BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

La musica raddoppia a Neverlandinverno

Venerdì 12 marzo l'esibizione di Gea e Lana; sabato 13 tocca a Max Collini, Jukka Reverberi e Giancarlo Frigieri.

Più informazioni su

Serara doppia questo fine settimana a Neverlandinverno, la rassegna musicale che si svolge al castello Colleoni di Solza. Venerdì 12 marzo l’esibizione di GEA + LANA; sabato 13 tocca a MAX COLLINI, JUKKA REVERBERI + GIANCARLO FRIGIERI.
GEA
Nel febbraio 2001, dopo diversi anni di gavetta e esperienze musicali precedenti (Bug), Santeria pubblica il disco d’esordio dei Gea (Stefano Locatelli, chitarra e voce – Benny Brezzolari, batteria – Nicola Troiani – basso), "Ruggine", coadiuvato dal videoclip del singolo "Ancora In Viaggio" che ha ottenuto diversi passaggi sulle più importanti reti musicali italiane (VideoMusic, MTV) Il 2002 è anno fecondo per la band. I Gea partecipano al secondo volume della compilation “Loser, My Religion” interpretando un brano scritto per l’occasione “a quattro mani” con gli Hogwash, ovvero “Lazy Trap”. Inoltre, ad ottobre, esce il secondo album del gruppo, “Ssssh…Blam!”, che riceve ottimi responsi di pubblico e di critica, e per il quale è stato girato un secondo videoclip, ovvero “Cocktail”; anche questo video ottiene passaggi su canali Tv come Rock Tv, Viva All Music e Match Music. Il 2003 è anno di concerti intensi ma sopratutto di grandi cambiamenti; al termine dell’anno Nicola Troiani esce dalla band, e viene sostituito da Roberto Pietrobon. E’ con questa formazione che vede la luce nel ottobre 2005 "Bailamme Generale", terza prova discografica dei Gea, fuori per la nuova label Ilrenonsidiverte (distribuzione Audioglobe). Nello stesso periodo (estate 2005) Urtovox invita la band ad apparire con un pezzo inedito sulla compilation "Songs for another place", insieme alla crème dell’indie tricolore. La compila esce all’inizio del 2006, ed i Gea eseguono il brano "A Chasing Shadow". Ottobre 2006 è anche la data nel quale il primo live dvd dei Gea viene fatto conoscere al pubblico, tramite la webzine MusicBoom.it, che mette in download gratuito 4 brani tratti da “Un Giorno di Bailamme Generale”, live dvd registrato al famoso Bloom di Mezzago nell’ anno precedente. Successivamente anche Roberto Pietrobon lascia la band per fare il papà full-time, e subentra al basso nel 2007 il nuovo “vecchio” Raul Rota Nodari (già live guitarist nel 2002-2003 e 2005). Attualmente la band è impegnata nella realizzazione del quarto disco, che è uscito in vinile e cd (omaggio) nel Febbraio 2009 per Jestrai, album intitolato “From Gea With Love”. Il disco, registrato nel Settembre 2008 presso i Tray Studios di Inzago (MI), è stato prodotto dagli stessi Gea, come loro consuetudine, e consta di nove brani figli dell’ultima formazione, essenziale e radicalmente scarna, a tre. Artwork come al solito creato da Ginuz (www.ginuz.it), che mette in opera un’ispirazione cinematografica classica (Blow Up), riveduta e corretta secondo il mood del disco e dell’autore stesso. Il disco esce per Jestrai. www.myspace.com/geaband
LANA
Ci sono suoni notturni che meritano di essere ascoltati, possono aiutare. Lana viene concepita nel 1996 per dare sfogo ai pensieri. Da allora mettiamo insieme catene di suoni, come bambini con le parole. Ci appaga tutto questo, cresce qualcosa, alla >ine viene fuori la rabbia da cui è nato tutto, anche il mondo, e si cerca di prenderne un po’ in prestito, e di fare vibrare i timpani a lungo dopo che è svanita. E’ bello quando succede… Cerchiamo qualcosa che suoni bene. Lana suona bene, ed è pura, e dentro c’è molto. Finalisti nazionali ad Arezzo Wave 2002, pubblicano il loro primo disco Esiclonica per Jestrai Records nel 2003. Salgono sul palco con alcuni nomi importanti della scena alternativa italiana (Giardini di Mirò, Verdena, Ulan Bator, Tre Allegri Ragazzi Morti) suonando in numerosi locali, centri sociali e festivals estivi in tutto il centro‐nord Italia, oltre che a Radio Popolare di Milano, al M.E.I. di Faenza, alle Librerie Feltrinelli di Milano. Il brano di apertura di Esiclonica viene inserito sul sampler Rock Sound Vol.67 della rivista mensile Rock Sound. Nel 2004 pubblicano l’ep Presenza, suonano alla FNAC di Milano, alla Rock TV Night al Rolling Stone di Milano, partecipano alla trasmissione Database su Rock TV, alcuni brani vengono passati su Radio Popolare di Milano e di Venezia, Radio Rock FM e Radio Sottosuono, il video del singolo tratto da Esiclonica viene trasmesso su Rock TV. Nel 2005 registrano all’Alpha Dept. Studio di Bologna il secondo disco C’è il sottile dentro e sotto i ponti, pubblicato ancora per Jestrai Records, con la produzione artistica di Amaury Cambuzat (Ulan Bator). Nel 2007 viene interrotta l’attività live ed inizia a prendere forma il terzo disco, la cui registrazione termina nel 2009. Riprendono quindi i concerti in Italia e in Germania, e prende forma un progetto parallelo in cui, con l’introduzione di un elemento al violoncello ed all’utilizzo di piano e chitarre acustiche, molti brani vengono rielaborati e messi sotto nuova luce. Il 19 marzo 2010 è il giorno di uscita di Good morning apnea, per Riff Records. www.myspace.com/lanaweb2008

