BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Compriamo noi cittadini ex scuole e caserma”

L'ex capogruppo consigliare della Lista Civica per San Giovanni Bianco Sergio Sonzogni lancia una proposta per un possibile rilancio del paese oberato dai debiti.

Più informazioni su

L’ex capogruppo consigliare della Lista Civica per San Giovanni Bianco Sergio Sonzogni lancia una proposta per un possibile rilancio del paese oberato dai debiti.

In queste ultime settimane nel nostro paese continuiamo nelle infinite discussioni concernenti il debito che il nostro comune dovrà sanare entro il 2011, non voglio entrare nelle polemiche, che attraverso la stampa, i blog alla continua ricerca delle cause che hanno determinato la voragine di bilancio, anche se mi sembra evidente che le responsabilità ci sono e nessuno della vecchia amministrazione può nascondersi dietro un dito.
La nostra comunità è finita nella palude, e il Commissario Prefettizio con gravi difficoltà è alla ricerca di soluzioni per cercare di portare nelle casse comunali più soldi possibili attraverso tagli alle spese e alienazione d’immobili o terreni.
Partendo da questa cruda constatazione non possiamo continuare a piangersi addosso, abbiamo bisogno, se veramente vogliamo bene al nostro paese e crediamo che la nostra comunità non meriti tutto questo, di un segnale forte d’orgoglio e d’appartenenza al nostro territorio.
Cosa possiamo fare per salvare quel poco che ci rimane dopo aver venduto il vecchio Municipio, il 50% della stazione ecologica, 2 appartamenti a Fuipiano, terreni ecc..ecc..?
Rimangono ancora invendute, come strutture di una certa rilevanza sociale, le ex scuole elementari di San Gallo e l’ex caserma dei carabinieri di Via Arlecchino destinato a centro Anziani.

Allora perchè non promuovere una sottoscrizione popolare per salvare questi stabili e rivenderli in seguito alla prossima amministrazione, quando saranno saldati i debiti, otterremmo un primo beneficio che è quello di salvaguardare queste strutture per fini sociali e i sottoscrittori sarebbero salvaguardati per il loro investimento attraverso la vendita al comune a prezzo di mercato.
E’ solo una proposta ma se veramente vogliamo bene al nostro paese è ora di dimostrarlo, con i fatti non solo a parole.
Sergio Sonzogni
Ex capogruppo consigliare Lista Civica per San Giovanni Bianco

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da cittadina ormai disillusa

    voler bene al nostro paese vuol dire smettere di dare fiducia e voti a chi l’ha distrutto!!!!!!

  2. Scritto da controproposta

    perchè non se lo comperano gli ex amministratori, ma non al prezzo d’asta, almeno al doppio

  3. Scritto da giulio

    E’ un’idea che potrebbe andare bene se oltre alla crisi comunale non ci fosse una grave crisi economica, dove i soldi scarseggiano a tutti.
    Sono invece favorevole all’idea (controproposta) che le quote per l’acquisizione vengano sottoscritte dalla maggioranza leghista responsabile del danno creato.