BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Guida al barbecue perfetto

Quale scegliere per la casa al mare e per spazi più ridotti. Dai modelli basici a vere e proprie cucine all'aperto

Più informazioni su

Per l’acquisto del barbecue è necessario pensare attentamente all’uso che se ne vuole fare. Organizzare una cena una volta ogni tanto, solamente in estate, per pochi amici, oppure avere una vera cucina all’aperto per organizzare al meglio la cottura sulla griglia? E poi. Desiderate un apparecchio movibile oppure fisso in giardino o in terrazzo? Quanto spazio avete a disposizione? Che clima prevale nella zona in cui abitate e quali variazioni subisce durante l’anno?
Ormai diventati versatili e affidabili, i barbecue prefabbricati da esterni sono migliori rispetto ai modelli del passato. Quelli a gas consentono di cucinare qualsiasi cosa, di friggere, arrostire, saltare, oltre che di grigliare la solita carne, e anche quelli a legna vengono oggi dotati di una varietà di basamenti e accessori che permettono di trasformarli in vere cucine attrezzate all’aperto. Per scegliere quello ideale, provate a compilare un menù di prova, pensate a quanto spesso cucinerete per famigliari e amici. Se il barbecue è destinato a una casa al mare, allora meglio un modello in acciaio inox, che resiste all’effetto corrosivo dell’aria salmastra. Se esposto a correnti forti, procuratevi dei ripari adeguati, stessa cosa se il barbecue è molto esposto al sole e a un clima caldo.
Per la manutenzione, dopo ogni cottura pulite accuratamente le griglie, scaldando l’apparecchio per far sciogliere il grasso residuo, aiutandovi con spugne abrasive o spazzole a setole metalliche. Per completare la pulizia, utilizzare sgrassatori specifici. Per la brace, una volta spenta, è preferibile riporla in un contenitore metallico rimuovendola dal braciere, che deve sempre essere tenuto pulito se inutilizzato. Per proteggere il barbecue dall’umidità e dalla pioggia, coprirlo con un telo: acciaio nero e ghisa sono resistenti alle temperature, ma non sono inossidabili. Se avete utilizzato delle pietre da cottura, bisogna raschiarne la superficie ancora calda con una spatola e appena raffreddata del tutto, strofinare con sale grosso e una paglietta. Non usate mai il sapone per pulire. Non serve e il risciacquo può non essere sufficiente per manadre via l’odore.

(da lastampa.it)
 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.