MAX COLLINI / JUKKA REVERBERI
E’ necessario spiegare cosa significano i Giardini di Mirò per la scena musicale alternativa italiana? Non è superfluo raccontare dell’impatto che hanno avuto gli Offlaga Disco Pax nel circuito indipendente?
E’ per lo stesso motivo che parlare di Jukka Reverberi e di Max Collini appare un di più.
Quello che hanno fatto lo conosciamo. Allora cosa possiamo aspettarci da una serata come questa?
"Droni e letture (quasi tutte) emiliane" è il titolo del piccolo spettacolo che accoppia i reggiani Jukka Reverberi (Giardini di Mirò/Die Stadt Der Romantische Punk/CrimeaX) e Max Collini (OfflagaDiscoPax).
Jukka sonorizza a base di droni gentili ed effetti speciali i racconti scelti e declamati di volta in volta da Max di autori tra i quali Pier Vittorio Tondelli, Simona Vinci, Paolo Nori, Gianluca Morozzi, Matteo B. Bianchi oltre ad un paio di inediti di Max stesso. Il risultato è sempre a sorpresa, visto che il duo tende all’improvvisazione e lavora su testi e suoni in costante movimento. In mille altre faccende affaccendati Collini e Reverberi si danno appuntamento assai di rado sullo stesso palco, ragione in più per non perdere l’occasione. www.myspace.com/collinireverberi

GIANCARLO FRIGIERI
Già batterista nella prima formazione dei Julie’s Haircut, poi fondatore e leader dei Joe Leaman, con i quali realizza 4 album ed un EP in dieci anni imponendosi come
uno dei nomi più curiosi ed interessanti della scena indie rock italica in lingua inglese, Giancarlo Frigieri esordisce in solitudine nel dicembre 2006 con il disco
"Close your eyes, think about beauty", grazie al quale imbastisce una fitta rete di concerti che lo vedono dividere il palco con personaggi del calibro di J Mascis, Califone, Katamine ed altri. In seguito collabora con i laziali Mosquitos, con i quali licenzia l’album "In Love" nei primissimi mesi del 2009. Parallelamente pubblica un 7
pollici con Chris Eckman, cantante dei Walkabouts e figura storica del rock di Seattle dei primi anni 90. Con il songwriter americano imbastisce anche un piccolo tour
all’inizio del 2009, per poi pubblicare a Marzo dello stesso anno (in un parrossismo di prolificità ) il suo primo album in italiano, dal titolo "L’età della ragione" che vince il Premio Italiano Musica Indipendente 2009 come "Miglior Disco Autoprodotto dell’anno". Giancarlo infatti si autoproduce e si procaccia da solo i concerti, disconoscendo la maggior parte delle etichette indipendenti italiane che lui sostiene non esistano neppure. Inoltre rifiuta i distributori indipendenti, prediligendo una "filiera corta" del disco come si fa per gli alimentari. Da fine febbraio è disponibile il suo nuovo album, stampato ancora una volta in totale autarchia addirittura in VINILE 180 Grammi con Cd in omaggio, dal titolo "Chi ha rubato le strade ai bambini ?". Per promuoverlo Giancarlo comincia proprio da Solza il suo "UN CONVERTITO ALLA VOLTA" Tour, a sottolineare la natura artigianale e paziente della propria opera. www.myspace.com/miomarito
 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.