BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Case: scendono i prezzi, si torna a vendere” video

Secondo il presidente provinciale della Fiaip Giuliano Olivati un calo del 20% dei prezzi agevola le trattative.

Più informazioni su

"Il calo generalizzato dei prezzi delle case guida una prima ripresa del mercato immobiliare bergamasco dopo due anni di stasi", dichiara Giuliano Olivati, presidente provinciale Fiaip Bergamo, la Federazione italiana agenti immobiliari professionali, "anche se la luce in fondo al tunnel appare ancora come un puntino lontano. La ricchezza dei bergamaschi è nella casa, e la forte patrimonializzazione immobiliare delle famiglie fa sì che i proprietari non abbiano fretta di vendere e i prezzi si allineino ai valori di mercato odierni con maggior lentezza, allungando i tempi delle compravendite. Solo quando la richiesta economica si ridimensiona di un 20% medio rispetto ai picchi del 2007 si arriva alla vendita, e si prevede che questa fase di mercato prosegua fino alla fine dell’attuale ciclo economico di crisi generalizzata. La notizia positiva – spiega Olivati – è che quando i valori si ridimensionano la domanda non manca, in quanto l’interesse delle famiglie e degli investitori bergamaschi per il mattone non è mai venuto meno. Va detto che dal 2000 al 2007 i prezzi erano raddoppiati, complice anche l’Euro, e spesso aumentati anche del 120%. Quindi l’attuale ridimensionamento non va visto come un crollo, dato che in molti casi i proprietari hanno visto raddoppiare il valore del loro immobile anche al netto della crisi. Si conferma così il vantaggio dell’investimento immobiliare sul medio periodo – conclude il presidente Fiaip Bergamo – con rivalutazione del capitale e un ottimo reddito da locazione". 
Clicca qui per l’articolo su www.fiaipbergamo.it , con la rassegna e l’intervista di Giuliano Olivati al "TG Bergamo"

Più informazioni su

Video correlati

1 di 1

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da EDILBERGAMO

    LA CRISI EDILIZIA BEN FENGA I PREZZI DELLE CASE SONO SCHISI DEL 35 % E ANCHE 50% COSI SI VENDE ANCORA BENISSIMO

  2. Scritto da BAXB

    il problema non è nell’andamento di mercato, ma di ONESTA’…. uno stesso immobile, nello stesso mese, mi è stato proposto da 2 agenzie differenti ma con una differenza di 50mila euro…dico signori, 50mila euro…. magnamagna!

  3. Scritto da edoardo

    quest’ultimo commento è la conferma che la BOLLA si deve sgonfiare per ritornare alle vendite…e che la gente che ha compratao casa 2/8 anni fa ha pagato/sta pagando molto più dell’effettivo valore.
    Resta da capire quanto aspettare ancora e se, visto l’andazzo, non si possa spuntare un prezzo nettamente inferiore allo sconto del 20% dell’articolo

  4. Scritto da giuliano olivati

    @edoardo: previsioni è difficile farle, ci sono 3 scuole di pensiero, i prezzi o salgono o scendono o rstano stazionari – noi prevediamo stabilità. consiglio: quando trovate la casa giusta trattate il prezzo e prendetevela. aspettando ci potete guadagnare ma anche smenare, e intanto la casa “giusta” che avevate trovato non c’è +.

  5. Scritto da edoardo

    quest’argomento è molto interessante (sarà che fra qualche tempo mi ci dovrò mettere anch’io a cercar casa…)mi spiace che BGnews l’abbia già cacciato nelle notizie di fine pagina.
    X Olivati: mi sembra un ragionamento di buon senso e qundi condivisibile…le perplessità nascono facendo un confronto con la situazione che hanno affrontato i miei genitori: con il loro impegno economico (in termini di %stipendio e di anni) hanno potuto comprare una villetta a schiera di 3 piani con giardino -segue

  6. Scritto da edoardo

    continua- e 2box in un paese vicino a Bergamo.
    oggi con lo stesso impegno di cui parlavo prima, potrei al massimo permettermi un bilocale nella stessa zona!!
    E’ naturale, per chi deve ancora fare il grande passo, di augurarsi che i venditori “calino le braghe” e a sensazione, ma non solo, siamo ancora lontani.
    grazie

