BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Morto in un silos, tre condanne per omicidio colposo

Il tribunale di Treviglio ha condannato tre referenti dell'azienda in cui lavorava Giuliano Callioni, travolto e soffocato da un quantitativo di farro nel 2005.

Più informazioni su

Un anno di reclusione per due persone e otto mesi per il terzo, rispettivamente legale rappresentante dell’azienda, direttore dello stabilimento e responsabile della sicurezza: queste le pene inflitte dal giudice Valeria De Risi, tribunale di Treviglio, ai titolari di una ditta di mangimi, per la scomparsa di Giuliano Callioni, 40 anni, di curnasco di Treviolo, morto il 31 maggio del 2005 mentre lavorava in un silos. Per tutti e tre i condannati, incensurati, è scattato il beneficio della sospensione condizionale della pena. Il 31 maggio Giuliano callioni stava lavorando in un silos in azienda, a Urgnano. Secondo una ricostruzione dell’accaduto realizzata dall’accusa quel giorno la centrifuga del silos si era probabilmente inceppata e il lavoratore, che era entrato nel silos per un’ispezione, era stato travolto e poi soffocato da un certo quantitativo di farro. Il rinvio a giudizio dei tre rappresentanti dell’azienda era arrivato circa un anno dopo i fatti.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.