BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Andy White, musica celtica a “Andar per musica”

Giovedì 5 agosto il cantautore irlandese, definito dalla critica "Il Bob Dylan di Belfast", presenterà il suo ultimo album "Songwriter". Si esibiranno anche i Rusties, cover band italiana dedicata a Neil Young.

Presenterà il suo ultimo album “Songwriter” e la sua fedelissima chitarra a dodici corde. E’ il cantautore irlandese Andy White che per la rassegna “Andar per musica” farà tappa a san Giovanni Bianco, in piazza Zignoni, giovedì 5 agosto alle 21.30 (ingresso libero).
Il suo ultimo lavoro, pubblicato nel mese di novembre del 2009, vede la partecipazione di alcuni artisti del gruppo di Neko Case, dei Be Good Tanyas, e anche del pianista e fisarmonicista Radoslav Lorkovic. Un’occasione quella offerta da “Andar per musica” per quanti amano questo genere musicale: la possibilità di assistere al concerto di un artista che qualche anno fa è stato premiato come miglior cantautore irlandese, battendo Bono e Christy Moore sul filo di lana. Già all’sucita del primo singolo vent’anni fa la stampa musicale britannica lo aveva definito il “Bob Dylan di Belfast”.
Andy White ha all’attivo una decina di dischi usciti in tutto il mondo, due compilation e un libro di poesie. Ha anche collaborato e suonato anche con grandi musicisti e compositori tra i quali Peter Gabriel, Sinead O’Connor e i Finn Brothers.
Nella stessa serata si esibiranno anche i Rusties, una cover band italiana dedicata a Neil Young, nata da un’idea di da un’idea di Marco Grompi e Osvaldo Ardenghi, chitarristi e cantanti bergamaschi con esperienza ultraventennale nella scena rock non solo locale. Per questa occasione presenteranno il loro ultimo album “Move Along”. I concerti dei Rusties sono dei veri e propri happening musicali nei quali grande spazio è riservato a improvvisazioni e dove si riascoltano nuove interpretazioni delle canzoni del rocker canadese che hanno fatto epoca affascinando più di una generazione, dai tempi di Woodstock a oggi.

Infoline: 035/73.20.05

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.