BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Jannone: “Lega e Pdl, un asse imbattibile”

La senatrice Gallone ?? soddisfatta: "Il Pdl ha tenuto anche in Lombardia, la gente ha premiato il nostro buon governo. Ora per?? pensiamo ai problemi veri". L'onorevole Fontana: "La crisi non ci ha penalizzato, intatto il consenso verso Berlusconi".

Più informazioni su

Il Pdl è stato più forte di tutto, anche dell’astensionismo e della Lega, alleata ma anche rivale. La senatrice Alessandra Gallone si gode il verdetto delle urne: "Sono soddisfatta, in Lombardia il partito ha tenuto: il temuto sorpasso della Lega non c’è stato. Certo a Bergamo per loro è andata meglio, ma è una tradizione. Nel complesso tutto lo schieramento è comunque in crescita. La gente ha premiato il nostro buon governo: in Lombardia abbiamo fornito i servizi essenziali in modo eccellente, continuiamo a essere il motore del Paese. Mi spiace per chi non è andato a votare: è stata una campagna elettorale troppo gridata, in cui noi nonostante tutto abbiamo tentato di far passare i contenuti".
Uno sforzo che bisognerà mantenere a partire da domani. "Spero che da adesso in poi si possa tornare a un confronto costruttivo, basato sui problemi della gente. I cittadini si aspettano da noi soluzioni, dovremo lavorare per riconquistare la loro fiducia. Far cadere il rispetto verso le istituzioni non serve a nessuno, è bene capirlo".
Giorgio Jannone, onorevole Pdl, non vede pericoli nell’avanzata della Lega, anzi. "Dal ’94 a oggi ho sempre favorito l’alleanza con Bossi: il segreto della nostra vittoria sta proprio nella forza di questo asse, che in Lombardia si è rivelato addirittura imbattibile. Per quanto riguarda i rapporti interni, siamo come le forze di un arco, che devono tenersi in equilibrio a vicenda". Riflessione d’obbligo sulla sinistra: "Esce sconfitta ancora una volta. Con Di Pietro c’è un legame anomalo e contradditorio: prevedo ulteriori difficoltà a continuare un rapporto tra due partiti troppo diversi fra loro". Quanto a Grillo, Jannone gli riconosce un grande merito: "Non mi sembra che abbia riscosso un grande successo, però gli va dato atto di aver utilizzato meglio di tutti Internet e i blog. Ha dato una lezione di comunicazione. Quanto ai contenuti, è troppo facile dire no a tutto, a un certo punto bisogna anche proporre".    
Per l’onorevole Gregorio Fontana il risultato ha promosso l’operato del centrodestra: "In tutta Europa le elezioni intermedie hanno penalizzato chi è al governo, da noi invece è accaduto proprio il contrario. Significa che il consenso di cui gode il governo Berlusconi è intatto. L’astensionismo non ci ha penalizzato più di tanto, anzi ha colpito anche a sinistra. Il Pdl resta il primo partito in Italia e lo diventa anche in regioni tradizionalmente rosse, questo è il grande risultato. In Lombardia il sorpasso della Lega non c’è stato: non è certamente una notizia che il partito di Bossi sia primo a Bergamo, è così dal 2008". Per Fontana è già ora di guardare avanti: "Il Pdl ha superato la crisi delle provinciali dell’anno scorso: ora bisogna lavorare per consolidare il partito. Certe parole in libertà su sicurezza e immigrazione non ci hanno certamente aiutato, dovremo discutere tra noi per raggiungere posizioni comuni che ci rafforzino ulteriormente".

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da cuìn

    io direi che la lega è imbattibile, a voi non resta che andare a ruota.