  7. Scritto da giuliano olivati

    @edoardo: una volta bastava uno stipendio a campare una famiglia, oggi non ne bastano 2.ripeto non prevediamo crolli, il ridimensionamento dei prezzi era fisiologico in certa misura (si è cominiciato ad invocarlo nel 2003), poi abbiamo impattato nella crisi subprime/2007 e nella crisi globale, culminata con il fallimento lehman/2008. mercato:da soft landing ad atterraggio senza carrello. nel 2009 è come se avessimo combattuto una guerra, inflazione = a quella del 1959. speriamo nel dopoguerra…

  8. Scritto da W L'ITALIA

    I prezzi scenderanno ancora.Mancano i soldi,e chi li ha aspetta occasioni migliori.C’e’ tanta offerta e poca domanda.E’ logico che le agenzie non gridino al lupo.Ma la situazione non e’ delle migliori.Non e’solo l’Italia conciata cosi’,purtroppo e’ una crisi mondiale.La ripresa sara’ lenta.Aspettiamo fiduciosi tempi migliori.

  9. Scritto da olivati cambia mestiere

    è risaputo che gli agenti immobiliari sanno vendere solo a prezzi di saldo, a bergamo il mercato è fatto da loro che giocano con i corvi. Non si vende? è colpa dei prezzi troppo alti, in Albania i prezzi sono
    più alti che a bergamo! a causa dell’euro i prezzi sono raddoppiati! perchè quelli del pane acqua e frutta no? le tasse e tutto
    il resto Olivati lo paga ancora in lire? vergognatevi di fare i soloni, in
    fin dei conti non è roba vostra ! scrocconi 3%!!!

  10. Scritto da edoardo

    se loro non hanno fretta di vendere, io non ce l’ho di comprare! Continuate a tenere prezzi assurdi e a fabbricare case-loculo…mi raccomando!

  11. Scritto da @edoardo

    @ edoardo
    probabilmente non hai ancora dovuto comprare un loculo! li affittano per 25 anni e costano molto più di una casa,bergamo è diventata
    una città cinese! ” tutto un eulo” se no non compro,mi ten. go i miei
    soldi in banca per ripicca! in una società normale uno compra la casa che gli piace e che soddisfa le sue aspettative, a bergamo no!
    non importa quanto costi io compro solo a “un eulo” non sono assurdi
    i prezzi solo che non te li puoi permettere, ciao ranzani di cantù

  12. Scritto da giuliano olivati

    grazie a tutti x gli stimolanti commenti. leggete anche il comunicato stampa fiaip bergamo sull’introduzione della cedolare secca:
    http://www.fiaipbergamo.it/News/dettaglio.asp?GUID=6164

  13. Scritto da edoardo

    @5
    non è questione di ‘tegnoneria’ , ma se dal 2000 a oggi i prezzi sono raddoppiati ,gli stipendi no, hanno continuato a costruire come pazzi riducendo le metrature(case loculi) e quindi aumentando l’offerta.
    Sarebbe abbastanza logico aspettarsi un bel crollo dei prezzi! Invece che fanno?aspettano…tanto la gente, prima o poi, se la deve comprare la casa.
    BENE! aspettiamo…
    verso la catastrofe…con ottimismo!!!

  14. Scritto da gigi

    Spero che le vostre superofferte di appartamenti di 50 mq a 160.000 euro e robe del genere vi rimangano sul groppone fino alla bancarotta ! Non meritate di meglio !

  15. Scritto da BAXB.

    Scendono i prezzi del 20%…. quando in realtà sono aumentati del 120%…che vergogna… pretendono di farci pagare un trilo da 80mq quasi come un vecchio mezzomigliardo di lire e poi parlano di abbassamento prezzi…perchè non chiederci di ipotecare anche qualche organo?? Il mercato delle case di lusso però va sempre alla grande… come sempre c’è chi può e chi non può….W i bamboccioni

  16. Scritto da gt

    Per le agenzie immobiliari,il tempo delle vacche grasse e’ finito.I titolari d’agenzia dopo il boom immobiliare con macchinoni auto sportive,suv,ecc.si dovranno ridimensionare e tornare all’utilitaria.Cominciassero ad abbassare la tariffa del 3%.

