BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Partenza di fine luglio, “maglia nera” di incidenti

Gli esodi estivi sono storicamente periodi in cui si registra un incremento dell'incidentalità stradale. La parte centrale dell'estate è quella con il maggior numero di vittime.

Più informazioni su

"Gli esodi estivi sono storicamente periodi in cui si registra un incremento dell’incidentalità stradale. La parte centrale dell’estate è quella con il maggior numero di vittime: nell’ultimo anno ce ne sono state quasi mille, con luglio che si è aggiudicato la "maglia nera" rispetto agli altri mesi dell’anno per i morti sulle strade". Questi i numeri segnalati da Sandro Salvati, Presidente della Fondazione Ania per la Sicurezza Stradale, la Onlus delle compagnie di assicurazione, che richiama l’attenzione degli automobilisti alla vigilia del grande esodo di fine luglio, quando milioni di veicoli si metteranno in marcia per raggiungere le località di villeggiatura. Secondo l’Istat, il bimestre di luglio e agosto è quello che registra il maggior numero di incidenti stradali. La Lombardia nel 2008 si è classificata tra le regioni con il più elevato numero di incidenti mortali, con 6.275 sinistri che hanno causato la morte di 113 persone. Nel mese di luglio si sono verificati 3.870 sinistri che hanno provocato la morte di 57 persone; ad agosto gli incidenti, pur registrandosi un significativo calo degli incidenti (2.405), il numero delle vittime è restato praticamente invariato con 56 morti sulle strade lombarde. Lo stesso trend è stato registrato nella città di Milano con 1.196 sinistrie 5 morti a luglio e 587 incidenti e 4 decessi ad agosto (Fonte Istat). L’elevata pericolosità dei mesi estivi è stata una costante negli ultimi cinque anni (2004/2008), con luglio che si è sempre aggiudicato il record negativo per numero di incidenti e di morti. Spesso velocità, guida sotto l’effetto di alcool, distrazione e stanchezza sono le principali cause degli incidenti stradali che si verificano durante gli esodi estivi. Lo dimostrano le violazioni al codice della strada contestate dalla Polizia Stradale agli automobilisti nei mesi estivi: anche nel 2008 l’eccesso di velocità (94.920contravvenzioni, -13,2% rispetto al 2007) risulta essere l’infrazione maggiormente sanzionata sulle strade del nostro Paese, alla quale si aggiungono la guida sotto l’effetto di alcol (2.611 contravvenzioni, -17,3%) e il mancato uso di auricolare o vivavoce (4.076 contravvenzioni, -6,2%).

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.