BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Trasporto pubblico: tariffe all’ins?? Ma a gennaio sar?? stangata

La Provincia vara l'aumento del 2,39%, ma l'assessore Capetti annuncia che i tagli della finanziaria incideranno molto pesantemente su questa voce dal 2011.

La giunta della Provincia di Bergamo lunedì 23 agosto vara il ritocco al’insù delle tariffe per il trasporto pubblico. Un incremento del 2,39 per cento che, spiega l’assessore Giuliano Capetti "è diretta emanazione delle decisioni della Regione Lombardia".
Il Pirellone in effetti il 5 agosto scorso ha deliberato un incremento di questo tipo su tutte le tipologie del trasporto e ha delegato le varie Province ad attuare tale disposizione che entrerà in vigore il primo settembre.
Ma l’aumento di settembre rischia di essere solo una goccia nel mare di rincari che da gennaio in poi attendono chi per spostarsi – pendolari, studenti e non solo – usa i mezzi pubblici.
In effetti, prosegue l’assessore Capetti, il taglio di 4 miliardi che la finanziaria del governo prevede per la Regione Lombardia (per il 2011 e altri 4,5 miliardi per il 2012) andrà pesantemente a incidere sul servizio del trasporto. L’assessore regionale Raffaele Cattaneo a fine giugno aveva predisposto una tabella che ipotizzava una riduzione del 30 per cento in questo settore lombardo, che significa un ridimensionamento di fondi pari a 6 milioni di euro per la Bergamasca. Ora l’intenzione è di rivedere il tutto anche attraverso una conferenza Stato-Regioni e la nuova idea dell’assessore Cattaneo si sbilancia su tre scenari: una che indica un taglio del 10%, un’altra del 20 e una terza del 30. 
Riduzione di stanziamenti che andranno a incidere in parte (per fortuna) sui costi del biglietto e in parte su tagli e risparmi del servizio stesso. "Per esempio – immagina Giuliano Capetti – si pensa a eliminare linee poco utilizzate o a evitare doppioni di pullman che dalla provincia arrivano in città e poi in città il loro percorso si sovrappone a quelli urbani".
Certo è che tempi duri attendono chi viaggia in bus, tram o treno. Anche se, conclude Capetti "un paio di aiuti vengono confermati proprio dalla Giunta odierna: con uno stanziamento di 285 mila euro la Provincia consentirà uno sconto del 25 per cento sugli abbonamenti degli studenti che utilizzano la tratta extraurbana e poi quella urbana. Con altri 23 mila euro invece si aiuteranno le famiglie numerose: il terzo figlio che va a scuola avrà uno sconto del 50 per cento sull’abbonamento e il quarto viaggerà gratis". 

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Muratore Bergamasco

    Pazzesco. Bergamo e’ una citta’ da terzo mondo e l’ATB/TEB fanno pena ! Hanno fatto 1 tram schifoso da 3 carrozze, per dire che hanno il tram, che viaggia ogni mezz’ora e che ha fatto eliminare comodi pulman, perche’, essendo costato uno sproposito, lo devono fare pagare a noi ! A Milano quando hanno fatto il metro (vero) non hanno tolto i pulman ! Ma qui siamo i soliti paesanotti bergamaschi, che pensano di essere al passo, quando invece facciamo solo ridere chi fa sul serio.

  2. Scritto da silvia

    vorrei solo riportare l’attenzione all’informativa che stamattina ho trovato sul sito della SAB sezione “abbonamenti annuali” se avete figli che prendono bus sab e atb (che farà a breve lo stesso ragionamento) leggete bene qui http://sab-autoservizi.it/htdocs/tpl/tariffe_abb_annuali.asp
    perchè pagherete la prima rata a settembre per poi vedervi arrivare la seconda (mai esistita) a gennaio! no comment…

  3. Scritto da Riccardo

    Ma dove sono i leghisti: quelli che scrivono W Tentorio, quelli che difendono Pirovano e Belotti col loro doppio incarico, che inneggiano a Bossi e alla trota ecc. ecc. Come mai adesso non ne trovate uno a difendere questi provvedimenti, chessò l’Akaeda, il palpeggiator di pollastre… Tutti in vacanza? Tutti zitti? Dove si sono nascosti?

  4. Scritto da Biscot

    Io vado in giro col Porsche Cayenne. Me ne frego.
    In ogni caso promessa mantenuta , noi non mettiamo le mani nelle tasche degli italiani. Con tutti i microbi che cisono, lo facciamo fare all’Atb.

  5. Scritto da Beppe

    Tagliare vuol dire comunque mettere le mani nelle tasche agli ITALIANI…..

    Molte volte è preferibile una tassa in più (pagata da tutti e quindi anche dai ricconi) che un taglio sui servizi che usufruiscono soprattutto i radditi medio-bassi…..

    Comunque si sa…..l?italiano è un credulone e crede che attualmente non gli stiano mettendo le mani nelle tasche………

  6. Scritto da Leghisti se ci siete...

    “Non abbiamo aumentato le tasse”, “Non abbiamo messo le mani nelle tasche degli italiani”, dicevano i commentatori leghisti @akaeda @palpapoie @berghem …, lamentandosi dei “balzelli” introdotti dai “governi comunisti”. Forse per federalismo fiscale intendevano tagli in finanziaria agli enti locali, e aumenti alle tariffe dei servizi locali. Ho cominciato ad avere dubbi sul federalismo quando hanno tolto l’unica tassa federalista che avevamo: l’ICI. Adesso sono costretti ad aumentare le altre.

  7. Scritto da dino

    Chi lo avrebbe mai detto che la provincia di Bergamo (LEGHISTA)aumenti le tariffe degli autobus , si perche’ i mezzi pubblici li usano i ricchi che hanno barche e suv e sono nella lista degli evasori!!

  8. Scritto da silvia

    …e poi quest’inverno vedremo le domeniche verdi…

  9. Scritto da atalo

    i politici non si smentiscono mai : “niente tasse” eccecc poi tanto i danè te li prendono con tanti altri modi

  10. Scritto da E' IL FEDERALISMO BELLEZZA

    Questo sarebbe IL FEDERALISMO?
    IL TANTO ATTESO FEDERALISMO?
    Oppure sono solo gli antipasti?
    Per me basta e STRA-AVANZA.
    A chi dice che hanno fatto “gli altri”? risponde questo provvedimento.
    NON HANNO FATTO QUESTO MERCATO sulla nostra pelle.

    ….meno tasse….. A CHI??????
    meno tasse?????

  11. Scritto da edvard munch

    Proprio così: questo è solo l’inizio.
    Ma vedrete che tenteranno e riusciranno di nuovo a dare la colpa a “quegli altri che c’erano prima”.
    Prima quando?
    Italiani – e bergamaschi – sveglia…

  12. Scritto da bus

    Invece di migliorare il trasporto pubblico che avrebbe un gran bisogno di essere potenziato qui si taglia! Andiamo bene…

  13. Scritto da Cecco della Felisa

    Non c’è niente da capire, purtroppo. Uno come l’assessore Capetti, che pur di mantenere il suo di posto in Provincia ha fatto l’acrobata da circo equestre. Così questo politicante che passa attraverso tutte le stagioni, vuole indorarci la pillola.

  14. Scritto da Andrea

    Ecco il governo del fare…
    L’atalantin-bergamasco avrà capito per chi ha votato? Non credo, da allocco bigotto qual è, si berrà le solite balle padane