BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

In Europa avanza la linea verde

Nuovo corso azzurro con Prandelli e nuova Italia ringiovanita. Ma guardandoci intorno scopriamo che le altre "grandi" d'Europa hanno fatto tutte meglio di noi.

Più informazioni su

Nuovo corso azzurro con Prandelli e nuova Italia ringiovanita da molti esordienti. Ma guardandoci intorno scopriamo che le altre "grandi" d’Europa hanno fatto tutte meglio di noi. La Francia di Blanc e l’Inghilterra di Capello ripartono da diversi talenti di prospettiva. Anche Olanda e Germania, nonostante il grande Mondiale disputato, convocano gioiellini da coltivare. La Spagna è l’unica a non averne bisogno: è già giovane e vincente.
Mario Balotelli (classe 1990), Giuseppe Rossi, Davide Astori, Leonardo Bonucci e Salvatore Sirigu (1987 tutti e quattro): i baby azzurri sono loro cinque. Tra i 23 convocati di Cesare Prandelli per l’amichevole con la Costa d’Avorio, è palese come l’età media si sia notevolmente abbassata rispetto alla Nazionale di Lippi (da 28,9 a 25,7). Ma è altrettanto evidente che, nel cammino di avvicinamento ad Euro 2012, all’orizzonte non abbiamo tanti altri giovani da lanciare. Oltre ai sopracitati, infatti, il resto dei convocati va dai 24 anni di Motta ai 30 di Amauri.
E basta guardarsi intorno per notare che per le altre big d’Europa il discorso è ben diverso. L’investimento continuo nei vivai ha prodotto una cospicua quantità di giovani da seguire. Per noi, invece, il pericolo è che Balotelli si senta troppo solo: per voltare pagina bisogna avere il coraggio di rischiare e mandare in campo chi se lo merita, anche se sulla carta d’identità ha 18 anni. Le altre fanno così, poi ne raccolgono i frutti.

FRANCIA

Laurent Blanc, alla sua prima amichevole da commissario tecnico, ha già fatto capire il suo obiettivo: ricreare un gruppo unito e talentuoso per poter ripetere le imprese compiute da Zidane & co. La strada è quella giusta. Considerata la punizione voluta dall’allenatore ai reduci "ammutinati" dal Mondiale, nelle nuove convocazioni ci sono Hatem Ben Arfa (23 anni) e Jeremy Menez (23), due trequartisti di indiscusso valore. A loro si aggiungono il ripescato Karim Benzema (22), Samir Nasri (23) dell’Arsenal e i difensori Mamadou Sakho (20) del Psg e Aly Cissokho (22) del Lione. Interessante anche il possente Moussa Sissoko, ventenne mastino di centrocampo del Tolosa.

INGHILTERRA

Fabio Capello ha dichiarato di aver capito gli errori e di voler ripartire alla grande. Ecco perchè Theo Walcott (1989), inspiegabilmente escluso dai Mondiali, riprende il suo posto nella corsia di destra. Con lui i due baby fenomeni dell’Arsenal Jack Wilkshere (18 anni) e Kieran Gibbs (20). Il ct italiano ha pescato anche dal Manchester City di Mancini, con il portiere (finalmente un inglese di prospettiva in quel ruolo) Joe Hart (23) e con il centrocampista Adam Johnson (23).

OLANDA
L’Olanda con Snejder, Robben e Van Persie sarà tra le protagoniste anche all’Europeo di Polonia e Ucraina. Il ct Van Marwick, però, per questa amichevole estiva ha preferito non convocare i finalisti in Sudafrica, ma far assaggiare la Nazionale ai tanti ragazzi messi in luce nella scorsa Eredivisie. Ecco allora il portiere del Vitesse Piet Velthuizen (23), i difensori Vurnon Anita (21) dell’Ajax, Jeffrey Bruma (18) del Chelsea (Ancelotti stravede per lui) ed Erik Pieters (22) del PSV. A centrocampo la stellina è Siem de Jong (21), trequartista dell’Ajax, mentre davanti Jeremain Lens (22) del PSV e Ricky van Wolfswinkel (21) dell’FC Utrecht, 8 goal nel campionato passato.

GERMANIA
Thomas Muller (1989) e Mesut Ozil (1988) illumineranno la scena per i prossimi dieci anni. Ma non ci sono solo loro. Ecco perchè Loew ha chiamato per la sfida con la Danimarca i difensori Andreas Beck (23) dell’Hoffenheim e Derdar Tasci (23) dello Stoccarda. In più il centrocampista Marco Reus (21) ha già conquistato i cuori dei tifosi del Borussia Mönchengladbach e Tony Kroos (20) ha convinto Van Gaal ad aggregarlo alla prima squadra nel Bayern.

SPAGNA
Campioni d’Europa e del Mondo, insaziabili e vincenti, senza bisogno di doversi rinnovare più di tanto. Con Pedro (23), Fabregas (23), Busquets (22), Piquè (23) il futuro è già definito. Del Bosque, allora, ha fatto un’aggiustatina mirata sulla corsia di sinistra: Capdevilla ha i suoi 32 anni e al suo posto proverà Nacho Monreal, ventiquattrenne dell’Osasuna.

(da sportmediaset.it)

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.