BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Le cerimonie senza Governo

Nessun esponente dell'esecutivo sarà a Bologna: la scusa ufficiale è "per evitare i fischi della folla". Dal 1981 è la prima volta che succede

Più informazioni su

Da Giovanni Spadolini nel 1981 a Sandro Bondi nel 2009. Si interrompe nel 2010 l’elenco dei ministri, rappresentanti del Governo in carica, che hanno reso omaggio alle vittime della strage alla stazione di Bologna. Nessun membro dell’esecutivo Berlusconi sarà infatti a Bologna lunedì 2 agosto, quando alle 10.25, orario fermato per sempre dalle lancette immobili di uno degli orologi della facciata dello scalo, si ricorderanno i 30 anni dalla strage provocata dalla bomba nella sala d’aspetto di seconda classe che fece 85 morti e oltre 200 feriti. La città commemorerà le vittime con diverse cerimonie. Alla vigilia dell’evento, è infatti arrivata la notizia dell’assenza, per la prima volta, di rappresentanti di governo, che sarà rappresentato dal prefetto di Bologna Angelo Tranfaglia, in una cerimonia alle 8.30 a Palazzo d’Accursio, sede del Comune, dove le autorità saluteranno i familiari delle vittime. Qualche settimana fa fu dato l’annuncio che, per evitare i fischi che da anni si succedevano contro le autorità di Governo nel loro discorso, le istituzioni non sarebbero state presenti sul palco del piazzale antistante la stazione. L’altra sera la comunicazione ufficiale dell’assenza di esponenti di Governo anche in municipio. Alle 9.15 da Piazza Nettuno il corteo si muoverà verso Piazzale delle Medaglie d’Oro, dove due parenti di un ferito, nate nel 1980, leggeranno i nomi delle 85 vittime. Alle 10.25 il minuto di silenzio, poi il discorso del presidente dell’Associazione familiari vittime, Paolo Bolognesi. Alle 11.15 nella chiesa di S.Benedetto la messa di suffragio, celebrata dal vescovo ausiliare Ernesto Vecchi.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.