BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Pensione sempre più in là: ma la pazienza ha un limite

Un lettore non ce la fa più: "Prima bastavano 25 anni, poi sono andati via aumentando fino a 35, poi di botto 40: adesso vogliono pensionarmi a novant'anni??!!!"

Più informazioni su

Chi lo dice al governo che ho lavorato come uno schiavo da quando avevo 14 anni?
Chi lo dice al governo che sono stanco e che non ce la faccio più? Sbaglio sempre a rivolgere domande a questi "signori" legislatori che per loro mestiere trovano comprensione e considerazione solo per loro… mentre la comprensione e la considerazione verso di noi ci vengono negate.
Ero un ragazzino nel 1970: in quegli anni belli dell’infanzia io e e altri come me ci alzavamo prima delle 6 di mattina, col buio. Allora mi facevo forza nell’alzarmi per non rifarmi chiamare da mio padre che dopo il suono della sua sveglia veniva da me: alzati! E io con grande forza d animo, nonostante l’età e la stanchezza, con voce quasi da bambino e col sonno negli occhi rispondevo: si papà mi sto alzando.
A questo punto non riesco proprio a capire perché io e tanti altri come me non possiamo oggi godere della sudata pensione.
Non è stato allegro, forse un vero trauma per noi essere  lavoratori precoci: cioè lavoratori da ragazzini. Quando parlo della mia voglia di andare in pensione qualcuno ha il coraggio di guardarmi con un sorrisetto sardonico e dirmi: “Ma dai, cosa vuoi andare in pensione sei ancora così giovane…” Certo se avessi passato 35 anni della mia vita in Parlamento oggi avrei un bel vitalizio.
Invece rincorro una pensione non certo elevata. Prima tra l’altro bastavano 25 anni, poi sono andati via via aumentando fino a quando ho sperato nei fatidici già tanti 35 anni, poi in un sol colpo sono diventati 40: adesso cosa cosa vogliono fare Berlusconi-Tremonti e Lega? Vogliono pensionarmi a novant’anni??!!! E magari solo se accompagnato dai genitori!!!!
Mi sento come uno che ha un quintale sulle spalle che si appesantisce sempre più e sta correndo verso il traguardo, però quando lo ha quasi raggiunto qualche buontempone (oggi Berlusconi-Tremonti ) sposta il traguardo più avanti… viene voglia di mollare tutto per terra e dire: ma andate tutti a quel paese… e sedersi ai margini della strada.
Il bello è che chi sposta il mio traguardo magari va in pensione dopo 3 anni di legislatura.
Ma chi è seduto su quelle poltrone non ha la consapevolezza di quali e quanti sacrifici ha fatto un operaio (in Parlamento siamo i panda da salvare) che ha iniziato a lavorare da bambino.
Peraltro la pubblica amministrazione e le aziende private si troveranno con una marea di dipendenti cosiddetti anziani, poiché non si potrà assumere se questi non se ne andranno, potrà esserci un disservizio per i cittadini che avranno a disposizione personale vecchio e magari dopo tanti anni anche demotivato. Certo gli ultra-cinquantenni non sono aitanti come un ventenne o un trentenne o anche un quarantenne.
Le domande che farei a un parlamentare sono: crede che potrebbe esserci la necessità di svecchiare la pubblica amministrazione? Non pensa che sarebbero bastati i 35 anni di servizio lavorati seriamente per concedere il meritato riposo ad un lavoratore? Come si pensa di ovviare all’inconveniente rappresentato dagli acciacchi che eventualmente dovessero presentarsi a causa dell’età?

Eugenio Cortinovis

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da catia

    secondo me contano sul fatto che più in là si va con l’età pensionabile meno pensioni si andranno a pagare …non è che tutti campano fino a novant’anni! in compenso basta troppo poco per avere una pensione troppo alta da parlamentare.. una vergogna..continuano a chiedere sacrifici agli stessi.. quelli che li hanno sempre fatti!

