BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Cara Sanpellegrino, con l’acqua promuovi Bergamo, please”

L'invito all'azienda: una seconda etichetta, pi?? piccola, sul retro della bottiglia con un breve messaggio turistico su San Pellegrino terme e su Bergamo.

"Cara Sanpellegrino, con la tua acqua promuovi anche Bergamo e la Bergamasca o almeno la Valbrembana visto che è il territorio orobico che ti consente di esportare nel mondo". Potremmo riassumere così la lettera che l’assessore all’Urbanistica e al Territorio della Regione Lombardia, il bergamasco Daniele Belotti, ha inviato alla direzione della Sanpellegrino spa prendendo spunto dalla nuova etichetta dell’acqua più famosa nel mondo, etichetta firmata Missoni. "Bella, niente da dire – commenta il leghista Belotti -, ma nemmeno stavolta c’è un riferimento a Bergamo o alla Valbrembana, anzi si parla dell’università di Pavia e della sede legale della ditta a Milano, rischiando di confondere le idee". 
Così l’assessore invita a indicare almeno la provincia di Bergamo o ancor meglio a "mettere una seconda etichetta, più piccola, sul retro della bottiglia con un breve messaggio turistico su San Pellegrino terme e su Bergamo".
D’altronde, spiega l’"affezionato bevitore", il canone di utilizzo delle sorgenti che le aziende di acque minerali pagano al Pirellone è di 51 centesimi di euro al metro cubo, ovvero mezzo millesimo di euro a bottiglia: "Un  importo veramente irrisorio che forse potrebbe essere in qualche modo integrato utlizzando la bottiglia come mezzo di promozione turistica". Prormozione che lancerebbe una realtà, quella di  San Pellegrino terme, al centro di un’importantissima operazione di restyling che passa anche attraverso un finanziamento pubblico considerevole: più di 58 milioni di cui 20 a carico della Regione Lombardia.
L’idea di Daniele Belotti non si ferma all’acqua brembana, il marchio made in Bergamo più diffuso nel mondo col suo miliardo di bottiglie, ma la proposta di  utilizzare la bottiglia quale veicolo di promozione turistica verrà avanzata ai colleghi assessori al Turismo e alle Reti idriche del Pirellone"in mdo che possano valutare se estenderlo a tutti i produttori di acque minerali della Lombardia". 

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da atalo

    belotti belotti .. ma occcupati meno di slogan e più di cose veramente importanti ..
    cara san pellegrino scrive : cara è cara in effetti ..
    si spera che sotto la veste missoni ci sia almeno dell’ h2o di discreta qualità

  2. Scritto da viva inter

    Se invece dell’etichetta della bottiglia vogliamo parlare del paese di San Pellegrino, ex Terme, vi invito a partecipar all’incontro presso la Sala Bibite a fianco del Casinò venerdì 10 settembre ore 20.30.
    Dovrebbe essere presente, oltre al vice sindaco del paese, il dott. Spinelli, rappresentante di Percassi.
    Forse sapremo come mai il progetto delle nuove terme non è più di Perrault e quello per l’ampliamento del teatro non più di Scarpa come tanto reclamizzato, ma semplicemente di Percassi

  3. Scritto da sorpresa

    Sono assolutamente d’accordo con liscia gassata, raffaella e ex-elettore e invito tutti, Belotti compreso, a venire a vedere in quale stato è ridotta San Pellegrino….uccelli voraci e rapaci la stanno devastando e, quel che è peggio, con il benestare di chi dovrebbe tutelare il bene dei cittadini !

  4. Scritto da Paradosso

    Sapete che San Pellegrino Terme è l’unica stazione termale al mondo e l’unica nota in tutto il mondo dove oculati, illuminati e lungimiranti personaggi invece di cogliere i segnali dei tempi e ristrutturare le proprie famose e storiche Terme, come hanno fatto ovunque, le hanno chiuse da quattro anni ammaliati dal canto della sirena, facendo precipitare l’economia del luogo in un baratro ?

