BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Alt dei sindaci alla discarica di cemento-amianto

No deciso al progetto di discarica di manufatti di cemento-amianto presentata da TE.AM, società mista privato (51%) e pubblico (49%), da realizzarsi nella ex cava Vailata.

Dai sindaci di Calvenzano, Aldo Blini, di Casirate, Luisa Degeri e di Treviglio, Ariella Borghi è venuto un no deciso al progetto di discarica di manufatti di cemento-amianto presentata da TE.AM, società mista privato (51%) e pubblico (49%), discarica da realizzarsi nella ex cava Vailata che si trova alla periferia sud di Treviglio, al confine con Casirate d’Adda e Calvenzano.
I sindaci si sono riuniti con i loro tecnici per analizzare insieme le integrazioni al progetto presentate da TE.AM in seguito alle osservazioni di Asl e Arpa, che le tre Amministrazioni sono ancora in attesa di conoscere, rispetto alla dispersione di fibre d’amianto nell’aria e rispetto alle oscillazioni della falda. Entro il prossimo 10 settembre tutti gli enti competenti dovranno inviare le loro osservazioni in proposito, ai fini del rilascio della VIA, Valutazione di Impatto Ambientale, ultimo scoglio da superare prima della approvazione del progetto.
“Al di là di queste integrazioni e della valutazione che ne daranno Asl e Arpa, questo non è un progetto che nasce in mezzo al deserto, ma si colloca in una zona urbanizzata già carica di altre criticità, tra le quali quella della viabilità. Non è possibile che i tecnici procedano a una valutazione certosina su acqua e aria e si dimentichino del resto, cioè che ragionino sul progetto avulso dal contesto. Le osservazioni che abbiamo presentato sono una lunga lista. Se questo progetto passa avremo criticità che si sommano ad altre criticità”, dichiara il sindaco Degeri. “Il nostro è un no deciso” – aggiunge il sindaco Blini di Calvenzano – “Al di là delle dimensioni (450.000 m3 con uno smaltimento previsto in 5 anni), siamo fortemente preoccupati della salute dei nostri cittadini”.
I Consigli comunali dei tre comuni hanno respinto il progetto TE.AM attraverso diverse mozioni e la presentazione di una fitta serie di memorie ‘contro’. “All’unanimità” – precisa il sindaco di Treviglio Borghi. “Per questo mi aspetto che tutte le forze politiche rappresentate nel consiglio comunale premano sui loro rapprresentanti in Consiglio Provinciale perché anche la Provincia di Bergamo esprima un chiaro no politico a questo progetto”.
Il Consiglio provinciale fino ad ora infatti ha preso atto del parere dei tecnici della Provincia che hanno espresso un parere interlocutorio con prescrizioni, dando incarico al Presidente Pirovano di seguire attentamente l’iter di tali prescrizioni. Si era all’inizio della primavera scorsa. Da allora, però, i tre Comuni della Bassa non hanno più avuto notizie, nonostante le abbiano sollecitate. “Nulla vieta, tuttavia, che nei prossimi giorni si recuperi il tempo perduto”, auspica il sindaco Borghi.
Sul progetto TE.AM sono state sollevate, in sede di conferenza stampa, due altre questioni. La prima, che il progetto TE.AM, se venisse presentato oggi, sarebbe addirittura in contrasto con le linee guida della Provincia sugli impianti di smaltimento emanate nella primavera scorsa (linee tuttavia che non hanno effetto retroattivo, come ha precisato il tecnico del Comune di Calvenzano ing. Intra). La seconda: la impossibilità dei Comuni di incidere su TE.AM che per il 51 % è di un privato e per il 49% di SABB, società partecipata dai Comuni della Bassa. Unanime la risposta: “La maggioranza è del privato. Noi sindaci di Calvenzano, Casirate e Treviglio abbiamo sempre espresso parere negativo a questo progetto di discarica. La salute dei cittadini viene prima dei bilanci delle aziende”.
 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Curius

    @5 – Il fatto è che vedo Pdl e lega trevigliesi molto, molto defilati sul tema. Comprensibilmente, visto che Pdl e Lega provinciali e regionali sono favorevoli. Meglio che ad essere in gioco sia un c…… un pò più ….. distante che il loro. Mi par di capire.

  2. Scritto da LASEMELMOL

    mi chiedo e vi DOMANDO ma in BERGAMASCA quante :
    DISCARICHE CI SONO?
    QUANTI INCENERITORI?
    TERMOVALORIZZATORI?

    E POI SIAMO SICURI CHE QUESTA DISCARICA PRENDEREBBE IN CARICO SOLO RIFIUTI BG?
    OPPURE FAREMO LA FINE DEL TERMOVALORIZZATORE DI DALMINE DOVE ABBIAMO SMALTITO TUTTI I RIFIUTI DI NAPOLI E MERIDIONE.
    SE L’ASPETTATIVA E’ QUESTA NO GRAZIEFACCIAMOLA IN MERIDIONE TANTO LORO SONO ABITUATI AD AVERE RIFIUTI PER LE STRADE PERIFERICHE.

  3. Scritto da le reti della "casta"

    il privato che ha il 51% di Te.am è lo stesso che ha il 20% di Cogeide. I due politici che hanno consentito a questo privato di entrare nell’azionariato delle due società, hanno in comune la stessa visione: fare business con soldi pubblici, assieme a quelli privati. Sono politici di centro e di sinistra. Minuti ex sindaco di Treviglio e Bettoni ex Presidente della Provincia. Oggi alla Provincia c’è Pirovano, che quando era sindaco di Carvaggio alla Cogeide ha conferito anche la gestione metano

  4. Scritto da col c... degli altri

    Curius, cosa dice il PD, del Vice Presidente Dacchioli, da anni deus ex machina della SAAB SPA, società che detiene il 49% della Te.am? Dacchioli non concorda con la sindaco Borghi sulla discarica d’amianto. Non risulta alla Te.am che il 49% di SAAB SPA rifiuti la proposta della discarica.
    Qui non è questione di destra o sinistra, qui la questione è che i politici della “casta” vogliono fare i comodi loro! Come diceva Ricucci? Tutti buoni a fare i froci col c.. degli altri!

  5. Scritto da Curius

    @ Cosa dice l’amministrazione di centrosinistra è chiaro dall’articolo ed è un no (le posizioni personali e interessate sono altro tema). Cosa dicono Pdl e Lega non emerge, neppure dal suo intervento. La mia curiosità era questa. Ogni tanto bisognerebbe avere il coraggio di esprimersi, diversamente ha davvero ragione lei, tutti bravi a fare i froci ecc. ecc.

  6. Scritto da col c...lo degli altri

    Curius Lega, PDL e gli altri consiglieri d’opposizione sono contrari alla discarica d’amianto, come la maggioranza. La decisione è di competenza regionale su parere provinciale. La regione è in cerca di siti dove mettere l’amianto e la Te.am è disponibile, per lei è un affarone, la politica locale di dx e sx è contraria, ma regione e provincia ci provano. Intanto sia il 49% sia il 51% di Te.am hanno acceso un cero alla Madonna, sia di Caravaggio sia di Treviglio affinché l’affare si concluda

  7. Scritto da Curius

    Lega e Pdl trevigliesi cosa dicono ?