  2. Scritto da milila1

    la gente è stufa,si lamenta.Eppure strano, ma non cambia nulla.E’ questo senso di impotenza che mi sta facendo paura.Eppure quelli che sono al governo qualcuno li avrà votati?la Lega che doveva cambiare l’Italia, Berlusconi che doveva renderci tutti più ricchi…E invece ci troviamo qui a dover lavorare ancora e ancora e ancora…e loro, i nostri impiegati, perchè sono loro i nostri dipendenti, visto che il popolo è sovrano, che si concedono lussi e privilegi…Italiani svegliatevi.

  3. Scritto da Maurizio

    Allungare l’età per la pensione alle donne sino a 65 anni crea più spesa che entrate.5 anni in più di stipendio che non paga un privato ma il pubblico, quindi più della eventuale pensione, poi più alta sara la liquidazione e poi più alta la pensione.Non si potrà comunque assumere se non 1 su 5 usciti…quindi niente nuovi posti di lavoro.Ma sbaglio o lo stato ci rimette mandando in pensione le donne del “pubblico”a 65 anni?

  4. Scritto da berlusca

    Ai comuni mortali la pensione il lavoro viene fatto prolungare, ma ai politici? perchè solo dopo 4 anni hanno la pensione? quanto ci costa la loro pensione? sveglia gente ci stanno togliendo ogni diritto e degnità!!!!!!!!!!!!!!!

  5. Scritto da angelo

    Forse era andare in pensione con 25 anni di contributi che era improponibile (si iniziava a 20 a 45 era finita). Pensioni private per tutti e vai con Dio!

  6. Scritto da mario59

    In questa situazione di emergenza… proporre a chi è già in pensione, di rinunciare a parte della sua coperta, per evitare di toglierla del tutto o quasi, alle future generazioni, è praticamente impossibile.. il motivo sta nel sindacato..che non intende mettere minimamente in discussione, i diritti acquisiti.. anche se iniqui.. e solo per un semplice motivo… non vogliono perdere iscritti tra i pensionati.. che sono la fetta più importante dei loro proventi.

  7. Scritto da pieneibale

    Kè manera i noscc politici i sè sliga mia dal’agiurnament dela sò indennità dal’indice Istat? aA noter i gà tot vià la scala mobile perchè?
    ma kel bel om ke angà al goerno l’era mia dicc ke al’indaà tott be?
    Me al so ke spete amò la casa integrassiù del mis de setember del 2009. Comunque dopo 40 agn de laurà basta laura, piotost fasem 40 agn tocc indipendentemente dall’età in kui ù al cumincia, al troe piò giòst.

  8. Scritto da Marino

    Ringraziamo tutti quelli che sono andati in pensione con le baby pensioni a 39-40 anni e oggi ne hanno magari 70 e non hanno nemmeno versato i contributi x quello che percepiscono ora, magari lavorano anche in nero

  9. Scritto da continuateavotarli

    continua…. pagheranno soprattutto i giovani gia’ alle prese con lavori sempre piu’ “precari” e incerti che oltre ad avere davanti un’orizzonte temporale “infinito” prima di poter andare in pensione vivranno nell’incertezza di non poterla godere. Le soluzioni ci sono e sono semplici e troppo impopolari (o costose per le loro tasche). Stop a pensioni d’oro con limite max a 5 mila euro al mese, stop a pensioni di politici (retroattivo), pensione commisurate ai contributi pagati (retroattivo).

