BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Trasparenza, tutti gli stipendi di medici e dirigenti pubblici

Come l???anno scorso, ospedali, aziende sanitarie locali, Comuni e Province hanno pubblicato gli stipendi di dottori e dirigenti assunti dagli enti pubblici.

Più informazioni su

L’operazione trasparenza lanciata dal ministro Renato Brunetta “mette a nudo” la busta paga degli statali. Come l’anno scorso infatti, ospedali, aziende sanitarie locali, Comuni e Province hanno pubblicato gli stipendi di dottori e dirigenti assunti dagli enti pubblici. Un’operazione molto criticata nel 2009, anno di avvio della sperimentazione. Nonostante l’avversione dei sindacati, il ministro ha deciso di replicare. Ecco allora pubblicati gli stipendi di medici, chirurghi, dirigenti sanitari, pediatri, biologi, ortopedici, farmacisti: tutti coloro che con la struttura sanitaria hanno rapporti di lavoro. E poi ancora dirigenti di Comuni e Province. Da chi si occupa di urbanistica, fino al settore cultura e spettacoli.
I dati sono stati aggiornati alla fine di luglio e ora sono disponibili sui siti internet di ogni singolo ente. Noi ve ne proponiamo alcuni.

Ospedali Riuniti di Bergamo

Azienda sanitaria locale

Ospedale di Treviglio

Ospedale Bolognini di Seriate

Comune di Bergamo

 
La Provincia di Bergamo 

Sanità, Comuni, Università: tutte le consulenze

Stesso partito del direttore, le consulenze sono più facili

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da povera italia

    concordo pienamente con magna magna…

  2. Scritto da brunettina

    Brunetta è caoace solo di creare invidia sociale e delazione, favorendo solo discorsi da bar. Un medico/dirigente studia fino a 30 anni e non lavora con la cazzuola.
    Perchè quando l’agenzia delle entrate ha pubblicato le dichiarazioni di tutti i cittadini è stata mmediatamente bloccata? (mi ricordo Feltri, Fede & company con stipendi da 600/700 mila euro all’anno). Queste sono le vergogne. Direttore, visto che è così trasparente con i pubblici, perchè non pubblica anche il suo di stipendio?

  3. Scritto da IVAN

    NO COMMENT..

  4. Scritto da chirurgicamente

    Se i commenti sanno solo dire questo… mi sa che avevano ragione quelli contrari al decreto Brunetta. Eppure, scusate, saperlo è meglio che ignorare. Così, sappiamo che chiedere servizi a questi signori è il minimo, visto che i loro stipendi vengono dai soldi di tutti, delle tasse.
    Magari poi impariamo che lo stesso vale anche per i politici, a prescindere dalla bandiera.
    Buon servizio bgNews.

  5. Scritto da vergogna

    Mamma mia quanti solducci…una gran varietà di altre voci stipendiali…da 40.ooo a 140,000..che saltino…….e pensare che per me al lordo mensile dopo più di 35 di lavoro sono al lordo mensile 2.400 e al netto 1600…mesi di attesa per un esame medico,tiket per tutto, la pensione un sogno…………………che schifo!

  6. Scritto da corti-novis

    non c’è tutto! molto di più prendono. La trasparenza è un po torbida

  7. Scritto da ex elettore

    Prendono sempre meno dei politici, e poi il medico ha una certa resposabilità……..

  8. Scritto da Alberto

    E’ incredibile quanta gente mantenuta dai contribuenti si porti a casa stipendi pari a 4/5/6 volte il salario di un dipendete privato “normale”.
    Una pletora infinita, davvero insostenibile.
    E poi ci vengono a parlare di debito pubblico da ridurre… Saprei io dove tagliare!

  9. Scritto da Magna magna

    I medici mi puo’ stare anche bene, ma a leggere quello che prendono in Comune mi girano i co…..ni,oltretutto a fare danni. E poi mi dicono che fanno la riforma delle pensioni e via dicendo, se prendessi 90 mila euro nette non mi fregherebbe niente “lavorare” fino a 70 anni, ma se devo lavorare e spaccarmi la schiena per poi sentirmi dire dal governo che devo andare in pensione a 65 anni di età con 600 euro al mese mi rigirano.Chi produce fa la fame, chi non produce si ingrassa, economia italia