  5. Scritto da W L'ITALIA

    Raramente,mi trovo d’accordo con il Belotti,questa volta si’.Puo’ essere un opportunita’ di promozione

  6. Scritto da Daniele Lussana

    Concordo in pieno con la proposta di Belotti. Abbiamo la fortuna di avere nella nostra provincia un’acqua che, come già detto nell’articolo, è famosa in tutto il mondo ed è servita nei migliori ristoranti…. Sarebbe opportuno estendere questa proposta anche ad altri prodotti d’eccellenza della nostra provincia come, per esempio, la Brembo o la Gewiss….

  7. Scritto da liscia gassata

    Il vero scandalo non è il fatto di non promuovere Bergamo, lo scandalo è San Pellegrino ex Terme un paese in stato di abbandono, con le pezze al c…, da residente mi vergogno a vedere un paese ridotto cosi’. Parlano di turismo, ma Belotti è ancora stato a San Pellegrino? La San Pellegrino Nestlè forse potrebbe far qualcosa di piu per migliorare il paese, un centesimo a bottiglia al Comune…….

  8. Scritto da ex elettore

    Chiedo alla Sig.ra Lussana e al Sig. Belotti, quando è l’ultima volta che siete stati a San Pellegrino Terme? Piu’ che promuovere Bergamo bisognerebbe e sarebbe opportuno rilanciare San Pellegrino, non vi pare? Io so solo che San Pellegrino paese è in una situazione a dir poco imbarazzante a livello turistico

  9. Scritto da B.d.B.

    Bevete acqua dall’acquedotto, controllata sette volte al giorno, costo irrisorio e meno inquinamento, la cara San pellegrino lasciatela ai ricchi Americani.

  10. Scritto da ex elettore

    AL 10 Mi scuso avevo letto male il suo nome ,Daniela al posto di Daniele.

  11. Scritto da raffaella

    Ma lo sa Belotti che Percassi ha un ritardo di quattro anni nell’attuazione del progetto di rilancio di S.pellegrino?Forse sarebbe meglio che la regioni controlli gli impegni assunti e non rispettati dal privato prima di sbandierare i faraoinici interventi che tardano ad arrivare.Fin’ora sono stati spesi solo soldi pubblici!Quanto alla SpA Sanpellegrino, ricordo male o la Regione ha confermato la concessione perpetue dell’acqua!!!!!????Sveglia!!!

  12. Scritto da brembano

    San pellegrino? forse il 9 e l’11 non sono al corrente e non hanno letto nemmeno l’articolo, che per san pellegrino è prevista un’operazione gigantesca per trasformare le terme in un centro benessere da 7 stelle. costo del tutto oltre 200 mln di euro, tra pubblico e privato -percassi-. belotti ha ragione: un’operazione così va affiancata ad una campagna pubblicitaria e l’idea dell’etichetta sulla bottiglia è eccezionale. al tavolo al ristorante chi non la noterebbe? il tutto con costi minimi

  13. Scritto da polaroid

    @15:hai ragione! ma visto che l’acqua san pellegrino c’è da più di 100 anni, l’uscita del nostro assessore all’urbanistica regionale mi sembra più una sponsorizzazione di un intervento urbanistico (che fatica a decollare) di un privato che una pubblicità alla valle.
    @5: sarei felice se fosse come dici… vai a leggerti la proposta di legge regionale con le % delle proprietà…anche le autostrade sono dell’anas ma i prezzi li fa la società autostrade…

  14. Scritto da ureidacan

    L’assessore Belotti, prima di lanciare slogan folkloristici farebbe bene ad accertarsi se la San Pelligrino SPA abbia perlomeno la sede legale in Provincia di Bergamo. Pare di no.

