BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Morto in incidente Andrea Bonaita: il dolore degli ambulanti

Un frontale è costato la vita al segretario dell'Anva Lombarda, per 30 anni alla guida dell'associazione a Bergamo.

Più informazioni su

Un  frontale a Zogno in via Locatelli è costato la vita a Gianandrea Bonaita, 58enne di Bergamo, segretario dell’Anva Lombarda, l’associazione degli ambulanti di Confesercenti.
Bonaita nella mattinata di sabato 20 marzo stava percorrendo la strada verso l’alta Valbrembana a bordo della propria Smart: intorno alle 9.30 si è scontrato con la 159 Alfa Romeo condotta da un 32enne di Zogno che viaggiava insieme al figlioletto di 5 anni. Nell’impatto ha avuto la peggio proprio Gianandrea Bonaita che è stato ricoverato in condizioni piuttosto gravi agli Ospedali Riuniti di Bergamo. Nel corso della giornata il suo stato di salute è andato peggiorando e l’uomo è morto nel pomeriggio. 
Ancora da riscostruire da parte della polizia locale di Zogno la dinamica dell’incidente, e per questo si cercano testimoni. Anche se il 32enne di Zogno ha raccontato di aver notato che la Smart della vittima viaggiava in modo irregolare: possibile che un malore abbia colpito Gianandrea Bonaita togliendogli il controllo della vettura. 
Gianandrea Bonaita, che abitava con la moglie Margherita in via sant’Antonino, e da poco era diventato nonno di un nipotino, il figlio della sua amata Laura, è persona conosciutissiam e amatissima nell’ambiente degli ambulanti della provincia di Bergamo, ma anche della Lombardia e di tutta Italia. Lo ricorda, ma ancora non riesca credere di averlo perso, Cesare Rossi che da lui ha ricevuto il testimone alla guida dell’Anva orobica: "Per trent’anni ha guidato gli ambulanti a Bergamo e per loro è stato ed è un punto fermo. Sia umanamente che professionalmente. Umanamente perché si è speso davvero per la categoria, e stamattina è voluto andare al mercato di Zogno per salutare i suoi amici e star loro vicino. Professionalmente poi perché suoi sono alcuni passaggi importanti per gli ambulanti".
Cesare Rossi si riferisce in particolare a due iniziative: la prima legislativa visto che ad Andrea Bonaita fa capo una buona parte della normativa sul commercio su area pubblica, e la seconda operativa e sono i Mercatanti, la fiera dei prodotti europei che Bonaita ha portato a Bergamo facendola diventare la seconda per importanza in Italia dopo quella di Firenze. "Ma soprattutto era un buono – ricorda Rossi -: io praticamente sono stato il suo bocia. A me ha insegnato tutto prima di lasciare la carica di segretario provinciale, carica che ora è passata a me. Abbiamo diviso tanti anni e tante battaglie: non so se e come farò lunedì ad andare in ufficio e vedere il suo posto vuoto. Non riesco nemmeno a pensarci", conclude mentre il telefono gli squilla per l’ennesima volta in pochi minuti: sono i tantissimi amici di Andrea che gli chiedono notizie, da Milano, da Roma…. Il mondo degli ambulanti ha perso un sostegno prezioso.
 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.