BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Tutti in coda: ma i lavori non ci sono”

Una lettrice "arrabbiata" segnala che, percorrendo il tratto Bonate-Stezzano è costretta a code per un cantiere fantasma: "Corsia chiusa ma nessuno al lavoro".

Più informazioni su

Buongiorno Signor Direttore,
sono una vostra lettrice un po’ arrabbiata in quanto i lavori stradali in questo periodo sorgono come i funghi, ma quando i cantieri sono fantasmi la cosa irrita maggiormente, soprattutto quando il tempo per recarsi in ufficio in macchina si dilunga in apparenza inutilmente.
Mi spiego meglio.
Abito a Bonate sotto e lavoro a Stezzano, quindi giornalmente percorro il tratto di strada, compresa quella fantastica galleria colabrodo, entrando proprio all’inzio della galleria dalla rotonda di Bonate sopra per uscire sul nuovo tratto di strada provinciale inaugurata pochi mesi fa.
Bene, da lunedì mattina verso le 8 (orario in cui solitamente parto) la coda parte proprio da Bonate sotto in quando in galleria sono segnalati lavori in corso, e fin qui niente di male, se il lavori sono necessari vanno fatti. Peccato che da lunedì ogni mattina passo e di lavori nessuna traccia. Ci sono cartelli che indicano i lavori, una corsia chiusa per lavori ma nessun lavoro in corso.
Possiamo credere che lavorino di notte? Sì forse ma da quando il cantiere è stato aperto non ho mai visto nessun movimento. I birilli di limitatori stessi, sono stati fatti cadere da autisti o motociclisti disattenti e ancora lì giacciono senza che nessuno in apparenza lì abbia mai rimessi al loro posto.
Sarà una mia impressione ma mi sembra di rivivere quei tanti cantieri fantasmi che incontro sulla Salerno-Reggio Calabria di quando sono andata da quelle parti in ferie.
Sarà una mia impressione ripeto ma mi sembra che lì nessuno abbia mai lavorato.
Sono arrivata al punto di credere il cantiere uno scherzo di pochi burloni, anche se la gente che si fa ore di coda non si diverte molto.
Le sarei grata se scoprisse la veridicità del cantiere e la necessità di fare questi lavori.
Grazie e buon lavoro
F. V.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da batmann

    Secondo me in effetti è un cantiere fantasma ma i lavori si riferiscono alla griglia del ponte ho notato passando in moto che le grigle sono cedute pertanto dato che non puoi mettere un cartelli improvviso che limiti la carreggiata hanno messo l’interruzioni in modo tale che gli autisti vangano indirizzati preventivanente e con sicurezza sull’altra corsia ma in effetti NESSUNO DA 10 GG CI HA LAVORATO – CANTIERE FANTASMA

  2. Scritto da pertini08

    Faccio anch’io tutti i giorni questa galleria e credo che come dice il primo lettore siano le griglie per la dilatazione del ponte che siano rotte. Come fanno a rompersi dopo pochi anni di utilizzo del ponte? Quanto bisogna aspettare per riparare una griglia? Chi le ha installate sistema “in garanzia” o le pagheremo 2 volte? Qualcuno stà facendo qualcosa?

  3. Scritto da PRETENDIAMO CHIAREZZA

    PRETENDIAMO CHIAREZZA!!
    se la galleria e’ pericolosa x qualsiasi motivo (cedimenti, infiltrazioni d’acqua o altro) la si chiuda completamente e la si riapra quando sara’ stata messa in sicurezza
    x intenderci, non aspettiamo il morto..
    Altrimenti sarebbe inspiegabile un cantiere aperto senza operai che ci lavorino (da una settimana, in orari diversi, mai visto NESSUNO)
    PRETENDIAMO CHIAREZZA SIA SULLA SICUREZZA DELLA GALLERIA CHE SUI DISAGI FINORA SUBITI (APPARENTEMENTE SENZA UN VERO MOTIVO)

  4. Scritto da deb

    per PRETENDIAMO CHIAREZZA: stai tranquillo che sono i giunti di dilatazione del ponte, per incanalare il traffico il restringimento di carreggiata viene fatto 500mt prima. Se chiudiamo la galleria stiamo freschi, si rischia la paralisi. Le infiltrazioni di acqua non ci sono piu’, la galleria è stata sistemata 1 mese fa.

  5. Scritto da Gabriele

    premesso che condivido pienamente la “critica”, mipare di ricordare però un avviso – apparso sul solito giornale locale ben informato – che annunciavcartello di “rientro” per far defluire meglio il traffico lavori “SOTTO” sulle strutture del ponte che quindi non si vedono da sopra.
    La viabilità doveva e poteva essere gestita meglio, specie quando – come è successo sabato scorso – si è veriificato un incidentino e i vigili intervenuti non hanno avuto neppure il buon senso di spostare di un metroun

  6. Scritto da luca r.

    a me sembra che ci sia un cedimento strutturale dei pannelli laterali in cemento…percorrendo la galleria da bonate verso stezzano…ma con cosa son fatti sti pannelli?in cartongesso?
    ma non cè nessuno al lavoro anzi ci son pericolosi birilli colpiti da qualche auto o camion quasi in mezzo alla carreggiata percorribile appena usciti dalla galleria…

  7. Scritto da MaLo

    Sono stata anticipata, anch’io mi chiedo che lavori stanno facendo, visto che hanno chiuso domenica 18 e da allora non si vede nessuno lavorare, ne di giorno ne di sera. Pensano di lasciare per settimane se non mesi la situazione così, cosa succederà all’inizio della scuola?
    ../……

  8. Scritto da MaLo

    …../..
    Cosa dire poi dei lavori di asfaltatura fatti la scorsa settimana? Nella direzione Bonate- Bergamo hanno chiuso una buca e già sta cedendo, nella direzione opposta, all’uscita di Bonate, hanno fatto un rattoppo, non era stato nemmeno lisciato, infatti con la pioggia di venerdì, il catrame sta già venendo via.
    Qualcuno ora dirà che è di competenza Anas, ma la provincia che dovrebbe tutelare gl’interessi dei Bergamaschi, dov’è?

  9. Scritto da ALEX

    che dire allora del tratto terno-mapello già quasi pronto, ma che aprirà a fine dicembre?

  10. Scritto da FV

    Ammesso che ci sia qualcosa che cede e pericolante, non sarebbe al quanto più plausibile chiudere la galleria che limitarsi a chiuderne semplicemente una corsia? e comunque se qualcosa cede non è il caso di intervenire con urgenza prima che accada il disastro e si debbano cercare i colpevoli a posteriori?
    non lo so non capisco se c’è pericolo che si dia riparo al danno e non si aspetti che la cosa peggiori!