BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Via l’assessore: “Capro espiatorio per salvare la faccia”

Il gruppo consiliare "Insieme per cambiare Curno" distribuisce un volantino sulla Festa della Birra, i fondi pubblici e il ritiro delle deleghe a Sara Trabucchi.

Più informazioni su

Il gruppo consiliare di minoranza "Insieme per cambiare Curno" sta distribuendo un volantino in paese, volantino che parte dalla decisione del sindaco Angelo Gandolfi di ritirare le deleghe all’assessore Sara Trabucchi per criticare la gestione della Rock’n Beer Fest e che conclude così: il sindaco ora salva le apparenze trovando un capro espiatorio: ma questo basterà a salvare la faccia?

Ecco cosa pensa il gruppo della situazione in quel di Curno.

La decisione del Sindaco Gandolfi di revocare le deleghe assessorili alla dottoressa Sara Trabucchi appare come un tentativo di prendere le distanze dal modo in cui è stata gestita la vicenda della Rock’n Beer Fest, organizzata a Curno dall’associazione Brave Generation nei mesi di giugno e luglio scorsi.
In realtà, il patrocinio e il contributo comunali per quella manifestazioni sono stati dati grazie ad una delibera della Giunta ed è stata ancora la Giunta che, in un secondo momento, ha anche deliberato di derogare dall’apposito Regolamento per consentire di prolungare la festa “a fronte del successo e della positiva esperienza di aggregazione riscontrati”. Fino a quel momento, quindi, né il Sindaco, né gli assessori avevano rilevato quanto meno l’inopportunità di finanziare un’iniziativa organizzata da una neonata associazione che annovera tra i tre fondatori la sorella dell’assessore Trabucchi, né avevano sollevato obiezioni alle innumerevoli difformità nella procedura rispetto al “Regolamento comunale per la promozione e la valorizzazione delle Libere Forme Associative”, nonché al “Regolamento per il rilascio delle autorizzazioni e l’esercizio delle attività di somministrazione alimenti e bevande” (predisposti ed approvati da questa stessa maggioranza) e persino dalle vincolanti disposizioni del Piano Regolatore.
A carico dell’ex-assessore Trabucchi, però, non c’è solo la condivisione delle responsabilità di tutta la Giunta, ma anche l’incomprensibile smentita del fatto inequivocabile che l’associazione Brave Generation sia stata costituita dalla sorella, insieme ad altri due giovani. Una menzogna subito svelata dalla lettura dell’atto costitutivo dell’associazione.
Inoltre, nella risposta ufficiale alla nostra interrogazione, l’ex-assessore scrive che “i componenti dell’organo decisionale ed esecutivo del Comune hanno inteso subordinare la restituzione da parte dell’Associazione del contributo ad essa erogato al raggiungimento di un bilancio positivo all’esito della manifestazione Rock’n Beer Fest”: tradotto in termini più chiari, ciò dovrebbe significare che le delibere della Giunta contengono una clausola, secondo la quale l’associazione dovrebbe restituire il contributo ricevuto dal Comune (5.450 €) se il bilancio della festa fosse in attivo.
Ma dall’esame degli atti ufficiali non risulta che la Giunta abbia posto condizioni all’erogazione dei contributi: esiste agli atti una lettera del presidente dell’associazione che, a posteriori, si impegna, unilateralmente, a restituire la somma in caso di saldo attivo. Tutto questo appare come un maldestro tentativo di chiudere la porta della stalla quando i buoi sono già scappati, un rattoppo peggiore del buco, messo in atto dopo la pubblicazione di un volantino anonimo, cui sono poi seguiti la denuncia per diffamazione da parte del Sindaco e un esposto anonimo alla Procura della Repubblica.
Un’altra brutta pagina nella vita politica-amministrativa di Curno

 

 

 

 

 

CILCOSTILATO IN PROPRIO

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Giuli

    Mi sembra proprio che coloro che scrivono in questo blog siano coalizzati. Pare ci sia una regia retrostante a tutti questi interventi denigratori nei confronti del Sindaco. Qualcuno si deve essere convinto che si è aperta la campagna elettorale!
    Aspetto solo di vedere chi sarà il candidato sindaco della Lega nord.
    Sono proprio curiosa.

  2. Scritto da Argonauts

    …tra l’altro quello che nessuno dice è che la festa è stata un mezzo disastro a livello di presenze ( ci sono stato 3 volte)…senza il Comune dietro, gli organizzatori avrebbero dovuto sborsare un bel pò per coprire le spese di un’evento con pochissima pubblicità (e affluenza)…

  3. Scritto da uno di curdomo

    A parte il titolo (non mi pare che l’ex assessore sia dipinta come un capro espiatorio) è evidente che, alla chetichella, il 16 agosto, Curno deserta, il Sindaco abbia scaricato la Trabucchi per salvare la giunta e se stesso. Il giudizio sulla Trabucchi era totalmente negativo già prima di questa vergognosa gestione della Festa dlla Birra, ma al sindaco andava bene così. Il Caos amministrativo fa pensare piuttosto che sia il “manico” a difettare. Il pesce inizia sempre a puzzare dalla testa!!

