BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Via la ciclabile, consigliere in bici investito

Francesco Allleva, consigliere circoscrizionale che ha protestato contro l'eliminazione della pista in viale Giulio Cesare, è stato la prima vittima: investito da una moto.

Più informazioni su

Lui l’aveva detto. E aveva anche protestato contro l’abolizione della pista ciclabile in viale Giulio Cesare a Bergamo. Ma non è servito e proprio lui è stato la prima vittima. Lui è Francesco Alleva, 30 anni, consigliere e vicepresidente della terza circoscrizione cittadina (lista Bruni) che nei giorni scorsi è stato investito da una moto, una Kawasaki, mentre percorreva viale Giulio Cesare sulla sua due ruote da piazzale Oberdan verso l’incrocio con via del Lazzaretto. Nell’incidente Francesco Alleva si è fratturato il braccio ed è stato sottoposto a un intervento. Ferito anche il centauro. Inevitabile il commento del consigliere circoscrizionale: "Se non avessero tolto la pista forse l’incidente non sarebbe accaduto".

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da F Breda

    Oggi, 1 Ottobre 2010, mi rimangio quanto scritto al mio precedente post 25 del 23 Agosto: “apprezzo e approvo il recente ripristino del doppio senso ciclabile nella ztl di via tasso, eliminato circa 1 anno fa”. Ho appena constatato che è stato nuovamente eliminato. Constato contemporaneamente che continua indisturbato l’uso della sosta selvaggio nella via. Constato infine che evidentemente ci garba pervicacemente retrocedere, invece che avanzare.

  2. Scritto da paolo fornoni

    Sono rimasto sconcertato quando l’amministrazione comunale annunciò lo smantellamento delle piste ciclabili all’inizio del mandato, lo sono stato ancor di più quando hanno proceduto al loro smantellamento ignorando le Circoscrizioni, i comitati e le manifestazioni pacifiche che i cittadini hanno promosso soprattutto in Viale Giulio Cesare. Recentemente ho anche constatato che il tratto superstite di ciclabile di giulio Cesare è abbondantemente percorso.

  3. Scritto da paolo fornoni

    Mi auguro vivamente che in futuro l’amministrazione abbia la lungimiranza di ascoltare la voce di chi la bicicletta la utilizza e sappia migliorare e non rimuovere quanto è stato costruito con fatica dall’amministrazione precedente. Un buon inizio potrebbe essere quello di ascoltare i pareri delle Circoscrizioni.

  4. Scritto da corti-novis

    lussana tu dici che nessuna le adopera. poi vedi tanti che svoltano a sinistra,centro e nel mezzo..sei una contraddizione unica.. cesco certo che passo quasi tutti i giorni bastavano un metro di accompagnamento alla pista che rientrava o si stringeva. verso il marciapiede. OSTREGA

  5. Scritto da tace co', tace crape...

    Mi spiace per il consigliere: non credo che uno arrivi a fratturarsi le ossa per dimostrare qualcosa contro la giunta.
    Mi spiace ancor di più che nessuno (ma qualche post l’ho saltato e magari l’hanno scritto) sia dispiaciuto per il motociclista, ferito anche lui.
    E la dinamica dell’incidente? Di chi è la colpa? Si è già optato per il motociclista…
    Schifato dal fatto che i colleghi di bandiera del consigliere in questione utilizzino il suo incidente per fare propaganda, non vi voterò più!!!

