BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Dopo i fuochi la ressa: 40 minuti di delirio” fotogallery

In 35 mila per lo show, poi il caos. Una cittadina ha anche chiamato il 113, senza risultati: "Avevo in parte persone che si sentivano male e bambini che piangevano".

Più informazioni su

Martedì sera fuochi d’artificio a Bergamo con 35 mila ammiratori dello show pirotecnico nella festa di borgo Santa Caterina. Poi però, segnala Lidia Vitali, una ressa spaventosa alle bancarelle.

Vorrei segnalare la situazione in cui mi sono trovata martedì sera dopo i fuochi d’artificio allo stadio.
Dopo i fuochi mi sono recata sulle bancarelle poste lungo il viale del Santuario: NON L’AVESSI MAI FATTO! Nel giro di pochi metri mi sono ritrovata intruppata in una ressa paurosa, senza la possibilità di andare ne avanti ne indietro, con persone che ha fatica procedevano in sensi opposti, in maniera confusa, con il risultato, per via dell’affluenza continua, di spingere sempre più al centro gli altri fino a formare una sorta di tappo nel centro della via con persone bloccate, schiacciate e pressate da entrambi i lati, che sono rimaste in questa situazione parecchio tempo prima di conquistare faticosamente l’uscita.
Personalmente ci ho messo 40 minuti per un centinaio di metri, avevo in parte persone che si sentivano male e bambini che piangevano.
Domando: vi pare normale? E’ possibile lasciare che si intruppino circa un migliaio di persone in pochi metri tutte nello stesso tempo? Bastava un minimo di organizzazione per monitorare e gestire l’affluenza nel momento di punta: bastava un vigile e una transenna all’inizio della via (zona asilo) e un altro alla fine della "zona rossa" e cioè all’incirca all’altezza della "Ca’ dell’oste". Ricordo in anni passati di averlo visto fare.
Durante questi 40′ minuti di delirio ho anche provato a chiamare con il cellulare il 113 perché sollecitassero i vigili o chi altro ad intervenire per sospendere l’affluenza, in modo di lasciare uscire un po’ di gente e alleggerire la pressione su chi si trovava schiacciato al centro.
Attraverso il cellulare di un’amica che mi aspettava in via B.go Santa Caterina ho anche parlato con gli addetti della protezione civile a cui ho spiegato la situazione, arrabbiandomi pure con loro quando ho capito che stavano sottovalutando il problema. E infatti non ho visto nessuno intervenire.
Alcuni ambulanti mi hanno riferito che ogni anno è così.
Allora ripeto:
– visto che sono stata testimone di una situazione che poteva diventare pericolosissima e precipitare in un attimo per un qualsiasi motivo (e comunque già così ho visto gente stare male),
onde evitare di finire sui giornali il giorno dopo tra la cronaca delle tragedie annunciate,
solleciterei chi di dovere ha prendere in futuro gli opportuni provvedimenti
.
Chiederei inoltre la cortesia, agli – in tante occasioni encomiabili – addetti della protezione civile a cui mi son rivolta per chiedere aiuto attraverso il cellulare, di non trattare con sufficienza le persone che segnalano un problema soprattutto quando lo stanno vivendo, se vogliono che uno mantenga la calma.
Ringrazio comunque per il "tempestivo" intervento non effettuato.
Distinti saluti.
Lidia Vitali
 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Rob

    Voto: 3– con errori da matita blu.
    Alla redazione: la correggiamo questa lettera? E’ assurdo che un quotidiano che si spaccia per serio (e che come tale dovrebbe anche dare il buon esempio A noi nella grammatica) si metta in ridicolo pubblicando elaborati di questo tipo.
    Mi viene addirittura il sospetto che questa lettera non l’abbiate nemmeno letta prima di pubblicarla. O forse non sapete dove la signora HA sbagliato?

  2. Scritto da livio

    la signora ha pensato bene di copiare e incollare la lettera e di farsela pubblicare su l’eco di lun.23-8., evidentemente non soddisfatta della valanga di critiche qui arrivate che si intendono copiate e incollate. Arrivederci alla Festa del Santuario 2011 !

