BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Trealbe Calcio: “al campo ci pensi il Comune”

Non è ancora risolta la vicenda del campo sportivo che vede coinvolti Parrocchia, Comune e società sportiva Trealbe: i genitori andranno dal sindaco.

Più informazioni su

Storia infinita per il campo sportivo di Treviolo. Non si è ancora risolta la vicenda del campo sportivo parrocchiale che vede coinvolti la Parrocchia, il Comune e la società sportiva Trealbe Calcio. Ma anche i genitori dei tanti ragazzi – duecento in tutto – che frequentano le squadre della società: sabato 28 andranno dal sindaco Gianfranco Masper per capire cosa succederà nei prossimi mesi.
Il problema infatti è proprio il campo di calcio di proprietà della Parrocchia che da 12 anni ospita le squadre della Trealbe. In tutto questo periodo la Parrocchia ha offerto gratuitamente la struttura e la società di calcio si è impegnata nella manutenzione del campo.
Ora però la Parrocchia deve ristrutturare i locali dell’oratorio ed è costretta a mettere in vendita il campo sportivo: 890mila euro. Una bella cifra anche per l’amministrazione comunale che avrebbe intenzione di acquistare il campo dilazionando però il pagamento in otto anni.
A sua volta però la Parrocchia ha necessità di incassare subito la cifra per poter dar il via ai lavori di ristrutturazione. Per questo ha chiesto alla Trealbe un contributo di 25mila euro per l’utilizzo del campo per un anno. Da parte sua la società di calcio  ritiene che sia il Comune a dover farsi carico della spesa. Non solo.
Se il Comune acquistasse il campo, la società potrebbe poi sottoscrivere una convenzione simile a quella stipulata finora con la Parrocchia: ovvero l’utilizzo gratuito del campo e in cambio manutenzioni e controlli della struttura da parte della società sportiva. Resta il fatto però che il Comune non può permettersi di spendere quasi 900mila euro per acquistare il campo. E intanto il malumore serpeggia anche tra i genitori che sperano che la vicenda si risolva al più presto.  

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.