BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Giovanni Impastato: “La targa torni al suo posto”

Come l'anno scorso, anche a settembre Giovanni Impastato, fratello di Peppino, sarà in testa alla manifestazione per chiedere la reintitolazione della biblioteca. Ecco una sua dichiarazione:

Più informazioni su

Come l’anno scorso, anche a settembre Giovanni Impastato, fratello di Peppino, sarà in testa alla manifestazione per chiedere la reintitolazione della biblioteca. Ecco una sua dichiarazione:

Questa seconda manifestazione ha per noi un significato importante, vuol dire dare continuità alla grande battaglia di civiltà e di democrazia, vuol dire sconfiggere l’arroganza e la prepotenza di questo sistema politico che a tutti i costi tenta di bloccare il grande processo di rinnovamento.
Ritorneremo a Ponteranica, per cercare di salvare la memoria storica di questo Paese, sicuramente non saremo 20 milioni, ma sarà comunque importante mobilitarsi con la nostra presenza affinché venga rimessa al suo posto la targa che è stata tolta e che la biblioteca venga intitolata nuovamente a Peppino.

Giovanni Impastato

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da SI AVVICINA IL TRAMONTO

    @ 1 direi grande successo della magistratura( ostacolata e contrastata in ogni modo) più che del governo Berlusconi,icona del malaffare da pochi giorni indagata per le stragi di stato….Ma i leghisti collusi con i pidiellini che nemmeno il federalismo gli lasciano,a braccetto con i cielloni della ormai fallimentare cricca clericale,come al solito,sono sordi all’evidenza…gnucchi e preporenti,blindati nelle loro celle da autoisolamento oriundo.

  2. Scritto da Civiltà

    La grande battaglia di civiltà e democrazia la sta portando avanti il governo Berlusconi con il suo ministro Maroni. Basta vedere quanti mafiosi hanno ingabbiato negli ultimi mesi. Un numero tale da non essere superato da quello prodotto in 20 anni di democrazia.