  3. Scritto da valerio

    i parenti e gli amici della Signora Lidia ci dicano come pensavano di prevenire una simile situazione oppure di arginarla una volta successa ,
    ne terremo buon conto per l’ anno prossimo.

  4. Scritto da cris

    E’ vero che recarsi alle bancarelle dopo i fuochi è un po’ andare a cercarsela, ma è anche vero che queste resse possono trasformarsi in un reale pericolo soprattutto per i soggetti più deboli (anziani e bambini). Quindi, al di là dei giudizi sull’imprudenza di infilarsi in certe situazioni, è comunque compito delle istituzioni prevedere e prevenire tali situazioni potenzialmente rischiose.

  5. Scritto da Mimmo

    1)Signora Vitali, è naturale che dopo una tale manifestazione ogni convenuto si rechi in tutta fretta al successivo passo del cammino, soprattutto se si tratta di bancarelle.Ho scambiato gente per posseduti solo per un posteggio a Orio Center e ho quasi assistito ad un omicidio per non lasciare il passaggio nell’immissione in tangenziale.Tutti vogliono entrare per primi alle bancarelle, proprio come è entrata per prima Lei.Questo accade da quando non ci sono più le divisioni in classi sociali!>>

  6. Scritto da Mimmo

    2) Da quando i plebei non sono più gli ultimi ad entrare.Questo lo dico, perchè l’argomento mi tocca molto da vicino.Signora Vitali,risponda,cortesemente e sinceramente ad una domanda:”Se il volontario della protezione civile o il vigile l’avesse bloccata ad una transenna,apochi metri dalla tanto bramata frittella,Lei sarebbe stata buona ad aspettare”? “o forse ora ci sarebbe la sua lettera riferita alla ressa alla transenna che faceva da polmone alle bancarelle”? Rifletta Lidia!

  7. Scritto da PAOLO

    GRANDE GI61 !!!!!

  8. Scritto da Brava Lidia

    Solidarietà alla signora Lidia, che mentre lei indica la luna si becca le insolenze di quelli che guardano il dito.

  9. Scritto da piero

    Considerazioni sulla Signora Lidia :
    -era facilmente intuibile che la sera ci sarebbe stata ressa, stiamo parlando di ressa per acquistare lo zucchero filato !
    -se anche qualcuno non si fosse accorto dallo stadio che c’era ressa, avvicinandosi al santuario la folla aumentava…
    -la gente per abitudine si dirige dove c’e’ tanta altra gente, senza neanche sapere che cosa ci sia da vedere
    -pur capendo il disagio della Signora queste cose si cercano, anche se come si dice non le ordina il medico

  10. Scritto da STE

    Concordo pienamente con Lei GI61.
    STE

  11. Scritto da GI61

    GRANDISSIMO Piero senza il suo pensiero cosi profondo noi cosi piccoli intelletualmente non sapremmo come riuscire a dormire
    la ringrazio e le auguro una buona serata.

  12. Scritto da piero

    per n 52 GI 61 : non si butti giu’ cosi’ e soprattutto legga il commento del 31 ( un sacerdote)… se la pensa lui cosi’… buona serata

  13. Scritto da anna

    per 52 GI61 : se a me fosse successo questa cosa me la sarei presa solo con me stessa, senza tirare in ballo le istituzioni. Santiddio, era una ressa per delle ciambelle ! se andiamo avanti di questo passo la prossima volta qualcuno scrivera’ che c’era ressa alle selezioni del grande fratello !

  14. Scritto da andrea

    per il lettore 52 : domani sera vado allo stadio, Lei pensa che ci sia casino ? vorrei il viale Giulio Cesare tutto libero per me, la polizia locale me lo puo’ far trovare cosi’ , grazie se no mi altero…

  15. Scritto da avatarat

    anche la Signora Lidia ha contribuito alla ressa, oppure Ella dall’alto volava e ci guardava tutti ?

