BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Condominio nuovo, ma lì attorno spaccio e tossici”

L'amministratore del megacondominio Galileo a Bergamo chiede al Comune un intervento rapido perché lì in zona bimbi, anziani e famiglie convivono con spacciatori e microcriminalità.

Più informazioni su

L’amministratore di un mega condominio in zona ex Magrini a Bergamo chiede al Comune un intervento rapido perché nelle aree attorno al complesso Galileo bimbi, anziani e famiglie convivono con spacciatori, senzatetto e tossicodipendenti.

Buongiorno,
il sottoscritto Finco geom. Emanuele – amministratore pro-tempore del supercondominio in oggetto, scrive a nome della 107 famiglie che risiedono nel nuovo complesso Galileo, che sorge tra via Berizzi e via Magrini, in città. Si tratta di una struttura nuova che ha dato vita a un quartiere completamente rinnovato e con parecchie famiglie giovani.
Purtroppo la zona, pur essendo a pochi passi del centro, è frequentata da brutte compagnie. Soprattutto negli orari serali, ma anche in pieno giorno, sono presenti nella piazzetta che si trova tra le due vie, nello spazio verde pubblico e nel vicino parco, sempre di proprietà comunale, spacciatori, tossicodipendenti e senzatetto. C’è chi dorme nel prato, chi bivacca, ma anche chi spaccia droga.
Tutto ciò con bambini che giocano nelle vicinanze, anziani che passeggiano e numerose famiglie che vivono nella zona.
Per non parlare della paura di molti residenti che rientrano la sera nelle loro abitazioni e che si trovano situazioni di spaccio e microcriminalità sotto casa. Il problema è esteso sia dal lato di via Berizzi sia su via Magrini, con spacciatori e tossicodipendenti nel parco comunale e nell’area parcheggio vicino all’ex mensa.
La questione è stata più volte sollevata e il problema sollecitato alle forze dell’ordine. In alcuni casi è stato anche risposto che, a causa della mancanza di fondi da destinare al personale, è stato necessario ridurre il numero di agenti assegnati alle auto da n. 3 a n. 2; tale circostanza – poiché per regolamento interno gli agenti non possono abbandonare l’auto d’ordinanza e che la ricognizione a piedi deve essere effettuata in coppia – evidenzia che il controllo del territorio non è sufficiente e adeguato. Crediamo che una questione così grave non possa essere accantonata e risolta con così tanta superficialità.
Che senso ha realizzare spazi verdi aperti e aree verdi se i cittadini devono poi barricarsi in casa perché queste zone sono alla mercé di spacciatori e criminali?
Per questo motivo sono a richiedere, con urgenza e a nome delle numerose famiglie del complesso residenziale (che a pieno regime ne conterrà circa 220), più controlli, più pattugliamenti serali e maggiore risoluzione nell’affrontare i problemi dei senzatetto e della droga, proponendo anche l’eventuale uso di vostre telecamere comunali da installare nell’area.
Sono a disposizione con i condomini anche per un incontro con l’assessore Invernizzi e i rappresentanti delle forze dell’ordine, ma soprattutto chiedo un intervento veloce ed efficace. Prima che la situazione possa degenerare del tutto.
Attendo vostra risposta, certo di un vostro concreto intervento.
Ringrazio anticipatamente per la disponibilità.
Distinti saluti
Emanuele Finco

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Re Artù

    Una sola è la soluzione:
    LEGALIZZARE LA DROGA E CREARE APPOSITI CENTRI PER I DROGATI!!!

  2. Scritto da Cesare

    Nella zona una volta esistevano i vigili diquartiere; poi sono stati destinati altrove; vivo in zona da 26 anni è il problema è sempre esistito; il rimedio: controlli casuali sia di giorni che di notte; ma non i “vigili” bensì le forze dell’ordine. I vigili non riescono a controllare via Quarenghi, figuriamoci dove non ci sono. Poi è necessaria più prevenzione e maggiore presenza sul territorio. Avessimo in quartiere la metà dei vigli che girano per ilcentro a fare multe!

  3. Scritto da me

    a Gaza pena di morte per chi spaccia…. èdèt chi ga pènsa sò prìma dè spacià

  4. Scritto da E' vero

    Io parcheggio per lavoro tutti i giorni in quella zona e confermo quanto riportato dall’amministratore: spacciano all’aria aperta senza ritegno !

  5. Scritto da Basta

    Bene allora,tolleranza zero e mano pesante.Basta però che i buonisti e i difensori di tutta questa gentaglia stiano un po zitti.

  6. Scritto da gigi

    chiede al comune ??? per mandare chi i vigili ??? ma contatti le vere forze dell’ordine.

  7. Scritto da gigi

    ma mandiamo ad orio che cosi li visto che c’è già un “comitato” che continua ad abbaiare alla luna almeno potrà finalmente variare l’argomento delle loro menate

  8. Scritto da andrea

    Abito in zona stazione e grazie al mega residence in oggetto il problema dei tossici e spacciatori si e’ spostato .
    Grazie ancora !!

  9. Scritto da Arrivano i nostri ???

    dove sono sono quelli che:
    “arrivano i nostri” (maggio/giugno 2009).

    Gentile sindaco Tentorio,
    dopo i vari slogan elettorali,
    non sarebbe il caso di sollecitare qualche vero agente di pubblica sicurezza in più in servizio a Bergamo città?

  10. Scritto da mucca carolina e poggi.olini

    Ma il cavallo di Battaglia di Tentorio non era la sicurezza?
    Il trombato di Arcene non fa nulla?