BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Urgnano, quattro domeniche a teatro

Il Teatro Officina di Urgnano propone la rassegna "Teatro in famiglia" con quattro spettacoli rivolti ai bambini e ai loro gentiori. Si parte domenica 21.

"Quattro domeniche di teatro per genitori e figli"? Perchè no? Soprattutto quando gli spettacoli in cartellone spaziano dalle antiche favole della cultura bergamasca a quelle più recenti che i bimbi conoscono attraverso i libri, agli intramontabili burattini. Ce ne sarà per tutti i gusti dunque nella rassegna "Teatro in famiglia, quattro domeniche di teatro per genitori e figli" che il Laboratorio Teatro Officina di Urgnano  propone da domenica 21 marzo all’Auditorium di Urgnano. Quattro appuntamenti, distribuiti tra marzo e maggio, pensati per avvicinare le famiglie a teatro. Si parte dunque domenica 21 marzo con "Fàole e legende, la veglia di stalla", un testo di Gianfranco Bergamini del Teatro Officina , che firma anche la regia e le scene, e che vedrà in palcoscenico Davide Lenisa ed Ettore Rodolfie che racconta le tradizioni popolari bergamasche, partendo da un dato molto importante: la condivisione, la vicinanza. Per questo lo spettacolo è rivolto ad un numero limitato di spettatori che devono essere molto vicini, anche fisicamente, agli attori. Lo scopo è quello di ricreare proprio la situazione della “veglia di stalla”, dove un tempo la stalla era il luogo del racconto e della narrazione, e ancor meglio il luogo d’incontro di una comunità. Questo spettacolo è un estratto della Trilogia scenica denominata “Refenìstola” che il Teatro Officina ha realizzato tra il 1996 e il 2006Secondo appuntamento del cartellone è con "Fame di lupo" che il Teatro Officina metterà in scena domenica 14 aprile e che racconta di una bambina che mangia i lupi, una storia divertente per far vincere la paura ai piccoli spettatori. "Zorba il gatto" è invece il titolo dello spettacolo che la Compagnia  Instabile Quik proporrà domenica 18 aprile. Il testo dello spettacolo è tratto da "Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare" di Luis Sepulveda con Giorgio Putzolu, che ne firma anche la regia, e Rosa Maria Messina, una bellissima storia di amicizia e di coraggio tra il gatto, che in principio disperato e affamato vuole mangiarsi in un boccone l’uovo della gabbianella, alla fine diventerà il suo migliore amico e le insegnerà anche a volare. Ultimo appuntamento della rassegna è in calendario per domenica 9 maggio all’oratorio della Basella di Urgnano con i burattini di Daniele Cortesi. In scena "Il mantello fatato, ovvero Gioppino nell’antro dell’orco" con Daniele Cortesi e Virginio Baccanelli, testo e regia di Daniele Cortesi. 

Gli spettacoli avranno inizio alle 16.30.  

L’ingresso è gratuito fino ad esaurimento posti.

Per informazioni e prenotazioni: Laboratorio Teatro Officina (tel: 035-891878).  

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.