Quantcast
"Semaforo a chiamata, bell'idea per bloccare la Statale 42" - BergamoNews
Borgo di terzo

“Semaforo a chiamata, bell’idea per bloccare la Statale 42”

La lettera di un viaggiatore in coda per colpa di qualche monello che continua a "chiamare" il rosso lungo la trafficatissima strada.

Egregio Direttore,
mi chiedo come sia possibile che tutte le Amministrazioni Comunali che hanno il loro territorio attraversato dalla famigerata S.S. 42 del Tonale, possano arbitrariamente posizionare nuovi inutili ostacoli e marchingegni vari in modo da penalizzare ulteriormente la già lenta andatura, ora vicina a quella di dorso di cammello, della carovaniera sopracitata.
Per ultimo spetta al furbo Comune di Borgo di Terzo segnare un punto a suo favore nella segreta e goliardica competizione in atto per rallentare una strada Statale tra le più trafficate d’EUROPA.
il sagace ed innovativo Comune di Borgo di Terzo ha posizionato un impianto semaforico di SOLO attraversamento pedonale con l’avveneristico sistema di attivazione a chiamata.
Vale a dire che ogni passante, anche senza attraversare la nefasta statale, può liberamente azionare il magico pulsante di chiamata e subito il già lungo e cronico serpentone di automezzi si blocca in entrambe le direzioni.
Fin qui pultroppo il tutto rientra nel normale disagio quotidiano che tutti noi siamo costretti a subire ovunque andiamo, ma il problema deriva dal fatto, come avvenuto per esempio nel pomeriggio di Domenica 25 Luglio, che quando DUE simpatici e dispettosi monelli locali si sono alternati continuamente al pulsante di attivazione, senza per’altro MAI attraversare la strada, la conseguenza è stata che la coda Dantesca in poco tempo si snodava da Borgo di Terzo fin quasi a Lovere.
I due infaticabili e tenaci bimbetti erano ulteriormente spronati dai pittoreschi villici locali, seduti comodamente al fresco all’esterno dell’osteria paesana posta strategicamente nei pressi, che commentavano con entusiasmo l’agonizzante sfilamento dei dannati in transito.
Sicuramente la drammatica situazione viabilistica festiva si verificherà anche nei giorni lavorativi, essendo il diabolico marchingegno attivo 24 ore su 24.
Va bene che il simpatico Comune di Borgo di Terzo conceda ai suoi annoiati piccoli rampolli un sano e giocoso divertimento, ma se questo incide OGNI GIORNO sulla salute psicofisica di MIGLIAIA di persone la questione non è più tanto divertente, che almeno l’infernale impianto sia azionato dagli Agenti di Polizia Locale o da volontari qualificati e non da tutti i più svariati figuranti pedonali locali.
Ci sono voluti moltissimi anni di lamentele e critiche feroci per convincere il Comune di Casazza a rendere QUASI innocuo un semaforo totalmente inuitile che originava code leggendarie, ora a Borgo di Terzo si prevedono minimo VENT’ANNI di sofferenze e disagi totalmente gratuiti per tutti gli automobilisti che attraversano il ridente villaggio.

Distinti saluti
Bertana da Barbariga

Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI