BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Sciopero e protesta alla Busetti di Bagnatica

Contro la possibilit?? di delocalizzazione, da pi?? parti paventata per l???azienda che produce macchine per taglio e lavorazione del vetro, tutti i 50 lavoratori sono usciti.

Più informazioni su

Mercoledì 10 marzo, dalle 14 alle 16, si sono svolte le prime due ore di sciopero sulle quattro che i lavoratori della Busetti Intermac di Bagnatica hanno chiesto alla RSU di gestire per protestare contro la possibilità di delocalizzazione che da più parti si paventa per l’azienda bergamasca che produce macchine per il taglio e la lavorazione del vetro.
Tutti i 50 lavoratori sono usciti dalla fabbrica e hanno protestato davanti i cancelli e animato un corteo per alcune vie del paese attorno all’area industriale.
“Questa mattina i lavoratori – informa Emanuele Fantini, della Fim Cisl – hanno anche inviato una lettera a Giovanni Barra, nuovo amministratore delegato del gruppo Biesse di Pesaro, di cui la Busetti fa parte, per rinnovargli l’invito a accelerare i tempi di un incontro con la realtà di Bergamo, con il quale, se possibile, fugare i timori di un futuro incerto per i lavoratori di Bagnatica e per le loro famiglie”.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Marcello

    Pino allora adesso chiama PICCININI che dice certe assurdità!!!

  2. Scritto da Pino S.

    Telefonate a Bonanni o a chi firma gli accordi separati per poi beccarsi i licenziamenti.

  3. Scritto da Pino S.

    Telefonate a Bonanni o a chi firma gli accordi separati per poi beccarsi i licenziamenti.

  4. Scritto da Pino S.

    Ho telefonato a Bonanni e mi ha detto di smetterla di dire cose senza senso….

  5. Scritto da Cesare

    Alcune aziende hanno come priorità solo il profitto e gli anni di impegno delle persone sono dimenticati come se non fossero mai esistiti. Gestire una crisi è sempre difficile, ma il silenzio non si addice a una azienda che vuole essere internazionale ma poi fugge davanti alle responsabilità.

  6. Scritto da Pino S.

    Telefonate a Bonanni o a chi firma gli accordi separati per poi beccarsi i licenziamenti.

  7. Scritto da Marco

    carissimo Pino non riesco a capire cosa centra Bonanni con il problema che stiamo vivendo in BUSETTI, ma poi non sarebbe meglio essere solidali con chi sta vivendo una situazione difficile? Grandi i lavoratori e le lavoratrici che oggi nonostante il freddo erano fuori restiamo uniti e facciamo vedere di che pasta siamo fatti noi BERGAMASCHI

  8. Scritto da Pino S.

    Telefonate a Bonanni o a chi firma gli accordi separati per poi beccarsi i licenziamenti.

  9. Scritto da Pippo

    Ha ragione Marco. Caro Pino quello che dici è veramente una cavolata. Gli accordi separati non hanno nulla a che fare con questa vicenda ….e poi che banalità scrivere queste sciocchezze. La solidarietà non si nega a nessuno che rischia di perdere il posto di lavoro. A meno che il tuo obiettivo sia quello di alimentare divisioni tra i lavoratori e quindi favorire l’azienda. Non sarai mica d’accordo col padrone? A volte gli estremi si toccano.

  10. Scritto da Laura P.

    Grandi lavoratori Busetti! NON MOLLATE!