attenzione sui problemi stupidi come quelli dello sport, quando in realtà all’interno della serata con Tremonti, la cosa che mi ha lasciato più sconcertato è stato l’intervento umiliante nei confronti della 626, quando vedo situazioni precarie di lavoro, morti e incidenti invalidanti, e in più sobbarcati di tasse. Certo che coloro che prendono 12.000 euro al mese solo di stipendio in regione, anche a solo 21 anni non hanno vergogna a farsi vedere? ANDATE VIAAA

  18. Scritto da False_promesse

    Finalmente Tremonti ha gettato la maschera, e con lui tutto la sua cricca.
    La 626 legge sacrosanta che serve a proteggere la vita della gente che lavora, certo che chi vive nei palazzi attorniato dalla sua cricca non ne sente la necessità e la giudichi un lusso, loro non richiano nulla. Purtroppo per colpa di qualche stupido la cosa è passata in secondo piano, ma questo mè il vero volto di chi ci sta governando. Solo x loro ed il resto tutto allo sfascio. Concordo ANDATE VIAAAA!!!!!!!!!

  19. Scritto da Mojcano

    Grazie Carmelo,questa tua Lettera a colto nel segno. Cinesi si,ma diritti nessuno. La 626,secondo alcuni non serve a nulla,intanto nel 2010 in Italia si continua a Morire sul Lavoro… Grazie Carmelo.

  20. Scritto da Ermino

    Sono degli sciacalli ecco la verità, hanno predicato per anni la fine della lotta di classe, però hanno dimenticato di smetterla di farla contro gli operai. ANDATE VIA!!!

  21. Scritto da Cittadino Schifato

    Mi fa piacere che abbia aperto questo dibattito e colgo l’occasione per evidenziare quanto i nostri ministri siano del tutto ignoranti in materia:
    1 – la 626 non eiste più ed è stata sostituita dal Decreto Legislativo 81 del 2008: Tremonti studia!!!
    2 – da ministro dell’economia è del tutto ignorante dle fatto che senza tutela aumenterebbero gli infortuni che costano SOLDI PUBBLICI: un invalido permanente allo stato mi pare costi? o sbaglio???
    3 – segue

  22. Scritto da Cittadino Schifato

    3 – applicando la norma aumenterebbero i posti di lavoro;
    4 – applicando dazi alle merci in arrivo dai paesi senza salvaguradia dei lavoratori, che non sono solo la Cina, ci sarebbe la tutela dei nostri prodotti ovvero signor ministro dell’economia LAVORO per le nostre aziende;
    5 – formulando una politica vera di promozione della crescita della nostra produzione in sicurezza, elargire agevolazioni alla aziende che dimostrano attenzione a questi argomenti.
    segue

  23. Scritto da duilio Magno

    Perchè stupirsi di affermazioni irrazionali e stupide, i fatti lo dimostrano , per molti a vari livelli sicurezza significa costo e quindi poco importa se i cittadini- lavoratori si fanno male o rischiano la vita per il lavoro, tanto sono pagati.Il Sindacato da sempre è impegnato a tutelare i lavoratori, nel settore edile , passi in avanti si sono avuti grazie al lavoro costante fatto e che si continua a fare come Sindacato, troppi parlano senza pensare o sapere!

  24. Scritto da Cittadino Schifato

    Concludo ma non per mancanza di argomenti.
    Signor ministro (la emme minuscola è voluta) pensi a fare politiche che siano socialmente utili alla nostra gente invece di fare il leghista che va in piazza a sparare stupidaggini senza senso e se ha tempo lo dica anche agli altri ministri…
    Spero di non essere stato troppo tecnico ma, su queste cose non si scherza, MAI, capisco che a forza di frequentare calderoli un pò si venga rovinati ma … su dai reagisca!!!

  25. Scritto da TEX

    La 626 c’è ed esiste la 428 c’è ed esiste non sono sostituite ma aggiornate.
    Forse non tutti sanno che prima di iniziare un qualsiasi lavoro un qualsiasi cantiere una apertura di locali ci vuole una valanga di carte e documenti che si attesti di aver ottemperato ai requisiti sulla sicurezza. Sono convinto che il discorso di Tremonti era in visione di snellire tale documentazione perchè anche in questo caso la burocrazia costa al cittadino un sacco di soldi

  26. Scritto da Mojcano

    Ciao Tex,snellire…?! Stiamo parlando di Morti sul Lavoro(esseri Umani Lavoratori)e tu parli di snellire? Controlli,ci vogliono! Rispetto delle Regole!