  16. Scritto da livio

    secondo lei Signora Lidia, quante persone c’erano ?
    i soliti dubbi :10.000 per la questura, 20.000 per i sindacati, 35.000 per la Madonna

  17. Scritto da fabri.bettari@virgilio.it

    sono 30 anni che non mi perdo i fuochi: mai successo niente di particolare … certo che c’è caos, da dov’è il problema?
    Mi auguro solo che lidia non stia sperando che il prossimo anno succeda qualcosa di grave per poter dire: vi avevo avvertito!

  18. Scritto da rosa

    PER IL LETTORE ” io 40 ” complimenti per fortuna ci sono poche persone come tè , vorrei vedere se ti capitasse qualcosa ai tuoi cari e poi rispondi be sono usciti di caso e se l’hanno cercata !! Smettila dai che è meglio..

  19. Scritto da paolo

    Be se lidia lo pensa mi sembra che anche tu fabri bettari lo hai pensato non credi ??? Ecco appunto è meglio che si prendano prima tali precauzioni non credo tutto ciò sia cosi impossibile !!!!

  20. Scritto da GI61

    @42Lidia purtroppo in italia tutto ok se succede ad altri ma quando succede a noi in prima persona poi cade il mondo,lei ha perfettamente ragione e la prego di non demordere anche in futuro su varie tematiche perchè la sento combattiva,ma purtroppo come avra letto anche lei in questo blog l’ignoranza e il sottovalutare un problema cosi grave la dice lunga perchè oggi purtroppo non abbiamo più valori e di conseguenza è tutto delegato ad altri
    oggi l’importante non è essere ma apparire
    saluti

  21. Scritto da pen

    io suggerirei a Lidia un bel corso di grammatica

  22. Scritto da pg

    Sono d’accordo con pen ma mi domando se alla Redazione di Bergamo news non sentono proprio il dovere di correggere le lettere dei lettori.

  23. Scritto da corti-novis

    io invece suggerei un percorso alternativo con le bancarelle dentrro nel Quartiere Finardi..!!! Visto che le vie del quartiere Finardi sono sempre libere e sono pubbliche pagate con i soldi di tutti noi, visto che gli abitanti non sono tanti si potrebbe utilizzare per una sera le vie del quartiere Finardi e distribuire meglio tutto l’afflusso della Gente. E’ parecchi che non andavo, ma molta meno gente di una volta vi partecipa. L’alternativa c’è basta utilizzarla!!!

  24. Scritto da Giogio

    io suggerirei a pen un bel corso di umiltà

  25. Scritto da laurasiddi

    per pen e pg: ci sono uno-due errori di grammatica, cari coraggiosi maestrini dalla penna rossa che si nascondono dietro l’anonimato.

  26. Scritto da Roby

    Si sa benissimo che dopo i fuochi non bisogna avventurarsi nelle bancarelle, la strada è troppo stretta, pertanto o si aspetta un’oretta che defluisca la gente o si va in un altro momento della giornata…. quindi cara Lidia potevi evitare benissimo di finire nella situazione “pericolosa” che hai denunciato. Basta usare la testa, soprattutto le persone che ci sono andate con i bambini, incoscenti !!! Tanto, subito dopo i fuochi, non riesci nemmeno a fermarti per comprare…

  27. Scritto da Tizi23

    ci saranno pure gli errori ma la lettera è molto chiara….x i 2 professori all’inizio portate pazienza le scuole riaprono frà qualche giorno. Io mi sono ritrovata in mezzo con 2 bimbe e ha perfettamente ragione sono stati davvero pochi metri ma non ci si muoveva…si puo’ pensare chi ve l’ha fatto fare? anche noi l’abbiamo pensato ma troppo tardi…. la protezione civile stava alla fine ricordo una bella signora in divisa e diciamolo chiaramente che cosa poteva fare?

  28. Scritto da giordano bruno

    ogni persona fa volume ma gli altri lo fanno di piu’ ! mi spiace solo per i poveri bambini coinvolti in queste sagre dei presunti Miracoli… ma la Madonna non poteva farci un pensierino e risolvere tutto?

