BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Castione, sciolto il Consiglio, pieni poteri al vicesindaco”

Camillo Andreana risponde ai cittadini della Presolana: "Nessuna norma comprime la capacit??, i poteri e le prerogative dell???assemblea elettiva" rappresentata dal vicesindaco.

Più informazioni su

Il prefetto Camillo Andreana ha risposto alle domande inviategli da alcuni cittadini di Castione (molti dell’associazione Vivi Presolana) in merito alla gestione del Comune dopo che il sindaco Vittorio Vanzan è decaduto e che il suo ruolo è ricoperto dal vicesindaco Tiziano Tomasoni. 
Per prima cosa il prefetto sottolinea che il consiglio comunale di Castione della Presolana è stato sciolto con decreto del Presidente della Repubblica in data 21 aprile 2010 (pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana – Serie Generale n. 109 del 12 maggio 2010), per effetto dell’intervenuta decadenza di diritto del sindaco dalla carica ricoperta.
Quindi evidenzia che che, per espressa previsione normativa (art. 53, comma 1, del d.lgs. 18 agosto 2000, n. 267), nell’ipotesi in cui si proceda allo scioglimento per impedimento permanente, rimozione, decadenza o decesso del sindaco, “il consiglio e la giunta rimangono in carica sino alla elezione del nuovo consiglio e del nuovo sindaco”. Ragion per cui in questo caso non viene nominato un commissario prefettizio.
"Si rileva altresì – spiega il prefetto Andreana – che nessuna norma, direttamente o indirettamente, comprime la capacità, i poteri e le prerogative dell’assemblea elettiva, che, pur nella particolare condizione, conseguente allo scioglimento ex art. 53, comma 1, del d. lgs. 267/2000, è da ritenere, a tutti gli effetti, operativa: essa, pertanto, incontra quale unica limitazione quella dettata dall’art. 38, comma 5, del T.U.O.E.L., norma che, stabilito il principio in forza del quale “i consigli durano in carica sino all’elezione dei nuovi”, prevede, appunto, che essi si limitino “dopo la pubblicazione del decreto di indizione dei comizi elettorali, ad adottare gli atti urgenti e improrogabili”".
Entrando nel dettaglio: "Giova poi rammentare che la problematica relativa all’estensione dei poteri del vicesindaco ha formato oggetto di due pareri del Consiglio di Stato (n. 94/96 del 21 febbraio 1996 e n. 501/2001 del 14 giugno 2001), chiaramente orientati verso una configurazione non restrittiva degli stessi. Secondo il Supremo Consesso Amministrativo, infatti, la questione dell’estensione dei poteri del vicesindaco, in linea tendenziale, si pone più sul piano dell’opportunità politico-amministrativa che su quello della stretta legittimità, considerato che, secondo i principi generali, la preposizione di un “sostituto” all’ufficio o carica in cui si è realizzata la vacanza implica, di norma, l’attribuzione di tutti i poteri spettanti al titolare: “… se a ciò si aggiunge che l’esigenza di continuità nell’azione amministrativa dell’ente locale postula che in ogni momento vi sia un soggetto giuridicamente legittimato ad adottare tutti i provvedimenti oggettivamente necessari nell’interesse pubblico, è giocoforza riconoscere al vicesindaco reggente pienezza di poteri anche per quanto concerne la revoca o nomina degli assessori. In caso contrario, … ad essere dimidiato nella propria operatività sarebbe non già il vicesindaco, ma l’ente nel suo insieme, laddove la legge ha manifestatamene voluto evitare che l’impedimento del sindaco si risolvesse in una moratoria nell’attività di governo dell’ente….”.
E conclude: "Si ritiene, quindi, che le chiare argomentazioni del Consiglio di Stato rispondano adeguatamente alle perplessità manifestate dalla S.V. in ordine ai poteri del Vicesindaco di Castione della Presolana, risultando evidente che le scelte relative ad “iniziative, decisioni e delibere su argomenti e temi che vanno ben al di là di quella semplice provvisoria amministrazione dell’ente” andranno valutate, appunto, sul piano dell’opportunità politico-amministrativa e non su quello della stretta legittimità".

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da SIVSA@LIBERO.IT

    ……………………………INCREDIBILE!!!!
    SCIOLTI MA OPERATIVI…………..SOLO IN ITALIA PUO’ CAPITARE!!!!!!
    CHE COSA C’E’ SOTTO???????????????