  27. Scritto da Cittadino Schifato

    caro TEX all’articolo 304 del Decreto 81/2008 “ABROGAZIONI” c’è scritto che tra le altre è ABROGATO: il D.lgs. 626/94 insieme a tante altre … AGGIORNATI!!!
    le visioni di tremonti le puoi intepretare come vuoi tu ma un ministro deve essere un politico che si dovrebbe sapere esprimere e non un visionario che dice fischi per fiaschi.

  28. Scritto da andrea

    In Italia ogni anno ci sono circa un migliaio di morti sul lavoro. Molti più di 19.
    Nel rapporto INAIL del 2009 sono indicati 1050 morti sul lavoro in Italia.
    Probabilmente 19 sono i morti della sola Bergamo e provincia.

    E’ certo che la violenza degli atalantini, per quando deprecabile, non ha ammazzato nessuno. Tremonti invece vuole fare una strage?

  29. Scritto da rf

    Concordo integralmente con Cittadino schifato, Tex, studia insieme a Tremonti, ché di incompetenti che parlano senza conoscenza ce n’è già sin troppi a cominciare dai politici. Non è il caso di ingrossarne le fila. D’altronde il discorso di Tremonti è coerente con l’imbarbarimento del paese così ben rappresentato dal pensiero leghista. Mi pare fosse la sede opportuna per certe cialtronerie. Il problema è la testa burocratica e formale degli italiani non le leggi sulla sicurezza in sé.

  30. Scritto da rf

    D’altronde la cosa era già chiara con il Decreto sulla scuola che permette formazioni di classi prime alle superioriori anche oltre i 30 alunni, a discrezione dei presidi, in locali ristretti, in barba ai regolamenti di igiene e delle norme antincendio. Il tutto per ridurre i docenti e spese e farlo passare sotto il nome di “riforma della scuola”. Questo paese è ormai un tristissimo circo equestre zeppo di clown ancora più tristi che ci manda verso barbarie ed inciviltà legalizzata.

  31. Scritto da Mano Libera

    Togliamole tutte queste sciocche leggi, lacci e lacciuoli. A infilare il cromo in falda c’è da tribolare e rischiare un sacco.
    Nel medioevo sì che si viveva bene !

  32. Scritto da Federazione della Sinistra

    In un Paese nel quale all’incirca 1.000 OPERAI MUOIONO sul posto di LAVORO ogni anno, le dichiarazioni di Tremonti sarebbero (senza scherzare) da Codice Penale!!
    il “progetto” del Governo (vedi Tremonti) e di Confindustria (vedi Marchionne) ci vorrebbero con meno SICUREZZA (“un lusso”) e meno DIRITTI (“basta conflitti tra padroni e lavoratori” …a patto che si accetti sempre, senza fiatare, quello che vogliono i padroni??)
    OPERAI del Nord che avete votato Lega, cercate di APRIRE GLI OCCHI !!

  33. Scritto da rf

    Le leggi sulla sicurezza non sono un’invenzione di quel perdigiorno del ns legislatore, ma sono state elaborate ed applicate correttamente in ambito europeo da tempo e il testo vigente è ovviamente armonizzato a quello europeo, come da prassi comunitaria. Solo da noi si hanno certi problemi, come solo da noi abbiamo percentuali di evasioni fiscale da “Stato libero di Bananas” di alleniana memoria.
    Meno sicurezza+ evasione fiscale= barbarie e inciviltà. Avanti col patto Lega-Tremonti!

  34. Scritto da rf

    La sicurezza è cultura della prevenzione che andrebbe insegnata già dalla scuola e permette, se considerata sin dalle fasi progettuali, di fare efficienza e persino risparmio. In Italia è vista solo come una spesa perché si chiede la sicurezza sempre a babbo morto, poco in fase preventiva. La miopia in materia, maggioritaria nel ns paese, è la causa dei morti e dei costi, non le leggi. Siamo noi che dobbiamo fare un salto culturale e di civilta, non chiedere sempre e solo escamotage di comodo.

