BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Gli U2 incantano con un concerto da record fotogallery

Gran concerto quello di ieri sera degli U2 a Torino per l'attesa apertura del nuovo tour 360?? 2010. Una festa d'agosto per 45.000 fan, tra cui tantissimi bergamaschi.

Più informazioni su

Gran concerto quello di ieri sera degli U2 a Torino per l’attesa apertura del nuovo tour 360ø 2010. Una festa d’agosto per 45.000 fan, tra cui tantissimi bergamaschi, che per i loro beniamini irlandesi hanno anche rimandato le ferie (pochi i vip già invece numerosi per la lista nella tappa romana dell’8 ottobre, l’ultima del tour europeo che quest’anno apre e chiude proprio in Italia). Poi sarà la volta, l’anno prossimo, degli Stati Uniti. Le danze si sono aperte, puntuali, alle 21:20, quando Bono è apparso sulla pedana del palco più «pesante» (180 tonnellate di acciaio) e mastodontico della storia del rock mondiale. Viene da chiedersi – memori di quanto detto oggi dallo storico manager del gruppo, Paul McGuinness, che ha parlato della voglia degli U2 di voler continuare a stupire e pensare alla grande – cosa si inventeranno in futuro. Se oggi The Crown (l’artiglio) che padroneggia sul palco ha una guglia di 57 metri, pari ad un edificio di 17 piani, e ha la presunzione di offrire al pubblico una visione davvero a 360ø uguale per tutti, chissà cosa riserva la storia futura della band di Bono Vox; The Edge alla chitarra; Larry Mullen alla batteria; Adam Clayton, bassista. Ma pensare alla grande, dice McGuinness, «è per noi un modo di essere». La serata, due ore e mezza, per un totale di 23 brani cantati da un Bono apparso in buone condizioni (ma non certo saltellante come un grillo), ha mantenuto le promesse riuscendo a coinvolgere al massimo il pubblico anche per via di un sapiente mix di brani classici della storia della band, dall’iniziale «Beautiful day» (dopo l’apertura vera con «Space Oddity» di David Bowie a «Magnificent», una bellissima versione di «Miss Sarajevo», cantata in italiano nella parte di Pavarotti, a brani nuovi. Inediti sono stati «North Star», melodica e romantica storia di pace e di amore, eseguita al buio e «Glastonbury», ballata scritta per il festival irlandese omonimo a cui la band non ha potuto partecipare in primavera. Bono stesso ha spiegato che si trattava di due inediti. Il manager del gruppo oggi aveva detto che non sapeva ancora quante delle cinque nuove canzoni già scritte il gruppo avrebbe eseguito stasera. «Credo due – ha scherzato con i giornalisti – ma se così sarà vuol dire che a Roma a fine tour presenteremo anche le altre tre. Useremo un pò questo tour per sondare il pubblico e vedere se i nuovi brani piacciono». Parrebbe di sì, almeno per i due nuovi brani cantati a Torino, visto che gli infaticabili fan che da lunedì hanno ascoltato le prove da fuori i cancelli le hanno già messe su Youtube. Nè McGuinnes nè Bono per altro paiono dispiaciuti di questo. «Sono cambiati i tempi – ha detto il manager – e Bono sicuramente ha gradito l’amore dimostrato dai suoi fan qui a Torino. Non ha infatti mai risparmiato all’uscita delle prove autografi, strette di mano, e ieri sera ha anche regalato loro 80 pizze calde». Tra i brani della serata, durante la quale ha fatto gli auguri di compleanno a The Edge e ha ringraziato Torino e l’Italia, anche «Until the End of the World», «Vertigo», «Mlk», una sorta di ninna nanna per Martin Luther King, (durante la quale scorrevano immagini sul grande cono circolare centrale di Aung San Suu Kyi), «One»; «Where the Streets have non name»; «Walk on», verso la fine è anche passato un video del vescovo Desmond Tutu, che chiede al mondo di lottare per la giustizia e la salute di tutti. Gran finale con «Moment of surrender» e «Rocket man» di Elton John.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da wka

    ma il leader di questo gruppo non è in prima linea per la salvaguardia del pianeta e la fame del terzo mondo?
    quanto ha inquinato con questoi concerto?
    quante persone avrebbe sfamato con i soldi spesi?
    è proprio vero che tra il dire e il farte c è di mezzo io mare ….. il mare di soldi.bravo bono bravissimo.

  2. Scritto da antonio

    non mi risultano canzoni degli u2 dal titolo “streets” e, soprattutto, grazie a dio la san suu kyi è ancora viva.
    andateci piano con l’uso degli stagisti, bergamonews. :-)