BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Con il teleriscaldamento bollette pi?? alte del 40 %”

I rappresentanti di 160 famiglie residenti in pi?? condomini Aler a Loreto hanno ricevuto le prime bollette. "Non ci danno spiegazioni, forse qui l'impianto non poteva essere collegato".

Più informazioni su

I rappresentanti di 160 famiglie residenti in tre condomini Aler a Loreto, in città, hanno denunciato pubblicamente di aver ricevuto le prime bollette del teleriscaldamento fornito da A2A, con un rincaro fino al 40 % rispetto a quanto pagavano con l’ormai ex impianto a metano. Ma oltre al danno economico c’è la beffa: "Per ben due inverni siamo rimasti praticamente al freddo, senza mai riuscire ad ottenere temperature medie oltre i 16 o i 17 gradi" spiega Nicola Quarti (foto), un residente che si è fatto portavoce per tutti gli altri.
I residenti vorrebbero spiegazioni, ma non ne ottengono da mesi, nè dall’Aler nè da A2A, la grande società che ha tra gli azionisti il Comune di Bergamo. Nei tre condomini dell’Aler compresi tra via Meucci, largo Roentgen e e viale Pasteur, il teleriscaldamento di A2A è stato allacciato nell’inverno 2008-2009. E il conto di quella stagione è arrivato una decina di giorni fa, a metà luglio 2010 (ma sono i tempi previsti dalle procedure Aler): "Il conto è aumentato di circa il 40% rispetto all’inverno precedente – spiega Quarti -. Circa 500 euro in più a famiglia, che non sono assolutamente pochi. Il tutto non per ottenere un servizio efficiente, ma per restare al freddo. Quando capitano giornate d’inverno con il sole si riescono a raggiungere i 18 gradi centigradi in casa, altrimenti non si superano mai i 17 o i 16 gradi. E c’è chi è corso ai ripari con le stufette elettriche, con tutti i rischi che comportano".
Nicola Quarti e altri residenti in quei condomini hanno denunciato la situazione durante una conferenza stampa organizzata da Umberto Dolci, di Federconsumatori Bergamo, e Patria Zambelli, segretaria generale del Sunia, sindacato degli inquilini. La situazione dei residenti dell’Aler è surreale. "Eravamo favorevoli al teleriscaldamento e al miglioramento della qualità ambientale che può portare – commenta Dolci -. Ma a quanto pare non va tutto bene e ci sono queste bollette salate. Abbiamo quindi chiesto all’Aler se le case hanno certificazione energetica e ci è stato risposto di no. Successivamente abbiamo chiesto di visionare il contratto tra l’Aler e l’A2A. Ma questo contratto non salta fuori". "L’unico commento avuto dall’Aler è che su questo fronto con A2A non si possono avere contatti – aggiunge Patrizia Zambelli -. Ci è stato detto che forse il rincaro è dovuto a particolari conteggi, ma non ci sono spiegazioni chiare".
I condomini hanno chiesto più volte un confronto diretto, sia con A2A, sia con l’Aler. Stanno ancora attendendo risposte. "Ci siamo però informati – conclude Nicola Quarti -. Da quanto ci risulta il teleriscaldamento può essere collegato a case in classe energetica A e B. Noi siamo in classe E. Forse qualcuno ha sbagliato qualcosa?"

Le repliche

A2A: il costo del metano pesa sul teleriscaldamento

La risposta dell’Aler: "Il rincaro c’è, aspettiamo spiegazioni da A2A"

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da marco

    aler gestita dalla efficientissima regione lombardia e poi il comune di bergamo possiede a2a
    vedi come f… i cittadini

  2. Scritto da padano disoccupato

    Il teleriscaldamento è una GRANDE bufala,e solo business per la A2A
    le utility sono il futuro per fare soldi… sempre a scapito della povera gente….la nostra LEGA padrona e Ladrona cosa dice….o forse sta anche lei mangiando ben bene alle noste spalle..e noi continuamo a votare la BOSSI dinastia che si spartisce la torta con il Silvio….e tutto un grande schifo…..io sono disoccupato e sono solo in mezzo alla strada…Basta Bla..bla..bla ..politici fate tutti vomitare

  3. Scritto da Dervi fo i occ

    I prezzi e i costi sono la punta dell’iceberg.
    I termovalorizzatori (inceneritori) devono aver dei recuperi energetici per poter avere l’Ok alla costruzione e, loro su questo ci giocano perchè vogliono avere l’Ok, guadagnandoci pure.
    Vogliamo poi parlare dell’inquinamento che producono, di quello non ne parla nessuno ;-)

  4. Scritto da Giannetto

    ottimo risultato, di A2A, oltre a spaccare le strade di mezza città ci spieghino davvero come funziona questo sistema…

  5. Scritto da swap

    Se il teleriscaldamento è alimentato da generatori a metano, come afferma nel suo comunicato A2A, vantaggi economici non ce ne possono essere.

  6. Scritto da ivan

    Per evidenti problemi economici come al solito il grande l’eco scopiazza e riporta il giorno dopo il grave problema del teleriscaldamento, che malgrado la triste realtà è stato confinato incredibilmente a pagina 20 con un necrologico pezzo.

  7. Scritto da Annarosa Ponti

    se Bergamo piange,Dalmine non ride,li il teleriscaldamento come funziona?vorrei sentire gli utenti di Dalmine.grazie

  8. Scritto da chicco

    Pare che il teleriscaldamento a Bergamo funzioni con il metano mentre a Brescia con l’energia degli inceneritori che bruciano immondizia. Se così fosse, che motivo c’era di rompere strade, creare disagi, aumentare i costi per dare un servizio che c’è gia?

  9. Scritto da LUCA

    Ma non avete ancora capito che la mafia si e’ spostata da Sud ( ormai spremuto ) a Nord ?

  10. Scritto da luigi nappo

    E’ vero. Io abito in zona e prima di aderire al teleriscaldamento abbiamo fatto un preventivo con l’amministratore e un tecnico. E’ risultato subito non conveniente sia per i costi più alti ,sia per la gestione del servizio e quindi non abbiamo accettato.
    In compenso ci hanno lasciato i marciapiedi rotti e dissestati.

  11. Scritto da BASso livello tecnico CAPRino

    Se a Bergamo il teleriscaldamento funziona con il metano anzichè con il vapore prodotto dagli inceneritori, per quale ragione si è installato il teleriscaldamento nei condomini che gia avevano una caldaia a metano unica per 160 appartamenti che funzionava benissimo ? (Ci ho abitato dal 1973 e un mio genitore ci abita tuttora), solamente per dimostrare che anche Bergamo ha il teleriscaldamento?
    Ora capisco perchè A2A nella riunione del consiglio di amministrazione ha trombato i dirigenti EX BAS .

  12. Scritto da Gio'

    x 1
    Dalmine via Buttaro,il teleriscaldamento funziona benissimo
    inverno al caldo e bollette contenute rispetto al passato,anche se in palazzine costruite negli anni 60.