BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Nubifragi: la Lega chiede lo stato di emergenza

Lettera a Formigoni a seguito dei danni provocati dalla situazione di maltempo. Martina, Pd: la Regione non perda tempo.

Più informazioni su

La Lega scrive una lettera al presidente della Lombardia, Roberto Formigoni, per chiedere lo stato di emergenza maltempo. "La Lombardia chieda il riconoscimento dello Stato di Emergenza" ha dichiarato il capogruppo del Carroccio al Pirellone, Stefano Galli. "Decine di famiglie sfollate e danni ingentissimi ad edifici e imprese. E’ un bilancio pesante quello causato dai fenomeni di maltempo occorsi nella nostra Regione lo scorso venerdi’ sera". Per questo la Lega Nord in Regione Lombardia chiede, con una lettera indirizzata al presidente Formigoni e all’assessore regionale alla Protezione Civile Romano La Russa, lo stato di emergenza a seguito dei danni provocati dalla situazione di maltempo nelle province di Bergamo, Brescia, Cremona, Mantova e Milano. "Visti i danni causati dal violento nubifragio – scrive Galli – che in questi giorni ha colpito in particolare le province di Bergamo, Brescia, Cremona, Mantova e Milano, chiedo che il presidente Formigoni intervenga presso il Governo affinche’ venga deliberato lo Stato di Emergenza nelle aree colpite". Il rappresentante della Lega Nord richiede inoltre che "vengano emanate al piu’ presto le ordinanze necessarie all’attuazione degli interventi di emergenza al fine di evitare situazioni di pericolo, o maggiori danni a persone e abitazioni, per favorire il ritorno alle normali condizioni di vita nelle aree colpite dagli eventi calamitosi.
“È giusto chiedere rapidamente al Governo di deliberare lo stato di emergenza per i territori delle province di Bergamo, Brescia, Cremona, Mantova e Milano colpiti venerdì da un forte nubifragio che ha creato ingenti danni a numerose abitazioni e fabbricati”. Lo sostiene il segretario regionale del Partito Democratico Maurizio Martina, secondo cui la Regione non deve perdere tempo e il Governo deve rispondere altrettanto celermente.
“I danni alle abitazioni, alle coltivazioni, ai capannoni e a macchine e strumenti di lavoro – aggiunge Martina – mettono in estremo disagio i cittadini delle zone colpite e richiedono interventi rapidi e immediati per la messa in sicurezza e per il ripristino di condizioni minime di vivibilità delle abitazioni e di agibilità delle attività produttive. Una risposta celere sarebbe un buon segnale di attenzione a questi territori”.
 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Amministrazioni leghiste disastrate:chiediamo lo stato di c

    Noi bergamaschi più di tutti, grazie alla Lega, siamo dipinti come volgari, rozzi e ignoranti. Perciò tocca proprio a noi, più degli altri, tenere d’occhio e denunciare le magagne dei nostri amministratori leghisti ritenuti, a torto, da molti giornalisti scodinzolanti, dei bravi amministratori. Noi sappiamo che non è così, perchè la Lega è interessata al territorio per sfruttarlo in tutti i modi, ma non lo ama e non ama nemmeno noi bergamaschi.

  2. Scritto da PIERO

    GALLI SEI SCANDALOSO

  3. Scritto da Falerba

    Perchè la lega “chiede” con lettera pubblicata dai giornali ? La lega è al governo ovunque : FACCIA !

  4. Scritto da lele

    i bergamaschi dovrebbero chiedere lo stato di emergenza a causa dei danni provocati .. dalla Lega

  5. Scritto da mucca carolina

    Lele, concordo perfettamente con te, i danni che le amministrazioni leghiste han prodotto sul nostro territorio son di sicuro molto più ingenti degli ultimi nubifragi succedutisi. Peccato che i leghisti abbian la puzza al naso e la memoria corta. La massima e sincera solidarietà a coloro che sono stati colpiti.