BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Il teatro di Paolini incanta anche a quota 1200 metri fotogallery

Marco Paolini e il suo teatro hanno incantato centinaia di persone che domenica mattina gambe in spalla hanno raggiunto le Stalle di Par??, palcoscenico naturale a 1200 metri di quota sull???altopiano di Clusone.

Marco Paolini e il suo teatro hanno incantato centinaia di persone che domenica mattina gambe in spalla hanno raggiunto le Stalle di Parè, palcoscenico naturale a 1200 metri di quota sull’altopiano di Clusone. Un’occasione più unica che crara per assistere a uno spettacolo del narratore trevigiano, maestro del teatro che rivanga nella memoria dell’Italia e della sue tragedie: da Ustica al Vajont e ancora la strage di piazza della Loggia. Opere che negli anni lo hanno fatto conoscere ad un gruppo molto vasto, complice anche l’attenzione e il giusto merito riservatogli dalla televisione.
Paolini ha presentato il suo nuovo spettacolo, Uomini e cani, tratto dall’opera di Jack London. A centinaia gli spettatori che al posto del velluto rosso dei teatri hanno preferito l’erba dei prati e l’aria frizzante della mattina. Uno spettacolo “conquistato” passo dopo passo. Tre i sentieri scelti per raggiungere l’altopiano: due dalla sede degli alpini di Rovetta (uno per il sentiero Aleque e le baite di Parè, l’altro che passa da Somas) e il terzo a partire dalla Cappella degli Alpini di Fino del Monte per Pöspè e la Sorgente del Cop (60-90 minuti). L’appuntamento è stato organizzato da «Parco vivo», il cartellone del Parco delle Orobie Bergamasco, grazie al sostegno di Unione Comuni della Presolana e Comunità Montana Valle Seriana, in collaborazione con i Comuni di Clusone, Fino del Monte, Onore, Rovetta e Songavazzo.

Guarda la galleria fotografica

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da gabriele

    spettacolo letteralmente unico: l’attore, la narrazione, il pubblico, il luogo, il panorama, il tempo… grazie

  2. Scritto da Emanuele

    un grazie agli organizzatori, speriamo che questa iniziativa non rimanga isolata…
    ottimo spettacolo, Paolini non ha bisogno di ulteriori commenti, bellissimo l’anfiteatro verde, Cristina Donà ha una voce stupenda, emozionante..

  3. Scritto da E pure io c'ero

    Avete tutti ragione. E’ stata GIOIA condivisa da tutti quanti, voluta da tutti quanti…leggete intervista a Marco P su L’ECO di oggi, parla anche e molto di questo. Abbiamo condiviso, e siamo usciti dal tempo, ci siamo trovati nel NOSTRO spazio, assieme e grazie alla Terra. E ovviamente, a JACK LONDON. Il numero uno.

  4. Scritto da enrico

    Non mi era mai successo di dover fare la coda sul sentiero di un bosco. Complimenti e mille grazie al grande Paolini.

  5. Scritto da polpopaul

    Faccio notare come l’eco riporti la notizia, addirittura una breve intervista ed una foto di Paolini. Ma ovviamente nessuna foto della folla presente sui prati: sarebbe stata un’immagine troppo suggestiva non riguardando nè un evento religioso nè una partita dell’atalanta.

  6. Scritto da julius

    se proprio vogliamo mettere i puntini sulle “i”, l’evento è nato da un’idea di Davide Sapienza ed è stato organizzato dall’Unione Comuni Presolana (Rovetta in primis e poi Fino del Monte, Onore, Songavazzo), in collaborazione con Comunità Montana e Parco Orobie e la Banca credito Cooperativo come Sponsor unico.
    Grazie a tutti, siete stati meravigliosi

  7. Scritto da julius

    dimenticavo: anche il Comune di Clusone ha lavorato sodo per l’evento, ed è uno dei partner ufficiali.
    Mi scuso per la dimenticanza qui sotto

  8. Scritto da fulvia

    Grazie Paolini e per fotuna i POLITICI vista la camminata sono stati lontani….w le OROBIE abbasso i POLITICI LADRONI e MAGNONI

  9. Scritto da c'ero

    metti un professionista,due o tremila persone,aggiungici cristina donà,un pizzico di attenzione,una spruzzata di gioia,shakera il tutto,proverai il miglior cocktail teatrale d’alta quota! Ti rimarrà il gusto unico ed intenso di un’esperienza unica! …e leggete! …e voletevi bene!

  10. Scritto da c'ero anch'io

    “Non dai lupi deve guardarsi l’uomo, ma dai suoi simili.”

  11. Scritto da roxy68

    ne sono valse la pena sia la levataccia delle 5 di stamattina che la scarpinata per raggiungere la location in montagna…stupenda come lo è stato lo spettacolo…