  29. Scritto da bastalamentele pertutto

    ma perche’ c’e’ qualcuno che di deve lamentare ??

  30. Scritto da giogio

    io suggerirei a pen di fare a Roby lo stesso suggerimento che lui ha dato a Lidia
    e poi di seguire lui anche il mio suggerimento dato a pen

  31. Scritto da DB

    Al di là degli errori di grammatica, cosa si aspettava la sig.ra Lidia – al termine dello spettacolo pirotecnico – nel tratto più diretto tra il piazzale dello stadio e il borgo in festa? Di camminare speditamente e con agio? Sarebbe stato sufficiente scegliere un altro percorso: io c’ero, sapevo che avrei trovato ressa, ma sono stato lì comunque. La smettiamo o no di fare sempre e solo polemica per ogni stupidaggine? Ah già, siamo i soliti caproni che danno sempre e solo colpa “agli altri”. DB

  32. Scritto da mucca carolina e poggi.olini

    Ma i vigili erano tutti in ferie?
    Oppure altrove imprgnati?

  33. Scritto da Un fan della Lidia

    Lidia, le do un consiglio l’estate prossima stia a casa oppure vada col sig. Caccia di di via Pignolo a bersi qualcosa….
    Saluti

  34. Scritto da corti-novis

    Ma il Quartiere Finardi nessuno ne parla????’ Non tocchiamo i ricchi perchè si arrabbiano???? Amici degli Amministratori?? ci hanno messo i paletti con semafori alle entrate ha loro spese ma le vie sono pubbliche con 600.000 dei nostri soldi per fare la zona 30 .. Suvvia espropriamo per una sera del nostro territtorio per la sicurezza, tanto che è vero all’inizio della ressa ho svoltato a sinistra e sono arrivato dietro al santuario in santa pace e anche chi sapeva con bambini…I vigili???

  35. Scritto da pennarrabbiata

    ci mancava il vigile con la paletta che ferma i passanti…
    dai siamo seri…
    la ressa in ogni situazione, sagra o festa che sia si fa e quando la gente è tanta ci si arma di pazienza e si attende di andare avanti o indietro…
    Cara Lidia, ci mancava che chiamava i pompieri, e la questura è poi aveva chiamato tutti… ma in definitiva cosa voleva che facevano quelli della pc o i vigili???
    che in quel momento che lei si è trovata nella ressa arerivassero a sirene spiegate e che facessero sgombero

  36. Scritto da Christian

    la movida organizzata in centro da fastidio, queste “simil-sagre-miracolanti”
    organizzate alla benemeglio (è già un complimento) invece vanno benissimo e sopratutto gli abitanti della zona nn si lamentano!!!!!
    OPS….c’è di mezzo la chiesa e siamo a Bergamo, allora va bene!!!
    CHE TRISTEZZA!!!!

  37. Scritto da W L'ITALIA

    A Bergamo ogni volta che si organizza qualcosa c’è chi si lamenta…in questo caso in modo del tutto inappropiato:Lidia,la prossima volta restatene a casa con i tuoi figli.

  38. Scritto da Disadattati

    Lasciate le città tranquille. Chi ha patumie da soddisfare e ha bisogno di calarsi nei branchi di movide, vada in zone deserte di montagna.
    Tutto ciò fa schifo. Il raggruppare folle di migliaia di inadattati che hanno bisgno di sentire il contatto del branco perchè hanno paura di star soli con loro stessi denota il crollo della nostra civiltà.
    Solo gli animali hanno l’esigenza di riunirsi in branco per difendersi. L’uomo non è un animale, in quanto fatto a immagine e somiglianza di Dio.

  39. Scritto da Senso

    @1
    Io suggerirei a pen e a pg di andare dallo psicologo se non comprendono il senso della lettera ma si limitano solo alla grammatica.

  40. Scritto da Movide

    @6
    Ecco, bravo Roby, incoscenti a chi va nelle movide con bambini.