  6. Scritto da Daniele Lussana

    Vorrrei sottolineare come prima, con il tratto di pista ora soppresso, il ciclista per svoltare a sx (in Via Lazzaretto) avrebbe dovuto abbandonare la pista e o immettersi (scavalcando le protezioni….. cosa già vista) sulla carreggiata o recarsi al semaforo (cosa vista molto meno spesso…). In Viale G.C. non è stata soppressa una pista intera ma solo un tratto, tratto che non proteggeva i ciclisti nella svolta a sx ma solo se proseguivano dritto. (continua)

  7. Scritto da Daniele Lussana

    (continua) … Quindi, ora come prima, il miglior modo, secondo me, per arrivare in Via Lazzaretto rimane quello di utilizzare gli attraversamenti pedonali.
    Per rispondere alla sua domanda Sig. Breda credo che l’intervento non abbia ne migliorato e ne peggiorato la sicurezza. Credo altresì che l’intervento abbia migliorato la fluidità del traffico e abbia eliminato le code che prima si formavano.
    Sulla “mobilità dolce” c’è da fare molto e nei prossimi mesi ci sarà l’occasione per discuterne.

  8. Scritto da Cesco

    corti-novis….. e sì che la strada in questione la conosci….. ma mi spieghi come caspita si farebbe ad allargare il marciapiedi a dx nell’ultimo tratto? Radendo al suolo gli arbusti quasi centenari che ci sono? Alla faccia dell’ecologismo!
    Voi volete le piste solo per propaganda poi non le usate e sono convinto che siete quasi contenti degli incidenti perchè poi potete dare la colpa all’amministrazione quando la colpa è del motociclista incivile (o del ciclista poco attento)

  9. Scritto da Aldo59

    E ‘ vergognoso che alleva dica che se la pista non fosse eliminata lui non sarebbe stato vittima ( o colpevole ) dell’ incidente
    prima era uguale ad adesso per chi doveva girare a sinistra
    GIOVANI O VECCHI I ROSSI SON SEMPRE GLI STESSI!

  10. Scritto da Merlino

    tutto fa brodo per andare contro al sindaco ma vi dovete rassegnare perchè avete perso e su ci siamo noi. un po di aria fresca e sana in comune senza le vostre retoriche e le vostre favole su un mondo migliore. in questi 5 anni fate una cosa nuova e inedita. andate a lavorare che siamo stanchi di mantenere le vostre cooperative e i vostri extreacomunitari.

  11. Scritto da OL GIOAN

    OTHER CHE LE BICI OCCORERESA DOVRA’ I CAVRE PER COME A LA RASUNA GLI AMIS DEL BRUNI. A FACC BE A TIRA VIA’ LA PISTA A LA RUMPEVA ADOMA E LA SERVIVA A NEGOT. W TENTORIO

  12. Scritto da Gavino G.

    concordo con Lussana [num. 27] la sicurezza nell’intervento non c’entra ora c’è solo meno traffico e meno smog di prima. punto. il resto sono chiacchere.

  13. Scritto da Merlino bis

    Ecco che è arrivato il mago Merlino con il suo commento pacato e forbito; anche a lui, come a S.Z., va il premio per i commentatori più arguti e intelligenti del post.

  14. Scritto da F Breda

    Lussana, rimane inevasa la questione di chi va invece in senso opposto, verso il centro.
    Ci rimane quindi da aspettare e sperare, confidando nelle discussioni dei prossimi mesi.
    Appuntiamocelo.

  15. Scritto da P.G

    Mi dispiace per il consigliere investito e gli faccio i migliori auguri di una pronta guarigione.Volevo però segnalare che la pista ciclabile sul viale è stata eliminata solo negli ultimi 50 mt,in prossimita dell’incrocio e sono sicuro che la viabilita è migliorata perchè la svolta a sinistra è facilitata.Per il resto la pista è rimasta e francamente non credo che la colpa dell’incidentesia da addebitare a questo.Non raccontiamo panzane.

  16. Scritto da Rizzetta

    Il nostro”lungimirante” (si fa per dire) Comune toglie le piste ciclabili, non favorendo così l’abbattimento dell’inquinamento!!! Dovremmo favorire l’uso delle bibiclette e dei mezzi pubblici, lottare per avere e per lasciare ai nostri figli una città più vivibile e con aria più respirabile e invece…alcuni individui sono addirittura tanto infimi da ipotizzare che il Sig. Alleva possa essersi procurato volontariamente queste lesioni. Che vergogna!!! Tanta cattiveria fa paura.

