BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Concerto e rievocazione storica per S. Alessandro

Bergamo festeggia il suo patrono con una serie di iniziative in calendario mercoledì 25, giovedì 26 e domenica 29.

Più informazioni su

Visite guidate a palazzo Frizzoni, mostra di statuti comunali con raffigurazioni di sant’Alessandro, concerto di campane e la prima rievocazione storica.
Bergamo festeggia il suo patrono – sant’Alessandro – con una serie di iniziative in calendario mercoledì 25, giovedì 26 e domenica 29.
Mercoledì 25 il concerto di campane vedrà coinvolti 7 campanili della città che dalle 10.30 alle 12 si alterneranno suonando a festa le proprie campane mentre giovedì 26 – festa del patrono – palazzo Frizzoni sarà aperto ai cittadini dalle 10 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 19. Per l’occasione sarà possibile visitare nella “Galleria dei cardinali” la mostra di statuti comunali con raffigurazioni di sant’Alessandro e conservati alla Biblioteca Angelo Mai. Inoltre dalle 16 alle 17.30 il presidente del consiglio Gugliemo Redondi, accompagnato da Giovanni Carullo, terrà una visita guidata a Palazzo Frizzoni.
Ma sarà domenica 29 agosto il fulcro della manifestazioni per la festa del patrono: la prima rievocazione storica della passione di sant’Alessandro. Ovvero un lungo corteo di soldati romani a piedi e a cavallo che alle 17 partirà dalla chiesa di sant’Alessandro della Croce trascindando sant’Alessandro in catene fino all chiesa di sant’Alessandro in Colonna dove alle 17.30 si svolgerà il processo e la sua condanna a morte. Alle 18 in piazza Matteotti si terrà una rappresentazione teatrale con santa Grata, un popolano e un centurione che racconteranno la passione di sant’Alessandro.
La drammaturgia della rievocazione storica è di Paolo Aresi e la regia di Fabio Comana. “In scena” gli attori di diverse compagnie teatrali bergamasche: (in ordine di apparizione) Tiziano Ferrari, Francesco Porfido, Fabio Comana, Daniela Barzaghi, Max Brembilla, Marco Gavazzeni.
Alle 19 si terrà la processione religiosa che da sant’Alessandro in Colonna salirà al Duomo, a Bergamo Alta. Alle 20.30 la festa in piazza Vecchia – una festa gastronomica con la presentazione della Torta di sant’Alessandro, spettacoli di acrobazie e giocoleria – chiuderà le manifestazioni dedicate al patrono.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Decapitazione del pensiero!

    Angoscia. Scripta manent per fortuna. Se ci riesce, legga un po’ di storia circa SAlessandro. Scoprirà che la decapitazione non è un vezzo ma una realtà del nostro patrono. Circa l’organizzazione si informi però con una preghiera. A fatti “scoperti” si prenda l’intelligente briga di scrivere un commento con le sue scuse. Questa cultura del sospetto è aberrante. Almeno vederla prima. Almeno. No, il processo e la condanna prima dell’evento. Una decapitazione del cervello.

  2. Scritto da angoscia

    Avevo letto di una decapitazione in piazza: è confermata??? Quanto a fantasia l’assessore alla cultura non ha rivali! Libera nos domine………
    Sarebbe comunque interessante sapere esattamente chi ha vinto l’appalto per l’organizzazione e quanto costa alla fine tutta la sceneggiata, perché, non illudiamoci, anche le cose di cattivo gusto costano! Riusciremo a sapere la verità??? Mah…………………………..

  3. Scritto da al va mai be negot

    Detto da te Giopì è quasi una garanzia. Di successo.

  4. Scritto da che storia

    …l’unico divertimento tosto sarebbe l’irruzione di qualche barbaro, un manipolo di Barbarossa anzitempo. Sarebbe un tocco lega-verde che ci starebbe perfetto.
    Peccato!
    Però non si sa mai…magari Aresi arricchisce la trama.

  5. Scritto da ol Giopì castigamacc

    Che burinata!