  4. Scritto da giovane curnese

    come giovane sono altamente schifato dall’andazzo politico di Curno. Sono totalmente stufo di leggere cosa succede a Curno da giornali o da siti data la MANCANZA TOTALE d’informazione all’interno del paese. L’unico “giornale” che arriva nelle case è una sorta di stampa di regime con argomenti campati per aria per CONFONDERE la cittadinanza: SINDACO, DELLE SUE MASSIME NE FACCIO A MENO! (continua)

  5. Scritto da un giovane curnese

    (continua) E’ proprio vero che Curno è il paese dei FARO’ perchè al momento mancano TANTI servizi e nessuno se ne cura…se non salvare la faccia e la poltrona.
    Sono stufo di sterili diatribe quando c’è un paese che sta perdendo la sua identità a causa di una gestione ORRIBILE in tutti questi anni. Sono stanco di vedere giovani che non vivono il paese a cuasa di una totale mancanza di politiche giovanili: LA FESTA DELLA BIRRA NON E’ AGGREGAZIONE GIOVANILE SE NON UN UNICO ESEMPIO: TRESCORE.(cont)

  6. Scritto da un giovane curnese

    BASTA FARE POLITICA SU CAVOLATE.
    PER FORTUNA CHE DOVRESTE ESSERE IL PARTITO DEL FARE!

    AUDITORIUM –> FERMO
    SCUOLA ELEMENTARE —> FERMA
    PIAZZA —> FERMA
    VERDE PUBBLICO e PARCHI —> NULLA
    INCENTIVI AI GIOVANI O AD ATTIVITA’ GIOVANILI —> NULLA

    BASTA…CURNO è vecchia, ferma inutile iniziare tutto a pochi mesi dalle urne e poi piantare lì tutto…MI FATE RIBREZZO!

  7. Scritto da Aristide

    A #3 – Veramente il volantino progressista afferma espressamente che la giunta «salva le apparenze trovando un capro espiatorio [la Trabucchi].
    Io dico che il sindaco ci ha messo una pezza (al suo ritorno, con la richiesta di restituzione del finanziamento), ma il pasticcio resta. Perciò avrebbe fatto bene la Trabucchi a dare le dimissioni spontaneamente, come le era stato richiesto. Faccio presente ai sigg. denunciatori che “capro espiatorio” è una metafora; lo è parimenti “colpa”, in #1.

  8. Scritto da Aristide

    Facciamo il riassunto : Gandolfi toglie le deleghe a Carrara, poi la riabilita. Togli le deleghe a Pedretti e le da allo yesman Fassi. Si dimette Il democristiano Maini, entra il democristiano Locatelli. Distribuisce deleghe a tempo (fino al 31 Agosto) a Salvi, Fassi e Corti. Parte poi ritorna. Toglie le deleghe a Trabucchi. E siamo ad agosto. Risultato? Tanto e solo caos; il Gandolfi crea caos nella coalizione che lo ha fatto vincere solo per restare in sella. E in tre anni non ha fatto nulla.

  9. Scritto da Aristide

    Eh no, il post #8 non è di Aristide. Il responsabile di questo blog può verificare — credo — l’origine del messaggio. Se l’origine è la stessa, siamo di fronte a un caso di furto d’identità elettronica. Se c’è un furto di identità elettronica, ci troviamo di fronte a un modo gangsteristico di fare politica. Protesto. Qualcuno della redazione di Bergamo news è in grado di controllare?

  10. Scritto da un giovane curnese

    caro Sindaco Gandolfi, lei ne ha combinato troppe: pasticciate troppi casini lei, e mi scuso propio lei non sa fare il Sindaco e purtruppo i fatti lo dicono molto chiaro, dopo 3 anni di amministrazione cosa ha fatto x i suoi Cittaini ! solo mostre e 500 mt di strada costata un capitale. mi dia retta ad ogniuno il propio MESTIRE.abbandoni il tutto e lasci fare il Sindaco a chi veramente lo sa fare, (senza rancore) si intende.

  11. Scritto da un giovane curnese

    caro sig. Aristide,la devo correggere, nel suo riassunto! punto,=1 l”assesora Carraara,non ha tolto le deleghe il Sindaco, ma fu L”assessora a riconsegnarle al Sindaco, giustificando he si prendeva una pausa, le uniche deleghe che il Sindaco, tolse:sono quelle al Pedretti, e poi ora alla Trabucchi, ma poi chissa,il perchè la Carrara rientra si riprendr le sue deleghe di, ass,allo sport, di recente il Sindaco gli affida anche le politiche giovanili.