  17. Scritto da Seroli

    Scusate, non per dire, ma i sordi della vendita li prende il venditore, mica l’Agenzia, a sentir voi, li prendiamo noi……….

    Ricordate che il compratore di oggi è il venditore di domani, oggi vi lamentate dei prezzi da compratori, domani non vi bastano mai da venditori.

    Con affetto.

  18. Scritto da Seroli

    Per il commentatore 3:
    Le Agenzie Immobiliari detengono solo il 5% di immobili in esclusiva (cioè li possono vendere solo loro) il resto è disponibile a tutti.

    Vesto che pensi che siamo scrocconi, fai senza Agenzia, NOI non siamo obbligatori per legge, accomodati, nessun problema, anzi, risparmi parecchi soldini ;)

  19. Scritto da edoardo

    x Seroli:
    penso che nessuno ce l’abbia con le agenzie che fanno un servizio, ma con l'”andamento” illogico del mercato…
    puoi spiegarmi 2 cose? (anche a posteriori gli ultimi 10 anni x esempio)
    1-perchè a fronte di un aumento dell’offerta abitativa, a popolazione pressochè costante, i prezzi sono aumentati a dismisura?
    2-perchè la gente deve comprare oggi quando è certo che i prezzi caleranno ancora?
    grazie mille!

  20. Scritto da Seroli

    non so’ rispondere a nessuna delle due, lo dico onestamente, non sono un economista.
    io parlavo degli Agenti Immobiliari……..

  21. Scritto da lapalissiano

    Egr.Sig. Serioli,non c’era bisogno di specificare,si era capito benissimo che e’ un agente immobilire.Cordialmente

  22. Scritto da Seroli

    Il mio è ovviamente una difesa di Categoria (anche se spessissimo sono piu’ critico io sui Colleghi dei Clienti stessi), pero’ sono intervenuto commentando proprio perchè mi pareva la sagra del populismo.

    Oh, i sordi della compravendita mica li pigliamo noi, li piglia il Venditore e li da’ il Compratore, entrambi maggiorenni e vaccinati…..su, facciamo perbenino, criticateci sulle cose giuste (che serve anche a noi), non sul nulla.

  23. Scritto da luke

    mah, seguo da tempo gli immobili nuovi nella mia zona per acquistarne uno, immediate vicinanza di bergamo in zona est, e di cali NON ne ho visti per niente.
    Anzi, i prezzi degli immobili nuovi secondo me sono anche cresciuti, tant’è vero che ho visto appartamenti in villetta invenduti per 3-anni-3, tuttora liberi.
    Quindi, mi chiedo dove ci siano stati questi cali… mah!

  24. Scritto da giuliano olivati

    @luke: i valori di mercato non sono fatti dalle richieste ma dal reale venduto. infatti dove la richiesta non è scesa, la vendita non si realizza e tu lo confermi. chi vuole vendere deve adeguarsi ai valori del mercato attuale, non a quelli del 2007 oggi improponibili x la mutata congiuntura economica. i molti che mantengono i prezzi di bandiera della fase pre-crisi sono tecnicamente dei “non-venditori”, quando avranno bisogno o reale volontà di vendere dovranno ridimensionare le richieste.

  25. Scritto da dadada

    Mercato immobiliare – Secondo il presidente provinciale della Fiaip Giuliano Olivati un calo del 20% dei prezzi agevola le trattative …. come dicono a Roma, “graziealcaxxo!”, se mi fai il venti per cento di sconto, ci penso a comprare!!! messa così la frase nell’occhiello è lapalissiana.. che le case scendano di prezzo non è un segnale filantropico in ogni caso, è segno della sofferenza anche per chi vende: se ha cantieri aperti deve finirli per non perdere più, se ha case da vendere fa fatica