  10. Scritto da continuateavotarli

    Be mi sembra che la resa dei conti si stia avvicinando. Dx o Sx è inutile che si diano colpe a vicenda visto che entrambi sono colpevoli della situazioni, vuoi per l’infinita’ di persone mandate in pensione a 45-50 anni dopo magari solo 15-20 di contributi che finiranno per “prendere” 5-10 volte quanto pagato, vuoi per le pensioni d’oro da 20 e passa mila euro al mese (solito manager pubblici) vuoi per le VERGOGNOSE pensioni dei politici dopo mezza legislatura…. ora chi PAGA?!? …

  11. Scritto da LUCA

    La riduzione dello stipendio dei politici ( chiamiamoli così ) non serve a salvare la barca che ormai e’ affondata.
    Per riportarla a galla bisogna mettere in carcere gli evasori ( modello U.S.A.).Giorni di carcere direttamente proporzionali all’ evasione accertata.
    Per intenderci quello che corre in moto gp che si e’ rotto una gamba la settimana scorsa e che i nostri giornalisti hanno fatto passare come un Santo non si sarebbe fatto niente perchè marcirebbe in carcere per il resto della vita.

  12. Scritto da Lucia

    Ma questi parlamentari si rendono conto che se si va in pensione da matusalemme i giovani non avranno un posto di lavoro perchè non si liberano?!… E che le nuove generazioni non faranno più figli perchè non ci saranno più i nonni a dargli una mano perchè lavorano ancora? Forse pensano che andando in pessione da vecchissimi dopo si campa poco e la pensione la devono erogare solo per qualche anno. Vogliono coprire i loro buchi con i sacrifici di noi cittadini? Che prendano stipendi come noi…..

  13. Scritto da muratore

    lo sapete, che un edile dopo che ha lavorato per,almeno trentanni sui cantieri, ha una aspettativa di vita inferiore di 7 anni rispetto alla media nazionale.
    lo sapete che con il fondo pensioni dell’inps è stato appianato il debito del fondo dei dirigenti? facendolo confluire nell’imps?.
    con la coseguenza che ora succhia al mfondo dei lavoratori.
    aprite gli occhi muratori bergamaschi, non solo per traguardare il muro, ma per guardare cosa vi succede.

  14. Scritto da un sunto per akaeda

    Vengo incontro alle tue difficolta con i discorsi un po’ troppo complessi, e sinteticamente ti dico che, se a tuo parere l’unico parametro da valutare, in italia, per decidere che le donne vadano in pensione a 70 anni e’ l’aspettativa media di vita, allora come volevasi dimostrare non ci hai capito molto.

  15. Scritto da scudofisc

    ma se io apro una finestra poi arriva il condono??
    ma cosa aspetta la gente a scendere in piazza?
    40anni diventano 41 con le finestre nuove e 41.5 per gli autonomi!!

  16. Scritto da corti-novis

    mi tocco leo cat!2056 vorrei vivere e festeggiare i cent’anni, spero che i maroni tremonti per quella data i giovani di oggi li abbiano mandati via a calci se non lo faranno vuol dire che una generazione del 68 bisogna aspettare ancora come un’altra rivoluzione framcese. HO FATTO IL MELTAMECCANICO 13 ANNI E NON IN MINIERA..appunto dove sono andati finire i lavori usuranti l’unico lavoro riconosciuto e stato il lavoro da parlamentare..il turnover non c’è che esperienza faranno i giovani?

  17. Scritto da leo cat

    Caro Genio, come ti capisco; le mie…pensioni: aprile 2008, aprile 2010 (Dini), gennaio 2014 (Maroni), luglio 2013 (Damiano), aprile 2014 (Tremonti). E ringraziare che noi un lavoro l’abbiamo, mio figlio a 24 anni ancora non ha un giorno di contributi; andrà con il contributivo, che taglia della metà l’importo, quindi, anche senza necessità di coefficienti e aumento di vita media, se avrà mai un lavoro e la salute, lavorerà almeno fino a 75 anni. Pensa se tu eri in miniera invece che a scuola.

  18. Scritto da passante

    Perchè non introdurre l’aliquota del 20% sugli investimenti bancari? Chi ha un c/c bancario(interessi ridicoli) deve pagare il 27% Qualcuno accennava che i clienti migliori delle banche sono i pensionati ,ed allora se vogliamo rivendicare qualche precedente beneficio, tassiamo di più dell’attuale 12.5% gli investimenti ma sopratutto le rendite.Sicuramente il maggior gettito non verrà trovato fra i pensionati(a900/1000 euro) ma a chi vive speculando in borsa….. E non sono comuni cittadini…..

