Quantcast
Miro Radici lascia la guida del gruppo Itema - BergamoNews
Colzate

Miro Radici lascia la guida del gruppo Itema

L'imprenditore dopo 20 anni passa il testimone come amministratore delegato ad un manager (Lorenzo Cucchetto). Presidente del cda nominato Gianfranco Ceruti.

Dopo più di vent’anni Miro Radici lascia la guida del gruppo Itema (che comprende, tra gli altri, marchi come Promatech, Sultex, Savio, Eutron). Lo rende noto un comunicato diffuso nel pomeriggio di mercoledì dalla holding di Colzate. Una nota ufficiale con la quale, misurando le parole e i toni, si dà notizia della decisione presa dalle famiglie azioniste (Miro Radici da un lato e figli di Gianni Radici dall’altro, entrambi con il 37,5 per cento, Arizzi e Torri, con il restante 25 per cento) di affidare la gestione ad un nuovo amministratore delegato, Lorenzo Cucchetto, già direttore generale della Savio, e la presidenza della società al commercialista Gianfranco Ceruti (già presidente della Provincia e consigliere regionale). I componenti del vecchio consiglio di amministrazione rimangono al loro posto, ma in prima linea ci saranno i manager, mentre agli azionisto toccherà dettare le linee strategiche. Il passaggio di consegne segna, anche nominalmente, una svolta. Il gruppo Itema ha pagato e sta pagando in maniera rilevante gli effetti della recessione mondiale che nel settore del meccanotessile e dell’elettronica ha avuto conseguenze pesanti, sia in termini di riduzione dell’attività produttiva che, di conseguenza, in termini di occupazione. E’ necessario, quindi, un riassetto complessivo del gruppo che richiede al management un impegno straordinario di tempo e di energie. Miro Radici  avendo altre attività da seguire, non meno bisognose di attenzioni, ha deciso di fare un passo indietro, pur rimanendo nel consiglio di amministrazione.

Questo il comunicato ufficiale della società.
Le famiglie Radici, Arizzi e Torri, azioniste dell’Itema Group, comunicano di avere affidato a un gruppo qualificato di manager, guidati dal dottor Lorenzo Cucchetto, già direttore generale della Savio Spa, la gestione del Gruppo Itema. Gli azionisti, membri del Cda dell’Itema Holding, dai quali dipenderà la linea strategica della società, garantiscono la volontà di restare vicini all’azienda, seppure con responsabilità diverse. “Ho voluto compiere questo passo – afferma Miro Radici, già amministratore delegato con pieni poteri dal 1990 – perché dopo 20 anni di gestione diretta, avendo portato l’azienda a dimensioni internazionali di leadership, in un momento così complesso mi sembrava opportuno affidare la gestione a manager più giovani e più dinamici”. L’Itema è oggi un gruppo presente in tutto il mondo ed è pronto a cogliere le sfide e le opportunità del nuovo mercato. I segnali di ripresa di questo inizio anno sembrano garantire nuovi successi all’azienda, che detiene una posizione di assoluto predominio nel mercato delle macchine per la filatura, della tessitura e in quello dell’elettronica. “Nel lasciare la gestione diretta – aggiunge Miro Radici – ringrazio tutti i collaboratori e i dipendenti che hanno sempre dimostrato piena disponibilità e costante impegno. Andiamo avanti fiduciosi per raggiungere altri traguardi di prestigio. Auguro al nuovo presidente Gianfranco Ceruti, all’amministratore delegato Lorenzo Cucchetto e ai loro collaboratori buon lavoro”.

Più informazioni
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it