BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Metalmeccanici: crescono ancora cassa e mobilità

Uliano: "La crisi continua a mordere e soprattutto preoccupa il numero sempre crescente di persone coinvolte dalla mobilità".

Più informazioni su

È sempre alta la febbre della crisi nell’industria metalmeccanica lombarda. Le aziende in difficoltà sono 3.514 con 84.825 lavoratori coinvolti. In sei mesi sono ben 1.424 le aziende che hanno utilizzato la cassa integrazione straordinaria per 27.839 lavoratori, mentre altre 213 hanno licenziato 4.869 persone.
Per quanto riguarda Bergamo, la rilevazione parla di 583 aziende interessate da situazioni di crisi, con 18.000 dipendenti dei quali 15.000 coinvolti, il 17,75% del totale lombardo. 
"La
nuova rilevazione congiunturale della Fim Cisl segnala una preoccupante crescita della cassa speciale e della mobilità, nonostante una leggera flessione del ricorso alla cassa ordinaria e del numero complessivo delle imprese interessate. La crisi continua a coinvolgere tutte le dimensioni di impresa e i diversi settori merceologici. La crisi continua a mordere – dichiara Ferdinando Uliano, segretario generale della Fim di Bergamo -, e soprattutto preoccupa il numero sempre crescente di persone coinvolte dalla mobilità. La flessione del coinvolgimento in procedimenti di cassa non inganni: è calato infatti il numero totale dei lavoratori nelle fabbriche, colpite da due anni di ridimensionamenti drastici, e questo segnerà il nostro territorio con una perdita secca di occupazione stimabile intorno alle 1500 persone nel solo nostro settore. L’unico segnale positivo, se così può essere definito, è il sempre maggiore ricorso al Contratto di Solidarietà, che permette ai lavoraotri un trattamento economico mediamente più alto”.

 

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da sergio

    Non si può avere il burro e i soldi del burro: riforma urgente del welfare oppuresi sfalda tutto. Non basta piu la carita, ancora meno le corpoorazioni clientelismo. Assistenza ai disoccupati strutturale universalistica. L’Ambiguita alla lunga non paga.

  2. Scritto da wka

    Ma la Fiom dov’è?

  3. Scritto da Elio

    Ma se Bonanni continua ad essere il miglior alleato del Governo che nasconde la crisi. Ma la CISL esiste ancora??