  41. Scritto da Rogo

    @8 Giordano Bruno
    Attento a far lo spiritoso, se no come l’ultima volta, finisci sul rogo e così ti passa la voglia

  42. Scritto da branchi

    @10 DB
    Infatti solo i caproni si riuniscono in branchi alle movide

  43. Scritto da corti-novis

    Ancora una volta…. ma il quartiere Finardi intoccabile? far rivere anche questo luogo molto spazioso in queste occasioni con più le bancarelle visto che per sicurezza è chiuso lo spazio del mercato. La movida va bene solo nei centri molto abitati ??? Un “potente” vale molto di più di mille persone? In Germania insegna che l’imprevisto fa morti. E se cadessero dei pedarti in mezzala folla , o qualche scherzo scemo di qualcuno. Lidia fa Bene ha denunciare… alla prossima protezione civile..

  44. Scritto da acqua sul fuoco

    ma uscite di più la sera anche senza fuochi artificiali e bancarelle o pseudomovide da propaganda comunale !

  45. Scritto da atalo

    approvo il post 23 ; le crititiche poi , anche se a volte un pò forzate , ma ciò dipende dal carattere di chi le propone , possono comunque essere costruttive per migliorare questo tipo di eventi

  46. Scritto da coscenzioso

    a chi si lamenta per la ressa ,perchè non riesce a camminare, perchè i bambini piangono, perchè sta male e quant’altro , un consiglio : state a casa o fate come me, ossia, andate sulle mura di città alta la sera dei fuochi ed andate di giorno a vedere le bancarelle

  47. Scritto da maria2

    La festa di borgo s.caterina non è una movida ma una festa parrocchiale che si svolge da innumerevoli anni. Pure a me è successo l’anno scorso di ritrovarmi schiacciata in quel punto ma essendo adulta, svicolando qua e là e sono riuscita ad uscire senza problemi, ma c’erano mamme con bambini nel passeggino, anziani, cani al guinzaglio che davvero facevano una fatica tremenda per uscire. Dopo i fuochi tutti si dirigono lì e credo che con buon senso si potrebbe fare q.cosa senza inutile sarcasmo

  48. Scritto da attvar

    A me pare proprio che chi dirige il corpo dei vigili sia inadeguato…. ho visto ieri sera confusione e vigili che discutevano con la gente per cose banali e non si occupavano del traffico.
    La scorsa settimana ho visto una discussione sulle mura tra vigili e ragazzi che avevano appena preso la multa, e io ho discusso con i vigili chiedendo loro perchè non fossero arrivati prima ad impedire i parcheggi selvaggi invece che dare multe salatissime. Sarebbe SERVIZIO cio di cui c’è bisogno.

  49. Scritto da corti-novis

    Stasera ci sarà la processione “tutti invitati”, di “sicuro” una massa di 30.000 mila persone parteciperanno… !!! Un tempoi fuochi e la processione come affluenza erano pari , ora e la chiamano movida i fuochi… speriamo che anche la processione non la confondano con quella cosa li………….

  50. Scritto da Giuseppe

    @28: ah adesso no bastano più i segnali di divieto, bisogna mettere anche i vigili per invitare a non fare parcheggio selvaggio?????

  51. Scritto da don Luciano Sanvito

    Il caos provocato dalle feste ha i suoi inconvenienti. Chiamare il 113 è un gesto stupido e senza senso. Se uno non se la sente di affrontare il casino, stia a casa a sentire Radio Maria. Non possiamo fare le feste a misura della persona che ha dei problemi di claustrofobia.
    Ogni festa ha i suoi disguidi, ma occorre anche saper accettarli e viverli con un senso di maturità, e non facendo come i bambini che fanno i capricci se una cosa non è loro consona. Signora, si dia una bella mossa….

  52. Scritto da avatarat

    per l’anno prossimo stiamo tutti a casa, lasciamo tutto lo spazio per la Signora Lidia, poi pero’ non scriva che la festa era un mortorio…

  53. Scritto da Giovanni

    Vorrei sapere come mai la Signora,nonostante era evidentissimo il caos alle bancarelle,cosa sia andata a fare nella ressa per poi lamentarsi?E’ ancora stata a qualche festa la Signora?

