BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Cinque multe in A4, fa ricorso e ne paga solo una

A realizzare il record delle contravvenzioni ?? stato un trevigiano in viaggio lungo la A/4, da Milano a Treviso. L???uomo, a bordo di una Bmw lanciata a 170, ?? stato pizzicato dal tutor.

Più informazioni su

Cinque multe in 33 minuti per un totale di 830 euro e 25 punti di patente decurati. A realizzare il record delle contravvenzioni è stato un trevigiano in viaggio lungo la A/4, da Milano a Treviso. L’uomo, a bordo di una Bmw lanciata a 170, è stato pizzicato dal tutor. L’automobilista ha ricevuto poco dopo quel viaggio ben cinque contravvenzioni. La prima è rilevata dal Comune di Dalmine, provincia di Bergamo, alle 19.47; la seconda Castelli Calepio (Bergamo), alle 19.56, appena nove minuti più tardi; la terza alle 20 (e sono passati quattro minuti) da Rovato, in provincia di Mantova; la quarta da Roncadelle, provincia di Brescia alle 20.05 e infine la quinta, e ultima, alle 20.20 dalla stradale di Peschiera, provincia di Verona. Ciascun verbale prevede il versamente di 165 euro, più le spese di notifica per un totale di 830 euro e di 25 punti tolti. La velocità contestata è quella media rilevata dal tutor: 170-180 chilometri orari. Martedì scorso il trevigiano ipermultato ha chiesto clemenza al giudice di pace di Milano (competente per la prima infrazione): con gli avvocati Enrico Villanova e Davide Favotto di Treviso, ha fatto ricorso contro le cinque contravvenzioni sostenendo l’unicità della violazione. Il giudice ha accolto l’istanza applicando la sanzione unica, ridotta così da 830 a 250 euro. Non si è però pronunciato sui punti rinviando la questione alla polizia stradale. 
 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da tone

    @ ! Giuseppe. A te risulta che in Italia vi siano regole da rispettare? Per me è tutta questione di interpretazioni. Guarda cosa sta succedendo ai piani alti, insomma, mi consenta!!!

  2. Scritto da W. V.E.R.D.I.

    @6 Se ci fosse un tutor che copre la distanza di 100 km non sarebbe un tutor ma una cavolata. Il tutor l’hanno introdotto apposta perchè nel raggio di non sò..7-8 km ci può stare che ad esempio superi il limite per compiere un sorpasso.Ci sono.bisogna rispettarli.punto.A tutti piace la velocità ma bisogna starci dentro.se non lo fai si sta zitti.Pure a me mi han pizzicato a 130 in circonvallazione.Avevano ragione e son stato zitto (e mi hanno pure graziato…)

  3. Scritto da Maurizio(falso)

    Mah; il tutor di sicuro serve, ma se provate ad andare con una panda a 140 e con un BMW a 160 vi renderete conto che sulla panda vi sembra di essere al limite del limite e invece col Bmw state passeggiando. Secondo me in certe autostrade il limite va ritoccato a 150 per qualche mezzo tecnicamente adeguato. Una moto 1000cc. fa i 140 in seconda…ed è regolarmente in vendita. Sull’autostrada sembra ferma a velocità codice. Bisogna fare un ragionamento a 360°

  4. Scritto da beppe81

    Maurizio(falso) quello che dice è vero ma dimentica una cosa…un panda che viaggia a 140km è al limite, un BMW a 160 è fermo, un Audi R8 V10 a 190km viaggia pulita. Cosa dobbiamo fare? Per ogni macchina fissare un limite? Se l’ Audi R8 V10 tampona a 190km un panda che viaggia a 130 chi si farà male? Il guidatore della prima macchina o il guidatore della seconda? Il problema è che se in ITALIA il limite fosse aggiornato a 150 molti automobilisti inizierebbero a viaggiare a 180km

  5. Scritto da Ol Claudì

    x n° 13
    Alzando il limite a 150km/h quelli che vanno a 110 in 2° corsia continuerebbero ad andare a 110 e in 2° corsia. I vecchietti che vanno a 90 in 1° intralciando pure i camion, continuerebbero ad intralciare il traffico in 1° corsia, quelli che sfrecciano a 180 sfanalando , continuerebbero a sfrecciare a 180km/h. Ma la maggior parte degli automobilisti che mantiene una velocità media tra i 130 e 140Km/h gradirebbe non ricevere multe idiote in cui il superamento limite avviene di 2 o 3 km/h

