BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Guarente: “In otto partite pu?? succedere di tutto”

Il centrocampista ?? uno dei simboli di questa rinascita nerazzurra: "Questi sei punti ci hanno dato una bella scossa, adesso andiamo a Torino per giocarcela!

Più informazioni su

E’ uno dei simboli di questa rinascita nerazzurra. Dopo i progressi evidenziati in queste settimane, nelle ultime due partite Tiberio Guarente sembra essere tornato, come ai bei tempi, l’imperatore del centrocampo nerazzurro. E insieme a lui, anche l’Atalanta ha ricominciato a girare: “Il fatto di riuscire a non subire gol e allo stesso tempo di farne –commenta il centrocampista atalantino– vuol dire che la squadra sta facendo una buona fase difensiva e un’ottima offensiva. Non ci era mai capitato quest’anno di fare sei gol in due partite. Poi ne abbiamo subito uno solo, in modo un po’ rocambolesco. Questo ci fa capire che stiamo lavorando bene, che stiamo seguendo quello che dice Mutti, e che bisogna continuare così”.  
Due vittorie consecutive contro Livorno e Cagliari, che però non hanno cambiato il distacco dalla zona salvezza: “Questi sei punti ci hanno dato una bella scossa. Purtroppo però la classifica rimane quella che è, ma noi non bisogna scoraggiarsi. Noi non dobbiamo più pensare alle tabelle, ma solo alle nostre partite. Una dopo l’altra sempre concentrati. Cercare di non sbagliare più nulla, e alla fine vedremo”.
Intanto domenica servirà una grande impresa, sul campo di una Juve in un momento non molto positivo: “Andiamo a giocarcela, perché a Torino il Siena ha pareggiato, il Catania ha vinto. Quindi se diamo il massimo possiamo fare anche un buon risultato. La Juve in questo momento è l’unica squadra tra le grandi che potrebbe concederci qualcosa, perciò dobbiamo essere bravi a preparare la partita nel modo migliore, anche mentalmente. Dobbiamo cercare di portare via dei punti, anche perché Lazio e Udinese hanno due partite non facili, quindi potrebbero perdere qualcosa e il campionato si potrebbe riaprire davvero”.
Un discorso, quello del terz’ultimo posto, che vede l’Atalanta in lotta con Lazio e Udinese attualmente: “Adesso si, però mancano otto partite e può succedere di tutto. L’Udinese fino a poche settimane fa sembrava fuori e ora è di nuovo lì. Quindi può succedere ancora qualsiasi cosa, l’importante è non mollare”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Anna

    ci sono ancora le mezze stagioni, o no?

  2. Scritto da katy Leporatti

    Personalmente ritengo la trasferta di Torino sia decisiva: un risultato positivo sarebbe determinante, al pari o forse più delle due ultime vittorie. Quindi continuare nella massima concentrazione e determinazione cercando di sfruttare al massimo il momento di debacle dei bianconeri. Ragazzi, in campo ci andate Voi ….. da noi tutti il massimo sostegno in questo momento che vale una stagione, grazie.