BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Ex Legler, mercoledì vertice al ministero

E' arrivata la convocazione del Ministero Sviluppo Economico: il 4 agosto, alle 14, a Roma si riuniranno al tavolo ministeriale tutte le parti in causa.

Ripetutamente i sindacati hanno parlato di “tempi più che maturi perché ai lavoratori si dica cosa succede” nella vicenda della ex Legler di Ponte San Pietro, oggi Texfer spa in liquidazione e amministrazione straordinaria, per la quale lavorano 300 persone in provincia di Bergamo più altre 800 negli stabilimenti sardi di Macomer, Ottana e Siniscola in Sardegna. 
Finalmente, è arrivata la convocazione da parte del Ministero Sviluppo Economico: il 4 agosto prossimo, alle 14.00, in via Molise a Roma si riuniranno al tavolo ministeriale i sindacati, i rappresentanti degli assessorati all’Industria della Regione Sardegna e della Regione Lombardia e il commissario straordinario Emanuele Rimini.
“All’incontro di mercoledì andremo con il obiettivo di ottenere risposte chiare sulla situazione attuale della Texfer, ad un tavolo ufficiale come è quello ministeriale” ha detto oggi Fulvio Bolis, segretario generale provinciale della FILCTEM-CGIL. “Dal 19 luglio, data in cui sono scaduti i termini per presentare proposte di acquisto, abbiamo letto solo indiscrezioni sui giornali. Per questo le segreterie nazionali di FILCTEM-CGIL, FEMCA-CISL e UILTA-UIL nei giorni scorsi hanno ufficialmente chiesto Ministero di convocare le parti. I tempi stringono, anche perché si avvicina la conclusione del periodo di cassa integrazione straordinaria previsto per l’11 agosto prossimo. Si tratta di comprendere cosa succederà ai lavoratori da quella data in poi, naturalmente sottolineando la necessità di avere una continuità del reddito.Ci aspettiamo che al tavolo del 4 agosto, finalmente, si possa avere la possibilità di conoscere i dettagli della situazione e di poterne discutere. L’auspicio, per noi, è che gli stabilimenti finiscano nelle mani di un imprenditore che mantenga le attività produttiva  nei vari territori e che garantisca l’occupazione. Rispetto alle considerazioni del commissario Rimini, da noi apprese solo attraverso la stampa locale, in merito alle due offerte d’acquisto giudicate inadeguate, sappiamo che la situazione è difficile, ma limitarsi alla speranza che arrivi un’offerta nelle ultime due settimane ci sembra un po’ poco”.
L’azienda tessile era stata ammessa alle procedure di amministrazione straordinaria il 14 novembre 2008 e il 25 novembre era stato nominato dal ministero il commissario straordinario. A ricoprire questo ruolo è l’avvocato Emanuele Rimini, già commissario giudiziale.
A fine gennaio 2009 era arrivata la firma del decretodi concessione del trattamento straordinario di integrazione salariale da parte del Ministero del Lavoro, cioè una cassa straordinaria per tutti i 348 lavoratori di Ponte San Pietro. Il periodo di copertura è andato dal 18 agosto 2008 (data di dichiarazione dello stato di insolvenza della Texfer) fino al 17 agosto 2009. La successiva cassa straordinaria, come già detto, si concluderà l’11 agosto prossimo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.