BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Voli annullati, Orio in silenzio tranne che in biglietteria fotogallery

Accesso ai gate vuoto, accettazione deserta e piloti al bar. Nel giorno di stop totale dei voli, causa eruzione vulcanica, lo scalo bergamasco ?? silenzioso.

Più informazioni su

Due piloti Ryanair sono seduti al bar: uno legge il giornale, l’altro si dedica alla settimana enigmistica, sorseggiando un caffè. E una delle immagini offerte dallo scalo di Orio al Serio sabato 17 aprile, giorno di stop totale per gli aeroporti del Nord Italia, fissato dall’Enac a causa della nube vulcanica che minaccia l’Italia e il Sud Europa, dopo il suo viaggio dall’Islanda nell’alto dei cieli.
L’accesso ai gate è un deserto, come se non fosse mai stato aperto: è stato addirittura sbarrato dal personale Sacbo. E davanti al check-in si nota solo di tanto in tanto qualche viaggiatore solitario, con valigia al seguito e cellulare alla mano, che cerca di capire cosa può fare e quanto dovrà aspettare per poter raggiungere la sua meta. Un po’ di rumore, sempre vicino all’accettazione, lo fanno una cinquantina di studenti inglesi, al bivacco: c’è chi dorme, chi mangia un panino, chi si legge un giallo, forse per creare un po’ si suspence nel bel mezzo della noia.
E un leggero vociare, l’unico, arriva dalle biglietterie. Il numero dei viaggiatori in coda per chiedere informazioni e avviare le pratiche dei rimborsi è ridotto, di parecchio, rispetto alla giornata di venerdì: televisioni, stampa e web hanno fatto la loro parte, e i viaggiatori sono informati, in pochi si recano a vuoto all’aeroporto e quei pochi sono ammassati di fronte alle biglietterie. "E’ anche difficile prendersela con qualcuno – dice un turista inglese che negli ultimi tre giorni ha visitato Bergamo e Venezia -. C’è la sicurezza di mezzo, forse altro non si può fare, non so fino a quando aspetterò". "Pensavo che la cosa riguardasse solo il Nord Europa, chi deve andare in Inghilterra, ad esempio – aggiunge un operaio di Palermo, emigrato a Bergamo -. Stamattina sono venuto qui convinto di poter partire, e invece no. Non si parte. Speriamo di recuperare i soldi, e il viaggio".
Lo stop per tutti i voli durerà almeno fino alle 20 di sabato 17 aprile, come ha deciso l’Enac.

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.