  17. Scritto da lungi mirante....

    ed il nostro lungimirante consigliere viene investito….

  18. Scritto da pignolo

    che poi bisognerebbe accertare chi è il responsabile dell’incidente….o se c’è corresponsabilità

  19. Scritto da ex elettore

    A S.Z. medito a quanto sei intelligente………..

  20. Scritto da B.d.B.

    Moviola in campo per dubbio fallo di simulazione.

  21. Scritto da Mozziconi 1

    P.G. dovrebbe specificare: la viabilita’ automobilistica e’ migliorata, ammesso che sia vero. Il fatto che non specifichi chiarisce che per viabilita’ si sottintende solo quella a motore, possibilmente su 4 ruote, che e’ la sola che ci garba.

  22. Scritto da Mozziconi 2

    Tra le varie panzane a giustificazione dell’eliminazione degli ultimi 50 m di quella pista, la migliore era: “siccome e’ un mozzicone non serve”. Ora abbiamo un mozzicome piu’ mozzo di prima. In particolare chi viene da MRosso prima, cds alla mano, aveva 2 attraversamenti pedonali per poi riprendere la pista verso il centro. Ora deve fare 50 metri sul marciapiede fino al dosso del bus, oppure farli in bici sul viale e attraversare viale GC 50 m oltre il semaforo per prendere la pista. Bravi!

  23. Scritto da corti-novis

    la pista ciclabile sul viale è stata eliminata solo negli ultimi 50 mt,in prossimita dell’incrocio e sono sicuro che la viabilita è migliorata perchè la svolta a sinistra . Ma Bravo..cosi è aumentato il pwericolo per i ciclisti che sparisce la corsia…. ci voleva poco…utilizzare parte del marciapiede per avere i quattro metri (per legge) di pista ciclabile ed cosi si dava unun metro e mezzo all’automobilista svoltare a sinistra o tirar.e dritto. non bisogna essere dei laureati in viabilità!

  24. Scritto da Davidao

    Erano 50 metri strategici, utili proprio all’attraversamento, togliendoli si è generato un problema più grave di quello che c’era lasciandola. Questo accade quando si ragiona solo per ideologie e clientelismi.

  25. Scritto da Mozziconi 3

    Corti, la soluzione sarebbe stata ancora piu’ semplice a volerla: di pista ne bastano 2.5, e c’erano. Bastava poi eliminare due, dico due stalli dal lato opposto per avere almeno 5m dall’incorcio, disassare la mezzeria, ricavare cosi’ spazio per la “vitale” seconda corsia (siamo certi che spazio non ci fosse gia”?). Una mezzeria disassata avrebbe anche avuto l’efetto di indurre una decelerazione nell’attraversamwnto dell’incorcio per chi tira dritto. Chiaro, avremmo perso due vitali stalli.

  26. Scritto da Daniele Lussana

    Tutta la mia solidarietà a Francesco e un augurio di pronta guarigione. Resto comunque sempre convinto che quel tratto di pista era inutile, pericoloso ed inutilizzato e sono d’accordo con la Giunta che ha deciso di eliminarlo. Nonostante lo spiacevole accaduto rimango convinto di ciò che avevo già scritto in commenti precedenti riguardanti un altro articolo di BgNews che trattava l’argomento.
    https://www.bergamonews.it/bergamo/articolo_commenti.php?id=29789

  27. Scritto da Federico Breda

    Lussana, fa piacere che lei ribadisca coerentemente la sua posizione espressa in forum di detto articolo. Tuttavia quelli erano discorsi sui massimi sistemi viabilistici, mentre qui abbiamo il caso concreto di Vl GC e degli ultimi fatali 50 m di ciclabile. L’incidente e’ avvenuto negli ultimi fatali metri? Se cosi’ sarebbe difficile sostenere che quel tratto era “pericoloso”, a meno che esistano dati che dimostrino che li’ l incidentalità ad agosto era maggiore prima di ora. Ha dei dati?