  15. Scritto da jack

    Cari partecipanti a questi forum che bergamonews ci mette a disposizione per discutere di problemi piccoli o grandi che vorremmo risolvere o solo vedere risolti da chi di dovere.Esempio in prima pagina c’è una discussione sulle strade bergamasche e l’assessore Belotti competenze Urbanistica e Territorio si preoccupa dell’acqua S.Pellegrino che sono almeno20 anni che è di proprietà di una multinazionale,è stato eletto questo ci tocca facciamo mea culpa.

  16. Scritto da jack

    Ma quest’uomo sa dov’è la Val Brembana,già questa è una notizia,pensavo si occupasse solo della beneamata Atalanta,perchè a memoria non si ricorda una sua iniziativa a favore di disoccupati della suddetta valle o di aziende in difficoltà,a mi scuso era alla cultura ora urbanistica e territorio,chissà cosa c’entra lui con il turismo,dovrebbe saperlo che c’è un suo collega che si prodiga per rilanciare le nostre valli a parole.Che classe che hanno parlano di tutto a vuoto..PLEASE

  17. Scritto da ex elettore

    Brembano per quando è prevista l’operazione gigantesca? No perchè è quattro anni che sto aspettando di andare alle terme piu belle del mondo, fino ad ora dei 200 milioni che parli tu il privato non ci ha messo un cent, i cent li ha messi il “pubblico” . Ps. informati le terme 7 stelle è un po che sono state accantonate da Percassi……il progetto è stato modificato.

  18. Scritto da LIMONCELLO

    ma la scritta e’ in italiano o in dialetto bergamasco ,peccato che gioielli come la san pellegrino siano in mano straniere,seriamente l’idea di BELOTTI la trovo ottima .

  19. Scritto da emi zanchi

    o.k. promuovere bergamo ela sua provincia, ieri ad un rifugio ho pagato un litro di acqua 3 Euro!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    Alla faccia della promozione delle Orobie e poi ci si lamenta perchè il turista fugge dalle nostre valli.

  20. Scritto da Marco

    Ma cosa volete promuovere? la strada della valla brembana fa schifo!!!!
    CODE SU CODE, SMOG, TIR (soprattutto quelli della SanPellegrino che sfrecciano giorno e notte).
    La Val brembana non ha bisogno di farsi pubblciità la gente consoce la sua bellezza ma preferisce evitarla per non rovinarsi la bella giornata in coda a respirare smog!!!!

  21. Scritto da polaroid

    … e se pagano solo 51 centesimi al mc la regione non può fare niente per aumentare il canone che gli viene versato? Facile dire agli altri cosa fare, e tu caro Belotti fai la tua parte? preoccupati della nuova legge sull’acqua che la regione sta preparando che spiana la strada alla privatizzazione, così anche quella del rubinetto costerà come l’acqua minerale!

  22. Scritto da basta populismo

    concondo con il 2: le istituzioni si preoccupino di sistemare la viabilità per poter accedere alle nostre valli invece di preoccuparsi delle targhette delle bottigliette……..
    Basta interventi spot, i cittadini sono stanchi, i politici si devono occupare dei problemi del quotidiano: tasse, lavoro,dosoccupazione, sicurezza etc etc……..

  23. Scritto da Acqua

    Polaroid
    Non hai capito una mazza sulla cosidetta privatizzazione dell’acqua.
    Hai bevuto non acqua, ma la solita demagogia di strapazzo dei soliti agit pop

  24. Scritto da Soliti pianistei

    basta populismo
    Cittadini stanchi? Parla per te! Io non sono stanco. Tutte le cose sono da migliorare. Quello che stanca sono i soliti piagnistei.

  25. Scritto da sepp

    Il vero schifo non sono le strade ma la speculazione selvaggia (vedi Foppolo), le seconde case sfitte sparse qua e la, la mancanza di pianificazione urbanistica dei paesi che rende l´intera valle un continuo di case bruttissime, l´abusivismo tollerato, la caccia sregolata, la mancanza del collegamento ferroviario, ecc. ecc..
    Siamo vicini alla Svizzera, ma sembra di essere in Calabria.