BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Tasse salate: fuorilegge l’Universit?? di Bergamo

E' seconda solo a Urbino: agli studenti orobici chiesto il 33% del finanziamento statale, quando il tetto ?? del 20. Ma la quota pro capite degli iscritti non ?? tra le pi?? alte.

Tasse salate, salatissime a volte. Così le Università cercano di sopperire ai tagli dei finanziamenti ministeriali. Ma per la legge il contributo degli studenti deve avere un tetto, tetto che a Bergamo, ma non solo, viene ampiamente superato.
Infatti il "peso" delle tasse studentesche nella città del Donizetti è pari al 33 per cento del finanziamento statale ordinario (872 euro a ognuno di 14.093 iscritti, peraltro una cifra non tra le più elevate), quando il massimo previsto è del 20 per cento. Bergamo risulta così, da un’inchiesta di Gianni Trovati del Sole 24Ore, seconda solo a Urbino tra le Università d’Italia nel rapporto tassa-finanziamento, mentre sono comunque 25 gli atenei che superano il tetto del 20 per cento, o almeno l’hanno superato nel 2009.
In effetti i tagli che si susseguono di anno in anno da parte del ministero alle facoltà hanno portato le stesse via via a far lievitare le tasse di chi le frequenta al punto che la media nazionale è del 19,6 per cento. Ma c’è una differenza: è soprattutto nelle Università del Nord che si "spremono" le famiglie e gli studenti: a Bari, Sassari, Messina… i rettori cercano di chiedere tasse abbordabili agli iscritti anche nella speranza di frenare l’emigrazione studentesca verso Nord. 
I controlli a dire il vero scarseggiano e c’è chi chiede che tale tetto venga abolito come succede in alcune realtà europee dove le tasse sono più alte per chi può permetterselo e dove aumentano i sostegni agli studenti meritevoli.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Andrea

    tranquilli ci difende la Lega a Roma