  28. Scritto da F Breda

    In ogni caso, ovunque sia avvenuto questo investimento, a suo parere l’intervento di eliminazione di quel tratto di ciclabile aumenta la sicurezza in quel punto? Ha visto l’intervento? Qual e’ la sua logica? Secondo lei e’ noto a chi ha progettato l intervento, che con percorsi cilabili il ciclista e’ tenuto ad usarli? Come dovrebbe fare un ciclista a imboccare la pista verso il centro ora? Se prima la pista era fatta male ergo poco usata (falso), ora e’ fatta meglio ed il suo uso incentivato?

  29. Scritto da F Breda

    Detto questo, dico anche che apprezzo e approvo il recente ripristino del doppio senso ciclabile nella ztl di via tasso, eliminato circa 1 anno fa (ora manca solo di imporre il rispetto della sosta vietata in tutta l area). Il doppio senso solo ciclabile in via tasso, e’ esempio da manuale di come, anche con provvedimenti a costo 0 come quello, si possa creare una rete ciclabile in citta’, unendo tratti ciclabili discontinui e quindi poco utili, come ora sono i due di viale GC.

  30. Scritto da pista sbagliata???

    Risposta netta – purtroppo – nei fatti alla reolica saccente del Comune (oggi su l’Eco ) sulla politica della mobilità in bici della di Bergamo.
    E adesso cosa dice Ceci o l’addetto stampa per lui?
    Si rinforza il dubbio che ceci in fatto di bici non capisca proprio: così, per curiosità, quante volte l’ha usata per moversi in città?

  31. Scritto da flo

    s’è fatto investire???

  32. Scritto da S.Z.

    Viene il dubbio che si sia immolato per la causa!!!! Risulta strano che proprio lui sia stato investito su quel tratto di strada, quando prima NESSUNO mai aveva corso quel pericolo…
    Meditate gente, meditate!

  33. Scritto da @2

    la mettiamo tra le domande più intelligenti dell’anno

  34. Scritto da pm

    @3: considerato il numero di ciclisti e pedoni investiti ogni anno in città, risulta faticoso credere che NESSUNO sia mai stato vittima di un incidente a quell’incrocio (o qualunque altro incrocio cittadino). Ha per caso dei dati certi?
    E, comunque, mi pare abbastanza ridicolo pensare che qualcuno si accordi con un motociclista per essere investito e farsi fratturare un braccio – non sarebbe un po’ troppo rischioso per entrambi?

  35. Scritto da @S.Z.

    Anche questo commento è da mettere tra i più intelligenti dell’anno

  36. Scritto da Somar

    @2 e @3 – Astutissima ipotesi, chi poteva arrivarci se non tu ? Fox di secondo nome ? A pensarci bene però chi non si farebbe investire e spezzare un braccio intempo di ferie ?

  37. Scritto da Stefano Zenoni (lista Bruni)

    Frattura esposta e scomposta di ulna e radio. Operazione immediata, cinque settimane di gesso. Più la riabilitazione. Se si hann diverse opinioni sulla ciclabile amen, ma per decenza e intelligenza risparmiateci i commenti che insinuano complotti o addirittura accordi tra il consigliere Alleva e il mociclista. Piuttosto, tanti auguri di buona guarigione, Francesco

  38. Scritto da Beppe

    @S.Z…..certo certo, rischia di farsi ammazzare per una pista clclabile…..se fosse così abbiamo dei politici locali veramente EROICI….

    Ma ci sei o ci fai??

  39. Scritto da domanda

    mi dite esattamente in che punto di viale giulio cesare è successo l’incidente?leggo che ci sono persone informate dei fatti e mi piacerebbe saperne di più sull’accaduto.
    Grazie