  54. Scritto da julius

    attvar dice “ho visto vigili che discutevano con la gente per cose banali e non si occupavano del traffico”… probabilmente le persone coinvolgono i vigili per cosa banali (per noi) MA PER LORO IMPORTANTISSIME…
    i cittadini hanno piccolissime necessità, ma le fanno diventare cose importantissime, a discapito di chi ha reali necessità ed urgenze e si trova solo.
    se un cittadino non ha la percezione che sta camminando in una strada frequentata da 20.000 persone, è forse colpa di vigili???????

  55. Scritto da l'è mia posibel

    LA PROSSIMA VOLTA RESTI A CASA.
    COSI’ VEDRAI CHE TRA IL FRIGOR E IL DIVANO NON TROVI RESSA.

  56. Scritto da un affezionato della festa

    Ma la sig.ra Lidia è la prima volta che partecipa alla festa di B.go Santa CATERINA? E’ così tutti gli anni perchè terminati i fuochi tutti si gettano come dei disperati alle bancarelle perchè hanno paura che se arrivano mezz’ora dopo casca il mondo . Bastava fare un bel giro nel Borgo, mangiarsi un bel gelato, bersi un caffè , fare quattro chiacchere con gli amici , fare un visita in chiesa (che non fa mai male) e poi con calma fare un bel giro tra le bancarelle….è questione di buon senso

  57. Scritto da PAOLO

    Complimenti ad alcuni lettori che scrivono per evitare tali problemi di stare a casa !! Be se fosse cosi facile non andate allo stadio cosi evitate problemi , non andate alle manifestazioni che si evitano problemi , se piove non uscite di casa si sa mai che sia un alluvione , non andate a sciare ci potra essere qualcuno che non vedendovi vi travolge ………… Speriamo che questa non sia la soluzione ED INVECE SI PRENDANO PROVVEDIMENTI BEN PIU SERI !!!

  58. Scritto da eli

    bravo Paolo 38. Condivido, E invece non condivido il 37, di cui apprezzo i toni civili e garbati. Il numero degli spettatori èadnato aumjentando in questi anni. Dunque non è sempre stato così.

  59. Scritto da io

    caro Paolo…….uno può fare quello che vuole….ma se io vado allo stadio o a qualche manifestazione e ci sono dei problemi, se esco di casa e giunge un’alluvione, vado a sciare e mi rompoo una gamba….poi non scrivo a Bergamonews per lamentarmi …. accetto quello che viene !…..

  60. Scritto da attvar

    > @ 35 noi? io faccio parte della stessa gente….
    > @ 28 esercizio di buon senso, se sul bordo strada si vedono macchine parcheggiate, vero che se c’è il cartello c’è infrazione, ma in concomitanza di eventi, spesso vengono fatte deroghe. La presenza di un vigile con il lampeggiante acceso potrebbe dimostrare che non è così, inoltre ne guadagnerebbe la sicurezza delle strade. Sulle mura secondo me sarebbe da istituire la zona 30 e aggiungere parcheggi, anche a pagamento magari.

  61. Scritto da lidia vitali

    Mi spiace non sia chiaro che NON E’ una questione personale.
    Credo sia dovere di ogni cittadino segnalare situazioni critiche e atteggiamenti superficiali a fronte della segnalazione di problemi (c’era gente che stava male).
    La Festa del Santuario è importante e lungi da me l’idea di criticarla, anzi!!!
    Il mio intento è quello di migliorarla e basterebbe veramente poco.
    Vorrei solo evitare tragedie annunciate e non dover assistere, a posteriori, al balletto delle lacrime di coccodrillo.
    VISTI CERTI COMMENTI COMINCIO A PENSARE CHE LA GENTE NON VOGLIA VENGA A MANCARE IL PANE QUOTIDIANO DEL SANGUE IN TV.

  62. Scritto da ol giacom

    per me a ragione la signora!!
    la sicuressa innansitutto, ostrega!!