  19. Scritto da TIBRO

    Tutti i nostri politici parlano parlano, ma un pensierino alle loro pensioni lo hanno fatto?????? (ministro Brunetta, Calderoli e altri ancora).
    Mettiamo anche per loro un tetto di 40 anni e non una o due semplici legislature.
    Ed ancora, mettiamo un tetto a tutte quelle maxi pensioni che lo stato paga, dato che tutti i personaggi che le percepiscono, di soldi negli anni ne hanno presi ed una loro pensione basta e avanza per erogarne dieci a quegli operai che hanno lavorato per una vita.

  20. Scritto da Domenico

    A lavorare, ma a lavorare tutti e tutti sino a 65 anni. Basta pensioni di anzianità; solo di vecchiaia e mai prima di 65 anni.
    Però i primi da rimandare a lavorare sono quelli che hanno preso la pensione dopo 15 anni 6 mesi e 1 giorno di lavoro o 19/20 anni.
    C’è gente che stà prendendo la pensione da più anni rispetto a quelli che ha lavorato. Che tornino a lavorare.

  21. Scritto da gaspari deliana

    ho sentito i commenti fatti a bergamo e mi hanno fatto capire come siamo ignoranti, cara berghem ta se ignoranta!!!!!!!
    lo dice una che ha studiato e insegnato a bergamo. sembra quasi di essere contenti del male altrui quando non ci si rende conto che colpisce tutti quelli che lavorano e i propri figli.
    giorgia

  22. Scritto da diana gallesi

    colpire tutti senza eliminare sprechi come pensioni di invalidità fasulle di nord e di sud è come spargere acqua sul bagnato.
    prima si intervenga su quello invalidità, finti certificati medici e altro ancora coi dovuti controlli e poi parliamo di altro.
    il problema è che non si vuole neppure controllare chi ha il terzo lavoro!!!!!!!!!!!!

  23. Scritto da diana gallesi

    nel giugno 1993 col governo di sinistra c’è stata la stessa presa in giro nei confronti degli statali. infatti chi aveva i requisiti utili ha fatto domanda di pensione subito. chi invece ha aspettato la fine delle ferie sta ancora lavorando!!!!!!!!!!!
    questo è avvenuto con l’indifferenza dei sindacati di allora e di adesso
    diana

  24. Scritto da leonardo pesenti gritti

    Che pagano il conto degli sprechi,delle ruberie,della mala gestione erano,sono, e quasi sicuramente saranno sempre quelli. Lavorare e pagare i contributi per 40 anni non basta più. Per aver diritto ad una misera pensione con la nuova finanziaria bisogna lavorare 41 anni .Oltretutto, da quel che mi risulta,nel periodo (1 anno) finestra si pagano i contributi ma nel conto della pensione non ne tengono conto. Se così fosse, oltre al danno la beffa. Penso si ora di cominciare a far sul serio.

  25. Scritto da prof.acerbis

    tu hai dato le parole al disagio di molti, alla disperazione di altrettanti…
    L’unica cosa sbagliata è che non verrai accompagnato dai genitori… no, ma dai tuoi nipoti…
    Un abbraccio
    Giulia

  26. Scritto da corti-novis

    Perchè non tassare il patimonio solo con lo 0,5 si recupera 30 miliardi, perchè sempre noi dobbiamo subire quando que patimonio di migliaia di miliardi lo abbiamo fatto tutti insieme. Molti adesso riscoprono le teorie di Marx, cosi questo capitalismo non può continuare la finanza di pochi si mangia il lavoro e le speculazione fanno cadere governi, Non possiamo sempre pagare la crisi chi la crisi la subisce,

  27. Scritto da Democratico

    battista belloni, ma che confusione è tutto chiarissimo i soliti pagano, gli altri coprano i panfili ai figli (Berlusconi e C) e si fanno regalare gli appartamenti (a loro insaputa).
    Per quanto riguarda la gente del Nord è fregata come quella del sud, ma intanto sostiene e vota questi figuri, insomma degli idioti al cubo.
    Ben gli sta.

  28. Scritto da Andrea

    Credo che 40 anni di lavoro siano piu’ che sufficienti per una persona per andare in pensione… se consideriamo che oramai i laureati in italia mediamente danno la tesi attorno ai 28 anni…l’eta’ pensionabile si alza automaticamente quasi a 70 anni… per cio’ che riguarda i lavoratori pubblici hanno avuto anni di deroghe e vantaggi e probabilmente è ora che avvenga una equiparazione fra pubblico e privato… quello che fa ridere è che la crisi la paga sempre gli stessi… vergognosi politici!

  29. Scritto da Ohibò

    @ 55 – Signora Diana , non me ne voglia, ma un governo costituito da DC – PSI – PSDI – PLI è un governo di sinistra ?

  30. Scritto da Gb

    Che provino i nostri politici a fare i muratori, i minatori, lavorare nelle fonderie ecc.. ec.. cosa significa continuare sepre più ad età avanzata.
    E poi si parla tanto di sicurezza sul lavoro? Anche l’età avanzata incide tanto su questo.
    Che si riducano i loro ultrastipenti da parlamentari e li girino ai poveri pensionati.

  31. Scritto da SHERWOOD

    SE IN TUTTO IL RESTO DEL MONDO L’ETA’ PENSIONABILE E’ PIU’ ALTA CHE IN ITALIA UN MOTIVO CI SARA’… E NON DIMENTICHIAMO CHE LA CLASSE POLITICA (TUTTA) DEGLI ANNO ’70 E ’80 CON LA COMPLICITA’ DEI SINDACATI E DI “IMPRENDITORI” (EUFEMISMO) VARI HA PRODOTTO UN DEBITO PUBBLICO INTERGALATTICO…. VOGLIAMO ANCHE PARLARE DELLE (FALSE) PENSIONI DI INVALIDITA’ E DELLE 574.000 AUTO BLU ?

  32. Scritto da Padano Incazzato

    Mandiamo tutti a casa questi inetti politici che pensano solo a sistemare le loro belle case con i soldi delle mazzette. nonchè i propri figli (trota Bossi insegna)
    Ma gente del Nord vi rendete conto a chi date il vs. voto,questi si fanno solo i cazzi loro.
    Qui ci vuole la rivoluzione BASTA PAROLE INUTILI

  33. Scritto da Scettico

    per Padano Incazzato, bene, ma ti faccio presente che in parlamento ci stanno i Padani e gli alleati dei pPadani fascisti e Casa della Libertà. Sveglia, quelli che “si fanno i … loro” li eleggi tu, inizia a smettere! DAnneggi anche noi.

  34. Scritto da Lega?

    1994-1996, prima sostenedo Berlusconi, poi sostenendo DINI.
    2001-2006 Gov. Berlusconi
    2008-2010 attuale Governo
    Totale: 9 anni di Lega ho contyrollato è vero, quindi Padano Incazzato vai a quel paese i responsabili d ste scelte siete voi.
    A CASA!

  35. Scritto da Riforme e controriforme

    Che negli ultimi anni abbia governato più il cdx del csx è vero MA ricordo ai corti di memoria che il governo Berlusconi aveva previsto lo “scalone Maroni” che poi il governo PRODI sotto la pressione astutamente demagogica e ottusamente ideologica di DILIBERTO e CGIL ha annullato. E adesso di fatto ce lo ritroviamo, lo scalone, con l’aggravante di aver perso tempo (e denaro) prezioso. Il disastro delle pensioni è soprattutto responsabilità della 1a Repubblica, degli ultimi comunisti e di Prodi

  36. Scritto da battista belloni

    Mi sembra che ci sia una confusione enorme :
    L’eta’ di 65 anni e’ per le persone sia ( maschi che femmine che non raggiungano i 40 di contributi) x il resto valgono i 40 anni .Se una persona inizia a lavorare a 30 anni quando ne avra’ 65 di contributi ne ha versati 35 mentre noi attualmente dobbiamo arrivare a 40 + finestre. E’ vero che x le donne e’ piu’ dura oltre al lavoro hanno la casa e famiglia dovrebbero trovare altre soluzioni .grazie

  37. Scritto da ex comunista

    Faccio presente ai gentili scribacchini di bergamonews che avere 40anni di età (non di lavoro) rapresenta già ora un ostacolo x un eventuale assunzione!

  38. Scritto da Che tenerezza akaeda

    I commenti come quelli di akeda fanno inizialmente molta tenerezza ma subito dopo l’incazzatura sale. E’ molto liberatorio vaneggiare di governi DC-PC-Sindacato come da vulgata da gazebo del mercato del sabato per trovare qualche bel capretto immaginario da sgozzare per lavarsi un po’ la coscienza, se la si ha. Caro akaeda, siamo mediamente italiani, ma da 10 anni ad oggi sono i tuoi padani, piu’ italiani degli italiani che fanno le politiche economiche….

  39. Scritto da basta polemiche inutili!

    ma tanto poi quando vai in pensione cosa fai? alcuni dopo un anno tornano ancora a lavorare perché si sono stancati di stare a casa o di andare ai giardinetti….

  40. Scritto da enzo

    a me sembra che regni una confusione pazzesca; oggi dicono una cosa e domani un’altra…mah!!!

  41. Scritto da barba

    Forse non vi rendete conto di un sistema al tramonto. Qualunque politico, il più inetto o il più bravo farebbe carte false per far andare in pensione i lavoratori il più presto possibile. Avrebbe felici i pensionati e felici i giovani in cerca di lavoro. Purtroppo allo stato delle cose non si può! La colpa non è dei politici di oggi ma di un sistema al termine della sua esistenza. Prepariamoci a sacrifici anche più duri che andare tardi in pensione, almeno per i prossimi anni

  42. Scritto da andrea

    ..se hai iniziato nel 1970 +40 anni ora sei in pensione..
    ,,, la verità secondo me è che probabilmente come molti altri elettori avete votato questo governo che adesso vi sta bastonando….. a 25 anni solo gli statali andavano in pensione conosco bidelli anche a 15 anni …
    “Certo gli ultra-cinquantenni non sono aitanti come un ventenne o un trentenne o anche un quarantenne.”……. li avete aiutati bene con i contratti co co co o agenzie interinali ( dove uno lavora e riscuotono in due)

  43. Scritto da akaeda

    In parte condivido il sig cortinovis…infatti dopo 35/40 di lavoro si puo dire che non rubano nulla..
    Dall’altra sembra che sia colpa di berlusconi se la vita si e allungata..se dobiamo pagare pensioni beby frutto del malgoverno DC/PC..SINDACATO
    In europa tutti a 65 70anni…in italia le donne insorgono se devono aspettare 65 anni..
    bha…
    TUTTI VOGLIAMO TUTTI PRETENDIAMO…MA CHI VERAMENTE A DIRITTO ALLA PENSIONE? AI SERVIZZI?
    Il signor cortinovis quasi sicuramente…altri? pochi!

  44. Scritto da che tenerezza akaeda

    ergo, akaeda, tu che da come in genere inneggi ai ns paladini a rm devi avere delle entrature, fa il favore: dai loro un colpo di telefono e fagli presente che per migliorare la situazione, potrebbero per esempio e nell’ordine: tartassare l’evasione contrubutiva, potenziare gli ispettorati del lavoro contro il lavoro nero, recuperare evasione per potenziare il welfare ed evitare che le ns donne lamentose debbano fare tre lavori fino a 65 anni (bimbi, vecchi e lavoro) ma solo uno (lavoro).

