BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Vandali notturni alla piscina di Dalmine

Il sindaco Terzi chiede maggiori controlli, i carabinieri pattugliano viale Locatelli. Già individuati alcuni teppisti.

Più informazioni su

Dopo i Parchi pubblici di Dalmine e la Scuola dell’Infanzia “San Filippo Neri”, ora nel mirino dei vandali c’è la piscina comunale “Onda Blu” di viale Locatelli a Dalmine.
Nelle ultime settimane, infatti, gruppi di giovani s’intrufolano nel parco all’aperto della struttura per “concedersi” un rinfrescante bagno notturno o una tintarella di luna tra alcool e schiamazzi. Al mattino, inutile dirlo, gli irriducibili della notte non si risparmiano ovviamente di lasciare avanzi e rifiuti (e non solo), a ricordo della bella nottata.
Alle esasperate richieste d’intervento di residenti e gestori, non si fa attendere la risposta dell’Amministrazione comunale e delle Forze dell’Ordine già intenzionate ad intensificare la sorveglianza nei pressi della piscina. Lo stesso Comandante dei Carabinieri di Dalmine, in una nota indirizzata al primo cittadino, evidenzia la preoccupazione "per l’incolumità delle persone, anche di quelle che abusivamente si introducono all’interno".
"É una situazione che ha dell’incredibile e che richiede un intervento repentino – dichiara il sindaco, Claudia Maria Terzi – Mi sono rivolta immediatamente ai Carabinieri di Dalmine per chiedere una maggiore vigilanza e come sempre il maresciallo Scerra, che ringrazio a nome di tutti i cittadini, mi ha confermato la sua piena collaborazione. So che gli agenti hanno già individuato e deferito alle autorità giudiziarie alcuni dei ragazzi coinvolti ma ancora non basta. So di chiedere un grande impegno, soprattutto considerando la complessità del territorio di Dalmine e le poche unità a disposizione, ma non possiamo restare indifferenti di fronte a simili fatti".
Un impegno che il Comando dei Carabinieri di Dalmine ha subito messo in attuazione incrementando ulteriormente il monitoraggio non solo dell’impianto della piscina comunale, ma di tutto il viale Locatelli.
"Mi auguro – conlude il Sindaco Terzi – che il costante controllo messo in atto dalle forze dell’ordine ci aiuti non soltanto a fermare e ad identificare i responsabili, ma funga da deterrente per eventuali atti emulatori".
 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Diego

    Vandali, teppisti, non possiamo restare indifferenti a simili fatti…
    scusate non c’è scritto? E’ stato danneggiato qualche cosa? Intere generazioni negli anni hanno provato “l’ebrezza” di intrufolarsi nella piscina… Persino i nostri nonni… Non ricordo alcun episodio od incidente legato a queste bravate.. certo l’educazione e il rispetto delle cose di tutti e dei residenti della zona sono tutt’altra cosa… ma francamente mi sembrano eccessi d’estate, dei ragazzi ma anche del Sindaco Terzi.