  35. Scritto da Agostino

    Come non essere d’accordo con Carmelo? Anch’io sono trasalito e ho sbottato “COOOSA????”quando ho sentito la notizia al Tg (non so se TG3 o TG La7, perchè gli altri lasciamo perdere…). Concordo in toto con rf #13,14,17 e 18: daltronde Tremorti quale ipotetico successore di B. al governo non poteva esimersi dallo sparare una ca22ata degna del suo kapo…

  36. Scritto da Cittadino Schifato

    Non è una questione di parte, non facciamo confusione, la sicurezza sul lavoro non è di sinistra o di destra. Io sono di DESTRA quella vera non quella che oggi sta al governo. Del resto la libertà di circolazione delle merci cinesi in europa fu il presidente prodi ad accettarla senza vincoli e senza tutela: l’italia per lui era il ponte per l’europa dei cinesi, suo slogan molto becero e ahinoi reale.
    Se a livello europeo avessimo detto stop… chissà… tremonti è un piccolo esempio di pochezza

  37. Scritto da Margherita

    buonasera, non voglio fare polemiche ma il sig. Tremonti si ricorda il passato e la storia del paese per il quale ha prestato giuramento? Mi vergogno di sapere che in Italia se sei un lavoratore conti meno dello zero e se muori,,a lor signori fai solo un favore, non ti fanno funerali di stato con picchetti d’onore e bandiere, tu sei un povero operaio e non servi la Patria a loro dire .Questi “governanti” dovrebbero davvero fare un serio esame di coscienza, se ancora ce l’hanno, POVERA ITALIA.

  38. Scritto da roberto fugazzi

    @ TEX…snellire!!!!…1000 morti all’anno non ti bastano?…fai un giro per i cantieri e..ne vedrai delle belle!…se proprio vuoi snellire…cominciamo a togliere la sicurezza ai ministri,le auto blu corazzate…sai non possiamo più permettercele!!!!….se un paese non può più permettersi la sicurezza sul lavoro,vuol dire che ha perso ogni senso di civiltà e che sta andando verso la BARBARIE!

  39. Scritto da marino foletta

    ha ragione tremonti!
    nuovi posti di lavoro, piu’ commesse per il settore delle pompe funebri e meno pensionati da mantenere!
    w l’italia

  40. Scritto da ales

    tremonti è un figlio dell benessere x vip se la spassa bene io direi ai ministri e vari di andare in pensione non piu con 5 anni comè attuale ma farne almeno 20 e con gli stessi soldi di un operaio
    vedrete che non cxi sarà piu nessuno disposto a governare
    tutti ladri dalla destra centro sinistra grillini paciughi vari etcetc

  41. Scritto da vengo anchio alla Masù

    In un Paesello del alta val Seriana Ardesio,per 15 ANNI finche a regnato la Lega,a nessuno era venuto in mente di ridipingere le aule Scolastiche… ailoro.

  42. Scritto da MATTIA BONETTI

    1. Le affermazioni di Tremonti la dicono tutta su chi ci governa : punto primo la 626 è stata abrogata, ora vige il cosi detto Testo Unico ovvero D.Lgs. 81 / 2008 martoriato dalla Legge 106, Legge che ha come unico scopo quello di diminuire le sanzioni ai padroni, ma soprattutto quello di spostare la responsabilità degli infortuni sui direttori, sui capi reparto, sui capetti, sui capini e sui lavoratori : TUTTI HANNO COLPA TRANNE IL PADRONE;

  43. Scritto da MATTIA BONETTI

    2. TremontI non conosca nemmeno le Leggi in vigore e quelle abrogate; MA QUELLO CHE CI DEVE FARE RIFLETTERE E’ CHE HA DETTO QUELLO CHE IN REALTA PENSANO, FANNO, CREDONO I NOSTRI GOVERNANTI E CIOE’ CHE LA SALUTE E LA SICUREZZA DEI LAVORATORI E DEI CITTADINI NON CONTA NULLA LO SCOPO DELLO STATO E’ CHE LA SOCIETA’ FACCIA SEMPRE PIU’ PROFITTI, PROFITTI CHE ENTRANO NELLE TASCHE DI POCHISSIME PERSONE, E SE PER ARRIVARE A CIO’ DEVONO MORIRE ED AMMALARSI DEI POVERI OPERAI , MA CHI SE NE FREGA,

  44. Scritto da MATTIA BONETTI

    3. L’ IMPORTANTE E’ CHE I POCHI PRESCELTI GUADAGNINO SEMPRE DI PIU’. VORREI FARE UNA DOMANDA A QUESTO FANTOMATICO MINISTRO : tralasciando il lato umano della vicenda e la sofferenza di migliaia di persone, nonchè la morte, MA LO SA LEI QUANTO COSTANO ALL’ ITALIA TUTTI QUESTI INVALIDI CAUSATI DAL MONDO DEL LAVORO ??? SE FOSSE UN UOMO DIREBBE < L' ITALIA NON PUO' PERMETTERSI IL LUSSO DI AVERE COSI' TANTI MORTI E COSI' TANTI INVALIDI >> CI RIFLETTA SE ANCORA HA UN POCO DI UMANITA’.