BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

L’istituto Riva di Sarnico crea tre nuovi indirizzi

L'istituto comprensivo sebino ha ampliato la propria offerta di corsi per dare risposte sempre più adeguate alle richieste degli studenti.

Più informazioni su

Non bastavano i cinque indirizzi che l’istituto comprensivo Serafino Riva proponeva ai giovani studenti delle scuole superiori di tutta la provincia bergamasca.
Ora, a seguito della riforma scolastica che ha investito il mondo delle scuole, l’istituto sarnicese ha aggiunto tre nuovi indirizzi e cambiato nome ad alcuni di quelli già esistenti.
Ecco le novità principali, che entreranno in vigore a partire da settembre 2010.
Due nuovi corsi di istruzione, triennali, saranno aperti dal prossimo anno scolastico: l’Ifp Operatore alle macchine utensili e l’IFP addetto ai servizi amministrativi d’impresa.
Si tratta di due corsi brevi, che rilasceranno una qualifica già dopo tre anni (anzichè cinque) e che mirano a formare ben precise categorie di lavoratori.
"Si tratta di un modo- ha sottolineato il Preside dell’Istituto Giuseppe Lillo- per avvicinare il mondo della scuola a quello del lavoro e soprattutto per unire i due tipi di formazione, conducendo gli studenti ad avere al termine del piano di studi una competenza anche di tipo professionale. Del resto la grande richiesta di manodopera che viene dal tessuto del nostro territorio non può essere ignorata nell’organizzazione della scuola".
Rimangono poi gli altri indirizzi, che in alcuni casi hanno cambiato nome.
Nessuna variazione per il liceo scientifico, che ad oggi conta 90 studenti; l’Erika con i suoi 99 alunni confluisce insieme all’IGEA (che conta 119 studenti) nel nuovo indirizzo ITC amministrazione, finanze e marketing; l’Ipia (che batte tutti gli altri indirizzi con 139 ragazzi ) cambierà nome divenendo ITIS meccanica e meccatronica e, per finire, il vecchio ITIS, che ad oggi conta 76 alunni, cambierà nome in ITIS Informatica.
A loro, si aggiunge un nuovo indirizzo dell’ITC, l’ITC Turismo.
Il flusso di iscrizioni negli anni conferma il livello di gradimento dei ragazzi nei confronti di un polo scolastico contraddistinto da grande dinamicità, modernità e competenza: dai 427 alunni del 2003, si passa ai 523 ragazzi iscritti nell’anno scolastico 2009/2010. Di questi si segnala anche una discreta presenza di studenti stranieri, che nello scorso anno erano 49.
Il bacino d’utenza degli studenti non si ferma a Sarnico, com’è intuibile, ma si allarga a tutti i ragazzi della provincia bergamasca: da Villongo a Credaro, da Tavernola a Castelli Calepio, da Grumello a Vigolo.
"Oltre ad essere conosciuto come cittadina turistica- ha sottolineato l’Assessore all’Istruzione Romy Gumsini– Sarnico deve molto anche al moderno polo scolastico Serafino Riva per il quale la nostra amministrazione ha lavorato intensamente. Ne è una riprova il continuo aumento di iscrizioni registrato in questi ultimi anni. Il nostro paese, dal punto di vista della formazione non ha quindi nulla da invidiare a centri più grandi, grazie ad un’offerta di qualità, diversificata e ben immersa nel nostro tessuto sociale ed economico".
L’istituto Serafino Riva si contraddistingue anche per le numerose attività extra-didattiche che si organizzano durante l’anno: da stage formativi in Italia e all’estero sia durante il periodo invernale, sia durante quello estivo, al fortunato giornalino della scuola “Times Riva School” che, premiato con il II posto di un concorso nazionale dal titolo “Giornalista per un giorno” coinvolge oltre 20 ragazzi, con tre uscite all’anno, dedicate a temi scolastici e non, compresa attualità, interviste e poesie.
Oltre a ciò l’istituto organizza corsi adatti a tutti gli interessi: dal progetto cinema e teatro ai laboratori linguistici, dall’educazione alla salute a quella ambientale, dai corsi di discipline sportive a quelli di alfabetizzazione per studenti stranieri.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.