  45. Scritto da akaeda

    9..ma alla fine tante parole x dire cosa? mi fai un sunto?
    x me ad esempio le donne devono lavorare fino 70 visto che campano di più!
    Basta alle pensioni di reversibilita!
    Aspetto il tuo sunto…

  46. Scritto da ex elettore

    Signor Cortinovis vada in politica, si faccia eleggere onorevole, dopo 2 anni e 6 mesi di “onorato” servizio ha diritto alla pensione………Italiani stanno lavorando per noi…… risparmiate che bisogna ripianare i debiti di chi ha rubato e che ruba tutt’ora……..

  47. Scritto da wasp

    Ricordiamoci i tempi in cui si andava in pensione nella p.a. (donne) dopo 14 anni 6 mesi e 1 giorno, in pratica a 35 anni si poteva cominciare a riscuotere con buona probabilità 50 anni di pensione ! – secondo le previsioni istat di vita media…….adesso i nodi vengono al pettine e ovviamente c’è salomonicamente (si fa per dire)…. chi chi ha avuto avuto avuto e chi ha dato dato dato….Amen !

  48. Scritto da Per Akaeda

    AKAEDA, chi ha governato più di ogni altro negli ultimi 16 anni? La LEGA!!!!
    Non ci credete? Ve lo dimostro. La Lega ha governato nei seguenti anni:
    1994-1996, prima sostenedo Berlusconi, poi sostenendo DINI.
    2001-2006 Gov. Berlusconi
    2008-2010 attuale Governo
    Totale: 9 anni. SVEGLIA GENTE……..prima c’era la DC ora c’è la LEGA…..

  49. Scritto da Fabio

    Sono pienamente d’accordo,non possiamo pagare noi tutti i benefici che hanno avuto gli statali che andavano in pensione dopo 19 anni 6 mesi e un giorno.consideriamo poi certi lavori usuranti(fonderie,laminatoi carpenterie,ecc.) che non possono certo competere con il lavoro impiegatizio che viene svolto negli enti pubblici.Le pensioni dovrebbero essere differenziate,da un minimo di 35 anni in poi.
    Personalmente credo che ormai si rasenti il ridicolo.

  50. Scritto da Quarantenne

    Egr. sig. Cortinovis, la fatica di stare al mondo l’abbiamo fatta e la facciamo tutti. Compresa la fatica di alzarsi al mattino quando i genitori chiamano. La Sua generazione si è costruita l’Italia e poi se l’è mangiata: noi 40nni lavoreremo fino all’ultimo dei nostri giorni per pagare i danni di un sistema che si è preoccupato solo di alimentare se stesso. Non so se la sua è miopia o egoismo, di certo dimostra di non rendersi conto della situazione in cui siamo. E se ne frega dei suoi figli.

  51. Scritto da Andy baumwolle

    Diciamo che se la vita media è di 80 anni prendere la pensione dopo 25 anni di lavoro è una vergogna
    è come vincere a “win for life” senza prendersi nemmeno il rischio
    Credo che lavorare la metà della vita media attuale sia un compromesso doveroso
    Chiaramente bisogna tenersi in salute, cosa che sarà sempre più un dovere verso se stessi e verso gli altri

  52. Scritto da Vota sinistra

    Tranquilli, prima o poi rigoverneranno i sinistri e tutto si aggiustera: pensioni per tutti a 30 anni. Stipendio sociale per chi non arriva a fine mese. Bistecche e vacanze gratis per tutti. Basta votare SINISTRA e il problema si risolverà come per incanto.

  53. Scritto da gigi

    X ENZO , è una confusine voluta, e solo per i normali cittadini , loro i politici, sono una casta a parte, pensione a parte ………….tuttto a parte……………..e noi li manteniamo e loro ci derubano

  54. Scritto da mau 1000 € / mese

    che ci vuoi fare , Eugenio.
    Fin quando avremo un’opposizione inetta e/o settaria come la nostra ed un proletariato che, in maggioranza, lecca la mano del padrone che lo bastona, non ci rimane che sperare in un incidente aereo azzeragoverno o in una maledizione Maya per mafiosi/politici/corrotti.