BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Tango e milonga, la musica dei Cuartetango

Luned?? 9 agosto al cinema Cristallo tango il gruppo italo argentino proporr?? i classici del tango, in particolare musiche di Astor Piazzolla.

 Tango e milonga. Un quartetto di flauto, archi e pianoforte – gli italo argentini Cuartetango – sarà protagonista lunedì 9 agosto al cinema Cristallo di Castione della Presolana (inizio alle 21; ingresso libero) di un concerto dedicato alla musica e alle atmosfere dell’America latina.
Inserito nel cartellone di "Andar per musica", il concerto racconterà tutto il fascino del tango, anche se qui manca lo strumento principe del genere, ovvero il bandoneon. Ma la scelta è voluta e non casuale: i Cuartetango ripropongono in modo del tutto personale i classici del tango, in particolare le musiche di Astor Piazzolla.  Il quartetto si è già esibito in Bergamasca e con grandissimo successo: lunedì 9 agosto gli appassionati di questo genere potranno riscoltare Raul Dousset al flauto, Gianfranco Benigni al violoncello, Giuliano Bisceglia al violino e Luis Gabriel Chami al pianoforte. Loro suonano insieme dal 1995 dedicandosi al repertorio del maestro argentino Astor Piazzolla. Il quartetto ha intrapreso un lungo lavoro di ricerca e approfondimento per il quale si è avvalso della prestigiosa collaborazione del Maestro Daniel Piazzolla, figlio di Astor, che oltre ad aver fornito alcune introvabili partiture autografe, ha più volte espresso pareri lusinghieri. Di loro infatti ha detto: “…..sono felice di aver fornito le partiture autografe di mio padre ai componenti del Cuartetango; non solo non mi hanno deluso ma sono riusciti a sorprendermi per la loro eccellente interpretazione della musica del più grande compositore argentino e uno dei più grandi musicisti del Novecento. Mi auguro che proseguano in questa ardua impresa, perché anche mio padre si sarebbe sentito orgoglioso di loro”.
La scelta di questo gruppo è finalizzata infatti ad evidenziare l’aspetto cameristico della musica del  compositore argentino, per ricordare l’importante ruolo svolto di Astor Piazzolla nel quadro dell’evoluzione musicale del Novecento.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.