BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Ignorate le proteste dei cittadini”

Il consigliere comunale Sergio Gandi e il componente della segreteria Pd Vladimiro Lanfranchi intervengono sulla pista ciclabile di viale Giulio Cesare.

Più informazioni su

“Capita che a Bergamo, Ferragosto sia diventato il paradiso degli scippatori di piste ciclabili”- afferma Vladimiro Lanfranchi della Segreteria Cittadina del Pd – “Sei felice in vacanza, torni e ti hanno fregato la pista ciclabile in viale Giulio Cesare”.
“Ora, seriamente, due sole cose vogliamo dire all’Assessore Ceci” – aggiunge Sergio Gandi, Consigliere Comunale Pd di Bergamo – “La prima è che il 23 giugno scorso centinaia di ciclisti si sono ritrovati lungo quella pista per chiedere che non venisse rimossa. Agire così, quasi di soppiatto, senza voler approfondire la questione e senza confrontarsi con chi, rinunciando alla macchina, ha utilizzato fino a ieri quella pista ciclabile non è serio ed è il segno di cattiva amministrazione”. “La seconda” – conclude Lanfranchi – “è che l’Assessore ha più volte dichiarato di voler aumentare le piste ciclabili, ma per il momento ne ha rimosse due, questa di viale Giulio Cesare e quella di viale Papa Giovanni. Dove vuole farle l’assessore Ceci le piste ciclabili? Al Parco dei Colli? Perché se rimuovi le piste ciclabili dalle principali arterie cittadine significa che non sai come funziona la mobilità nelle città virtuose del resto d’Europa. Lì si incentiva l’uso della bicicletta per andare al lavoro tutti i giorni, non solo per la scampagnata della domenica”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Diego Casale

    @6 può darsi che siano solo 30 metri ma cmq resta il fatto che si privilegiano sempre le auto, che nei centri urbani è una risposta sbagliata a tutte le esigenze della gente: maggiore sicurezza, meno traffico, meno inquinamento… il senso della protesta è questo, tante parole dall’amministrazione e una città che diventa sempre più invivibile.
    @3 e @4 sono la dimostrazione che ride chi sfreccia prepotente per le strade e giudica inutile e ridicolo il diritto ad una città più vivibile e pulita…

  2. Scritto da P.G

    Mi scusi consigliere Gandi ,ma di quale rimozione di ciclabile parla?La almeno vista la modifica che è stata fatta.Si tratta di trenta metri di pista oltremodo pericolosa.Fermarla trenta metri prima o dopo non credo stravolga nulla,sopratutto perchè ora l’incrocio è più snello e molto più agibile.Se le modifiche portano anche un piccolo miglioramento a scapito di nulla e di nessuno perchè non farle? Certo però prima di fare polemiche esagerate bisognerebbe almeno recarsi sul posto per vedere.

  3. Scritto da Cittadino in moVimento

    @1 IGNORARE il voto significa far vincere il MENO PEGGIO..

  4. Scritto da emcas

    Inutile prendersela, loro ignorano i cittadini, noi ignoreremo il voto alle prossime elezioni!!!

  5. Scritto da Paolo V.

    Bravi!!che delusione questa Giunta! Un elettore pentito.
    PS: ma chi è il copnsigliere di Tentorio sulla comunicazione? i manifesti del primo anno di amministrazione sono assurdi: ci mancavo solo che scrivesse quanti giorni di sole abbiamo avuto durante il primo anno della nuova amministrazione!!! ridicoli!!
    PS: poteva contare anche gli spettatori dei concerti, già che c’era!

  6. Scritto da Quale protesta?

    Ma quali proteste, solo quelle di una minoranza che va in bicicletta strumentalizzati dai Verdi ormai sparito dalla vita politica per la loro nullità?

  7. Scritto da Andate a piedi

    Ma andate a piedi, che ci sono i marciapiedi, e non investite nessuno, e pure non vi fate investire.