  12. Scritto da un giovane curnese

    (continua) ma questa Carrara è diventata cosi brava tutto in un colpo! ma ecco cosa combina, ancora stò Sindaco si compera i due ass, della Lega spacca la Lega, ma ancora non finisce qui, ecco che il Democristianio, maini, rimette nelle mani del Sindaco il propio mandato di ass. al Bilancio, cosa sia siccesso! non si è mai saputo, conclusione,! codesto Sindaco si trova con in mano: bilancio, comm, istr pubbl, ecc, o è un fenomeno, o è il nulla. VEDREMO,

  13. Scritto da la redazione

    Sì, l’Aristide del commento n.8 non è lo stesso del n. 9 che usa termini (gangsteristico) francamente fuori luogo. La redazione non ha alcuna intenzione di stare a regolare giochi infantili di lettori che potrebbero destinare meglio i loro sforzi. Invitiamo tutti a fare un uso corretto dello spazio a disposizione, per evitare di costringerci a chiudere la discussione. Grazie

  14. Scritto da Mirella di Curno

    identità elettronica? E che è? Dove l’ha inventata questo sapientone? perchè uno non può chiamarsi Aristide come lui? Non sapevo che esistesse il copyright sui nomi di battesimo. Adesso è arrivato l’immodesto scienziato di Curno a spiegarcelo. Ma forse ha bisogno di studiare ancora un po’.

  15. Scritto da Mirella di Curno

    Disinformatia, assunzione di uno pseudonimo, identità elettronica? Ma Aristide, vero o falso, non credi che stiamo parlando dei problemi di Curno? Cosa pensi che ce ne freghi se tu sei tu o un altro ha copiato il tuo nome? Ti credi così importante da costringerci ad inseguirti a caccia dei pirati informatici? Trova argomenti più interessanti, se ne hai. Altrimenti, togli il disturbo. E’ la cosa più intelligente che potresti fare.

  16. Scritto da mikhail ilarionovic

    Ma senti senti…perchè Aristide è il vero nome del n° 15° mah…
    Credo che il primo a nascondersi dietro uno pseudonimo per intorbidire le acque a Curno sia stato proprio lei…a vantagio di chi poi? con quali risultati’?
    Un minimo di dignità su….
    Nella sua difesa a spada tratta del sindaco lei nè nei suoi interventi su BG news nè sul Blog UDC ha mai dimostrato un minimo di onestà intellettuale descrivndoci un sindaco senza difetti nè macchie.
    Mi permetta di dubitare…

  17. Scritto da Fabio di Curno

    Concordo con 16 e 17, consiglierei al Sig. Aristide di esprimere i concetti in modo più chiaro. Sicuramente io non avrò la cultura necessaria per capire i paroloni usati, ma onestamente non si capisce una “mazza”!!!
    Tornando alla questione “Festa della birra”, penso che
    nel territorio ci siano associazioni serie che lavorano molto bene, a queste l’amministrazione ha negato oggi tipo di contributo!
    Per non parlare della proroga della festa, perché le altre associazioni non lo possono fare?

  18. Scritto da uno di curno

    insomma la trabucchi e’ riuscita a ingannare il sindaco e i suoi colleghi, negando quella che era la realta’. ma se ne torni a casa !! di guai ne ha fatti a sufficienza!!!

  19. Scritto da Aristide

    Aristide non usa il linguaggio di Maria de Filippi, ma si preoccupa sempre di essere chiaro. Non pretende di esserlo sempre, ci mancherebbe. Inoltre Aristide non pretende di sapere tutto, sa di non sapere. Ma non accetta l’egemonia dell’ignoranza. Una riprova del fatto che si esprime — diciamo così — abbastanza chiaramente è data dalle reazioni di coloro che si sentono “picconati”. Altro è utilizzare uno pseudonimo, come tutti, del resto; altro è usurparlo. Penso che sia chiaro.

  20. Scritto da Aristide

    Il volantino dell’opposizione contiene ‘passim’ rilievi condivisibili. Non capisco però perché la Trabucchi, come il Pedretti del blitz alla c.d. moschea, debbano considerarsi, secondo l’opposizione, capro espiatorio. Tale è solo chi è senza colpa, e sconta le colpe degli altri. Non è questo il caso. Di mio aggiungo che i ludi assessorili e la stessa parola “aggregazione [giovanile, in questo caso]”, cioè appecoramento, mi fan venire la pelle d’oca. Sarà che mi sento un po’ anarchico.

  21. Scritto da MARC78

    COME AL SOLITO ARRIVANO IN RITARDO