  6. Scritto da beppe81

    In ITALIA quando qualcuno prende una multa viaggia si lamenta del fatto che viaggiava sopra il limite di 1-2km orari, peccato che c’è una tollerabilità del 5%. Sono anche favorevole per multare gli automobilisti che viaggiano in autostrada in corsia lenta a 60km. Quando impareremo ad assumerci le nostre responsabilità? Se la gente rispettate i limiti o il codice della strada molte multe sarebbero evitate…

  7. Scritto da beppe81

    Ritornando sull’articolo dubito che l’automobilista in questione abbia superato di solo 1-2-3 km orari il limite imposto dal codice stradale :-)

  8. Scritto da pendolare

    leggete il codice della strada prima di parlare.
    La tolleranza è di 5 km/h per velocità fino ai 100 km/h, oltre è il 5%.
    La multa è di circa 35-40 euro senza decurtazione di punti se superate il limite da 0 a 10 km/h.
    Quindi in autostrada se vai a 145 km/h al massimo ti prendi una multa da 35 euro.
    ok?
    I limiti sono stati messi per essere rispettati, che ce ne siano alcuni assurdi è un altro paio di maniche ma in autostrada mi sembrano adeguati.
    Anzichè andare a 180 partite prima…

  9. Scritto da Domenico

    Una multa e poi…… licenza di uccidere ! Va bene multare chi va forte, ma vanno multati anche coloro che costringono al sorpasso.
    Milano-Bergamo, 4 corsie. Chissà perchè c’è chi viaggia a 90 sulla seconda e 100-110 sulla terza. Non sono casi isolati. Guai a farli spostare! Questi non sono forse pericolosi????

  10. Scritto da Giuseppe

    E poi ci si lamenta perchè in Italia succedono incidenti più che in altre parti d’Europa e perchè quasi nessuno rispetta le regole!!!!!

  11. Scritto da Francesco

    Ingiusta la decisione anche se ingiusto è il limite in alcuni tratti specie a4 che da milano a brescia presenta solo una curva cioè bergamo!!!
    cmq anche alla redazione servirebbe il tutor visto che sono riusciti a far passare rovato nella prov di mantova e quindi ritornare nella prov di bs con roncedelle eheheh saluti

  12. Scritto da Lamborghini Gallardo

    Sto tutor ha veramente rotto, non se ne può più!!!!

  13. Scritto da beppe81

    Ho letto l’articolo e provo una profonda vergogna per quello che è successo. Mi dispiace per il signore in questione ma anche qualora fosse stato pizzicato 10 volte avrebbe dovuto pagare! In ITALIA c’è chi non rispetta le regole, il codice della strada poi gli stessi quando vengono colti in chiedono un po’ di clemenza, meno burocrazia e via via dicendo…queste cose succedono solo in ITALIA…

  14. Scritto da W V.E.R.D.I.

    La trovo una sentenza ingiusta.Il tutor misura la velocità media in un tratto ben definito di strada.In sostanza sto tipo ha commesso infrazioni in 5 tratti diversi quindi era giusto che le dovesse pagare tutte e 5.Se no che facciamo?Investiamo 5 pedoni ma processiamo solo per 1?Ma dai…la magistratura italiana è una barzelletta

  15. Scritto da Claudia

    @5: ma se invece di emttere 5 tutor ne avessero messo uno lungo la somma dei 5 quante multe avrebbe preso?

  16. Scritto da beppe81

    Audi R8 V10 o Panda i limite è sempre 130km, salvo caso di pioggia. Mi domando come mai alcuni guidatori decidano di non rispettarlo, poi se vengono colti fanno pure le vittime e chiedo una maggiore tolleranza o sostengono che i COMUNI BATTONO CASSA!!! A queste persone vorrei dire se rispettate il limite di velocità l’autovelox o il tutur non vi farà mai la contravvenzione. Difficile da capire? Credo di No :-P Chi è causa del suo male pianga se stesso…

  17. Scritto da Paola

    @5:
    SOTTOSCRIVO PIENAMENTE!!!

  18. Scritto da stefanorossi

    Be questo se la e’ cercata! ma cmq perche’ si danno le multe solo per il limite di velocita’ e mai per esempio a quelli che stanno nelle corsie centrali con la corsia di dx libera?? anche li c’e’ la decurtazione dei punti!!! normalmente si va molto meglio in autostrada sulla corsia di dx che non sulle altre molto piu’ trafficate e lente perche’?????Specialmente al sabato e domenica dove viaggiare a dx e’ umiliante evidentemente!