BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

L’orario di chiusura e i soldi, dubbi da chiarire

I soldi lasciati sul luogo dell'omicidio e la chiusura del bar ritardata rispetto al solito sono aspetti dubbi e da chiarire rispetto all'omicidio di Zhou Leping.

Più informazioni su

L’ipotesi più accreditata e sulla quale la polizia si sta concentrando maggiormente è quella della rapina, finita male, degenerata in un omicidio per strada. Ma la Squadra mobile della questura e la polizia scientifica non escludono nulla, perchè vi sono ancora troppi dubbi da chiarire attorno alla morte di Leping Zhou, il barista trovato morto dopo la mezzanotte del 24 luglio in via Carducci, a poche decine di metri dal suo bar al civico 5. Gli inquirenti ipotizzano che il barista sia fuggito dal rapinatore, che l’ha atteso all’uscita del bar, e sia scappato dalla parte opposta della strada, dove è stato però raggiunto, accoltellato e dove ha riportato la frattura dell’osso del collo, per lui fatale. Un omicidio spietato pur di commettere una rapina, quindi. Ma in questo caso non si spiegherebbe il portafogli della vittima rimasto pieno di soldi, 360 euro, e non si spiegherebbero i due sacchetti pieni di monete, per un totale di 430 euro, lasciati sul posto dall’assassino.
C’è poi un dubbio sollevato dai clienti del bar nella mattinata seguente l’omicidio. "Non mi spiego come tutto sia potuto accadere dopo mezzanotte – ha commentato un anziano avventore -. Solitamente il bar era già chiuso alle 10, anche il sabato sera". "Che non sia rimasto nel bar fino a tardi con qualcuno che conosceva" dice qualcun altro. Di Certo il bar Carducci non è un bar da movida dal sabato sera e tra le nove e mezza e le dieci solitamente Leping Zhou abbassava la saracinesca. Non è stato così nella serata in cui è rimasto ucciso sull’asfalto.
Il titolare del bar, regolarmente residente in Italia, 44 anni, era padre di due figli: un bimbo di 5 e una ragazzina di 15 anni. Viveva in via Carnovali. Il giorno dopo i parenti, due nipoti in particolare, anche se scossi hanno tenuto aperto il locale. "Una persona davvero a modo che chiacchierava spesso con i clienti nel suo italiano stentato – spiega un residente della zona -. Davvero difficile credere che sia morto così".
La questura non ha testimoni oculari della vicenda. Solo una donna residente in un palazzo vicino ha sentito il trambusto e ha poi chiamato i soccorsi, vedendo Leping Zhou a terra. La polizia lancia un appello affinchè chi ha visto qualcosa si faccia avanti.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.