BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Una stagione sfortunata in un momento di crisi”

"Passo pi?? tempo dagli avvocati che in teatro". Cos?? Gianmario Longoni, presidente delle Officine Smeraldo commenta le tante cancellazioni al Creberg.

"Passo più tempo dagli avvocati che in teatro". Così Gianmario Longoni, presidente delle Officine  Smeraldo che gestiscono la stagione del Creberg Teatro commenta le tante cancellazioni degli spettacoli in quel di Bergamo. "Bergamo, ma anche Varese e altre città di provinca registrano una serie di annullamenti che danneggiano noi in primis. Gli stessi annullamenti non succedono in genere a Milano. Il cartellone milanese si snoda con più regolarità".
Sono tante le disdette, una dozzina, in un programma che peraltro non è ancora concluso: "Diciamo prima di tutto che si tratta di un programma decisamente ricco: in un qualsiasi teatro milanese gli spettacoli di una stagione sono 10-15; qui al Creberg sono più di trenta. A raffica. Il rischio è quindi maggiore. Inoltre chi può sentirsela di dare buca a dieci repliche, in una metropoli come Milano o Roma?". 
Niente buchi dunque  a Milano e Roma, in compenso saltano le date a Bergamo. Resta da capire il perché. "Ogni situazione è un caso a sè. C’è chi, come Pasquale Petrolo, Lillo, di Lillo e Greg (lo show appena cancellato) è davvero malato. C’è la questione Sgarbi che è legata alla scomparsa del produttore. C’è quella di Avenue Q, atteso spettacolo letteralmente sparito. Svanito nel nulla. Però va anche detto che alcune situazioni sono legate al momento di crisi che sta creando problemi soprattutto alle piccole produzioni". 
La crisi di cui parla Gianmario Longoni è la stessa che incombe in tutti i settori dell’economia nazionale e che in  teatro, come nel manifatturiero, colpisce più forte le piccole imprese: "Sono queste che hanno più difficoltà di accesso al credito e che quindi vengono messe in ginocchio prima di altre. Guardi, a Bergamo abbiamo portato due costosissimi musical: ‘Aggiungi un posto a tavola’ e ‘Cats’ (nella foto). Produzioni grandiose e sono andate benissimo. Invece i piccoli saltano ancor prima di verificare la vendita dei biglietti".
Per le Officine Smeraldo si tratta di "un danno doppio. Io posso capirli ma non li giustifico. Tant’è che faccio causa a questi che mi lasciano scoperte le date. Il danno che ci arrecano è d’immagine perché la gente se la prende con noi, non certo con gli artisti. Ed è anche legato a un incremento di lavoro visto che dobbiamo restituire i biglietti già venduti". 
Insomma, non è proprio un bel momento: una stagione sfortunata in un periodo difficile.

BERGAMO
Creberg teatro, un cartellone di spettacoli cancellati 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.