BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Bellini? Non facciamolo diventare un bersaglio” fotogallery video

A chi chiede un giudizio su Bellini, il tecnico atalantino non ha dubbi: "Troppe critiche a Giampaolo".

Più informazioni su

“Come ho detto a fine partita dobbiamo stare maggiormente attenti dietro soprattutto sui calci d’angolo e sulle punizioni contro dai 16 metri. E’ una problematica che è arrivata venerdì e che nelle partite precedenti non si era presentata. Lavoreremo per migliorarci e difenderemo sia a zona che uomo ”. Colantuono, sebbene la vittoria per 2-0 all’esordio in campionato con il Vicenza, si sofferma su quanto non gli è piaciuto durante i 90 minuti con i veneti. Capitolo Bellini. “Bellini? Ci sono state un po’ troppe critiche ma non voglio che si punti il dito contro il terzino. Ha sbagliato qualche appoggio a centrocampo ma ci si dimentica che ha guadagnato un rigore – le parole sul capitano -. Si sostiene che farlo giocare a destra probabilmente è un errore ma non bisogna dimenticare che Giampaolo è un destro naturale ed ha iniziato a giocare proprio su quella corsia”. Quindi i complimenti ai ragazzi per la fase offensiva. “ Abbiamo creato 5 palle gol, 2 le abbiamo finalizzate, senza dimenticare il rigore sbagliato ed il gol annullato per questione di centimetri – la soddisfazione del tecnico –. E’ stato una buona prima partite anche per i movimenti degli attaccanti poi nel secondo tempo abbiamo pensato principalmente a gestire”. Penalty sbagliato da Ardemagni che voleva bagnare con un gol il suo esordio in campionato. “Matteo l’ha tirato bene il rigore, è stato il portiere a compiere una bella parata. Qual è il rigorista? Principalmente saranno lui e Tiribocchi a batterli, decideranno loro quando si presenterà l’occasione a chi toccherà. Tra i candidati ci sono anche Manfredini e Doni, eventualmente”. Attacco scoppiettante e porta stregata per il Vicenza grazie alle parate di Consigli in formato Nazionale. “Andrea ha fatto interventi decisivi ma la cosa che più mi è piaciuta è stata la sua concentrazione nel seguire l’azione, caratteristica fondamentale, a mio avviso, per un portiere. Diciamo che è stato bravo a far diventare facili i suoi interventi”. Infine due battute sul prossimo avversario, il Varese. “Li rispettiamo, dobbiamo essere umili senza essere spocchiosi considerato inoltre che in casa non perdono da un anno. Questo è un campionato dove bisogna aver rispetto a tutti, non possiamo permetterci di abbassare la guardia”.

Più informazioni su

Video correlati

1 di 1

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.